Creatività e pensiero laterale

Copertina anteriore
Bureau Biblioteca Univ. Rizzoli, 2001 - 297 pagine
Se si affronta un problema con il metodo razionale del pensiero, si ottengono risultati corretti ma limitati dalla rigidità dei modelli logici. Quando si richiede invece una soluzione veramente diversa e innovativa si deve stravolgere il ragionamento, partire dal punto più lontano possibile, ribaltare i dati, mescolare le ipotesi, negare certe sicurezze e addirittura affidarsi ad associazioni di idee del tutto casuali. Si deve perciò abbandonare il pensiero "verticale", cioè quello basato sulle deduzioni logiche, per entrare nella "lateralità" del pensiero creativo. In questo volume Edward de Bono prosegue il discorso iniziato con "Il pensiero laterale" traducendo in esempi concreti e in esercizi pratici quello che allora era l'aspetto teorico. Un vero e proprio manuale dell'invenzione e della fantasia utile a tutti.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Alla fine sono riuscito a terminare il libro di de Bono… :)
Ho fatto un po’ fatica, l’ho trovato ridondante e probabilmente questo è il motivo che mi ha spinto ad abbandonarlo tempo fa, quando
decisi di prenderlo e studiarlo.
È un libro interessante, ma poco operativo, a volte troppo astratto.
Sono convinto che al giorno d’oggi qualcuno sia già riuscito a creare un manuale pratico che riassume i concetti teorici del libro di de Bono, magari orientati allo sviluppo e non alla didattica. Quindi non resta che trovarlo.
Ovviamente lo farò quando avrò finito gli altri libri che ho in coda e desidero leggere,( primo fra tutti Effective UI, che al momento trovo decisamente ben scritto e interessante).
Comunque leggere Creatività e pensiero laterale, non è stato uno spreco di tempo, ho trovato alcuni concetti e idee interessanti quali la tecnica del frazionamento, del brainstorming, il blocco da apertura mentale..
Ti lascio con due massime che mi sono particolarmente piaciute:
Il maggiore pericolo, nel pensiero verticale, non è quindi quello di venire intrappolati dall’ovvio bensì quello di non riuscire a rendersi conto che si può restare intrappolati dall’ovvio.
Un problema altro non è che la differenza fra quello che si ha e quello che si vuole.
Per maggiori informazioni su questo libro visita
http://mirkogalassi.it/blog/tag/pensiero-laterale/
 

Creatività e pensiero laterale

Recensione dell'utente  - Maurizio - IBS

Pubblicato nel 1970, questo volume e' il seguito "pratico" del precedente studio teorico sul pensiero laterale, il pensiero creativo, che e' quello per cui l'Autore e' divenuto famoso. Le opere di de ... Leggi recensione completa

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche