Guida gastronomica d'Italia-Introduzione alla Guida gastronomica d'Italia (rist. anast. 1931)

Copertina anteriore
"Riproporre a distanza di oltre settant'anni la "Guida gastronomica d'Italia" del TCI non è un'operazione di pura archeologia, ma significa che quel testo è ancora attuale e si legge ancora con interesse. Quando uscì, nel 1931, esso in qualche modo fece epoca: dopo "La scienza in cucina" di Pellegrino Artusi, che a iniziare dal 1891 aveva avviato un censimento generale di ricette da un capo all'altro della Penisola, offrendole alla nuova borghesia dell'Italia unita come efficace strumento di omologazione culturale, l'inchiesta del TCI spostava l'attenzione sui prodotti base delle ricette, realizzando un inventario altrettanto importante delle risorse del nostro Paese." (Massimo Montanari)
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Sezione 1
3
Sezione 2
9
Sezione 3
15
Sezione 4
33
Sezione 5
38
Sezione 6
51
Sezione 7
96
Sezione 8
103
Sezione 14
262
Sezione 15
287
Sezione 16
297
Sezione 17
301
Sezione 18
311
Sezione 19
337
Sezione 20
355
Sezione 21
389

Sezione 9
147
Sezione 10
167
Sezione 11
183
Sezione 12
203
Sezione 13
247
Sezione 22
411
Sezione 23
415
Sezione 24
431
Sezione 25
467
Sezione 26
491

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche