L'Assassino Dietro l'Angolo: Racconti immaginari di crimini desiderati

Copertina anteriore
Terebinto Edizioni, 2020 - 110 pagine

Crimini. È appunto di quelli che state per leggere. Crimini programmati o imprevisti, messi in atto o sventati, vissuti in ribellione o rassegnazione, ma pur sempre e comunque fortemente voluti. E con altri due corollari interessanti, per giunta: ironia e sarcasmo. Perché col sangue non si dovrebbe mai scherzare; e quindi farlo ugualmente può magari servire ad allontanarne in qualche modo la minaccia.


La rapina di Miriam Schiavina. Conservare tutto il proprio sangue freddo può tornare fondamentale, in certi momenti. Può fare davvero la differenza, salvarci la vita... e il malloppo.

Nero Wolfe e le api di Pietro Rainero. Il grande (in tutti i sensi) detective che piomba (in tutti i sensi) in Italia, alle prese con una nuova indagine tutta italiana, tra il sorpreso, generale entusiasmo. E vale la pena di chiedersi se lo risolverà o no?

Sia fatta la Sua volontà di Luigi Giampetraglia. In camera da letto, può facilmente accadere di varcare il confine sottile tra l'amore e l'odio.

Un caso di dying message di Vittorio Martucci. Come applicare tecniche di investigazione vittoriane al ventunesimo secolo, e della loro imprevedibile attualità.

La cartomante di Miriam Schiavina. Mai sottovalutare le conseguenze delle parole pronunciate in un determinato ruolo: si potrebbe rischiare di doversene poi amaramente pentire.

L'ultima fermata di Gabriele Levantini. Un viaggio in treno dove il capolinea può rappresentare la fine di tutto, a meno di non darsi davvero da fare...

Amore deviato di Stefania Bardani. Il cacciatore ha puntato la sua preda, e si sa, in amore è tutto lecito: ma è proprio così, che la caccia imbocca sentieri imprevisti.

La casa dei sogni di Luca Giovanni Caneva. Brutta bestia, la gelosia: ma certe curiosità possono fare anche peggio.

Sei ore prima dell'esecuzione di Nunzio Ciullo. Normale, che un appuntamento di questo tipo, possa generare ansia... sì, ma fino a che punto giustificata?


Carlo Crescitelli (Avellino, 1963) adora ascoltare, leggere e far crescere le storie altrui; forse addirittura di più che proporre le proprie. Per Il Terebinto Edizioni ha pubblicato a sua firma il diario semiserio Settanta Revisited e la raccolta di racconti brevi A spasso con l'antiviaggiatore; nonché già curato la pubblicazione delle antologie di autori vari Tecnoinganni e Una risata vi cambierà, entrambe, come del resto quella che avete ora sotto gli occhi, esiti del concorso "Riscontri Letterari".

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche