Recensioni

Recensioni degli utenti

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

chi ha spostato il mio formaggio ?
Nel famoso libro di Spencer Johnson, "Chi ha spostato il mio formaggio?", si parla di chi fa fatica ad accettare i grandi cambiamenti nella vita.
Il libro ci
ricorda la necessità di ammettere che il cambiamento si verifica inesorabilmente, al di là del nostro controllo e quindi dobbiamo trovare la forza per andare avanti e abituarci alla nuova situazione.
Anche quando adeguarsi sembra essere l'unica scelta, non dobbiamo limitarci ad accettare ciecamente il nuovo stato delle cose. Non dobbiamo rassegnarci in maniera passiva ad esso.
Piuttosto ci dobbiamo sforzare di comprendere perché il cambiamento ci è stato imposto e in che maniera possiamo esercitare un controllo efficace sulla nostra vista.
Capire se gli obiettivi che perseguiamo sono quelli giusti e di cosa abbiamo bisogno per scappare dal labirinto nel quale siamo imprigionati quando subiamo le conseguenze dei progetti altrui.
Insomma, come per i topi protagonisti del libro di Johnson, non basta una buona capacità di adattamento per raggiungere il successo e la felicità.
Ma il messaggio di Johnson per molti aspetti lo reputo incompleto perché non si può consigliare al prossimo di arrendersi di fronte ai propri limiti senza lottare. È una mentalità, concedetemi il talebanismo da utente di Microsoft Windows che una volta a settimana formatta il proprio computer per reinstallare lo stesso sistema operativo cosciente del fatto che tra una settimana sarà di nuovo punto e a capo.
Le persone non sono topi a caccia di formaggio nel labirinto disegnato da qualcuno. Come un "hacker" quindi... proviamo a mettere in discussione quello che abbiamo davanti e intraprendere le azioni necessarie per modificare in questo caso non il sistema operativo del computer, ma il nostro comportamento di fronte a consuetudini radicate, alla scarsità di risorse e alle aspettative elevate da parte degli altri.
Il successo personale o di un'azienda dipende dalla capacità di sfidare i preconcetti, di riconfigurare la situazione e giocare in base a nuove regole: le nostre.
Anziché limitarsi a reagire al cambiamento e seguire lo spostamento del formaggio nel labirinto, ciascuno di noi ha la possibilità di evadere e addirittura di modificare il labirinto stesso. Possiamo creare nuove occasioni, ma prima dobbiamo disfarci della convinzione di non essere nient'altro che topi in un labirinto.
Ecco... capita che per qualche tempo si sia costretti a seguire un percorso stabilito da altri, in un labirinto. Lavori sodo ma fatichi a trovare un significato o la realizzazione in quello che fai. Giochi ad un gioco che non hai scelto tu.
 

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

ma è bello

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Il libro propone, in chiave quasi fiabesca, un nuovo approccio nei confronti dei cambiamenti che la vita ci obbliga a fronteggiare. Infatti questo libro può essere letto anche dabambini grazie alla fantasia e la semplicità con cui è stato scritto, ma ciò che conta davvero è il messaggio che si propone di dare.
Raccontando la storia di due gnomi e due topolini che devono cercare la strada giusta all'interno di un labirinto per trovare il formaggio, Spencer Johnson fornisce una chiave di lettura su come affrontare i cambiamenti semplicemente non lasciandoci sopraffare delle paure e reagendo con prontezza al cambiamento, per quanto quest'ultimo possa essere imponente e sconvolgente.
E' un libro molto positivo, consigliato soprattutto a coloro che avvertono un "blocco" della loro vita di fronte ad un cambiamento imminente, inaspettato o già avviato.
 

Valutazioni degli utenti

5 stelle
15
4 stelle
4
3 stelle
2
2 stelle
1
1 stella
4

Tutte le recensioni - 25

Tutte le recensioni - 25
Recensioni editoriali - 0

Tutte le recensioni - 25
IBS - 22