Immagini della pagina
PDF
ePub

za ,

INCOCALIO DAL SONO, Sonnolente ; Sonniglioso; Sonnacohioso.

IxcocALIO D'AMÒA O DE COMPASSIÒN, Imbietolito, Rintenerito nel vedere figliuoli o altra cosa amata, a veder far cosa che commuova.

L'HO INCOCALIO, L'ho conficcato, L'ho convinto in maniera ch' ei non possa in guisa alcuna giustificarsi e rispondere. INCOCALIRSE, v. Sbalordire; Stupidire; Trasognare, Restar confuso.

In altro sign. Innamorarsi; Accendersi; Andar in caldo o in frega. INCOCARSE, v. Innamorarsi. V. Incak

[ocr errors]

ZIRSE.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

INCHIOCARSE, v. Cuocersi; Inciuscherarsi; Pigliar la bertuccia o l'orso o la monna, Ubbriacarsi. INCHIODADURA, s. f. Inchiodatura ; Inchiovatura; Chiovatura.

Sproccatura, T. di Mascalcia , Ferita nel vivo del piede del cavallo all' atto di

ferrarlo. INCHIODAR, v. Inchiodare ; Chiovare ; Chiodare ; Chiavellare, Conficcare con cbiodi, INCHIODÅR UN Canon, Chiovare o Inchio

20 dare un cannone, chcè Turare con chiodo ad un cangone il buco per cui gli si dà fuoco,

INCHIODAR UN CAVALO, Chiovare ; inchiodare; Pugnere, Ferirlo nel piede all'atto di ferrarlo,

INCHIODAR I BALCONI, Conficcar le ima poste delle finestre.

INCHIODARSE IN T'UN LETO, Inchiodarsi nel letto., Dicesi dello Starvi per malat

tia cronica, INCHIOSTRO, V. INGIOSTRO. INCIDENTE, s. m. Accidente; Circastanza ,

Cosa che avviene per intermezzo, Emergenza; Caso. INCİDER, v. Intagliare e Incidere, V.

INCISION. INCINGANÅDA, 6. f. Affascinazione; Ma

lia. INCINGANÅR, v. Ingannare ; Sedurre ;

Tirare alle sue voglie; Affascinare; Gabbare. V. CABALAR Abbacinare, Accecare e indurre a credere ciecamente- --Mettere uno in sul curro, Persuader alcuno a far che che sia mostrandoglielo agevole

Solbillare; Subbillare o Sobillare, vale Tanto dire é tanto pregarlo ch'egli quasi a viva forza prometta di fare tutto quel.. lo che colui il quale lo subbilla, gli chiede. INCINTA, add. Incinta, Gravidla. Ineinta è voce aggeltiva, detta da In particella negativa e Cinta, quasi Non cinta, perchè le Donne quando eran gravide andavano anticamente senza cintura. INCIPRIÀR, V, Spargere di polvere di ci,

pri i capelli, com'era una volta in moda. INCISION, s. f. Intaglio, L'incidere in ra

me e la cosa incisa. V. INTAGIO, INCISOR, s. m. Intagliatore e Calcografo, dicesi quel Professore che intaglia nel rame col mezzo del balino.

INCISOR DEI CADAVERI, Dissettore o Settore o Notamista e Incisore, dicesi Colui che fa le dissezioni anatomiche del corpo degli animali,

INCISÓR DR ZRCA, V. MABSTRO DB STAMINCOAT), add. Accoracciato, Quasi posto nel cavo - Accoccolato o Acchioccio

lato, Col capo fra' ginocchi. INCOATĂR, 4. Accopacciare, Accovac

ciolare V. CUFOLÅR. INCOCA, add, Innamorato. V. Incazzło.

Della per Incocalio, V. INCOCALÌO o Ixcock}o, add. Sbalordito; Stupidito; Trasognato; Pare una figura di slucco Pare un tordo; Sbalesiralo.

partenere ; Spettare_Nota l'Abbate Alberti nel suo Vocabolario encicl, che la voce Incombere derivandola da Incombep

è usata da cattivi scrittori, STO DEBITO NOL MB-INCOMBE, Questo debito non m'appartiene a Non debb'essere a mio carico INCOMBINABILE, add. Incompatibile;

Non combinabile; Inconciliabile. INCOMODA, add. Malato; Malazzato. V. MALATA O MALSBSTÅ.

lu altro sign. Malagiato , vale Povero di stato. INCOMODÅR , v. Incomodare , cioè Annoiare.

No sx FA SERVIZIO SENZA INCOMODARSEG SENZA INCOMODO, Non si può pigliar pe: sci senza immollarsi ; Non si può aver mele senza le mosche, Niente

pep niente. INCOMODÅR, si dice fra noi famil. e per ischerzo nelsign. di Dispiacere -STA COSSA, A DIRGHB LA VBRITÀ, LA MB INCOMODA, Questo, a dirle il vero, mi dispiace – NO LA GHR INCOMODA MINGA Non le rincresce mica, non è egli vero?

è INCOMODÈTO, add. Disagevoletto , Dif

ficiletto. INCOMODÈTO, s. m. Travagliuccio; Indisposizioncella. Ovv. Piccolo incomodo, nola, pena. INCOMPLETO, add. (dal lat. Incomple

tus) Incompiuto; Imperfetto. INCONTRADA, s. f. Scontrata; Incontro;

Scontro, L'incontrarsi. INCONTRAR, v. Incontrare e Rincontrare;

Avvisarsi insieme. V. UNTOPANSB. IyCONTRÁR BBY O BALA D'ORO NEL MARIDANSE, Aver digiunato la vigilia di S. Caterina, Si dice di Chi ha avuto buona fortuna nel maritarsi. Incoglier bene.

INCONTRÁR BEZZI, Riscontrar le monete per vedere se torna, cioè Per veder se vi sia errore: INCONTRAR O FAR INCONTRO,

Incontrare il gradimento.

INCONTRÅR LE CARTE, Collazionare; Ri$contrare; Rivedere. In termine di Siamperia , Collazionare è il verificare con una seconda prova se tutti i falli mareati sulla prima siano stati corretli esattamente dal Compositore.

INCONTRARSE A CASO, Incontrarsi per abbattimento - Ammusarsi, vale Incontrarsi muso con inuso.

INCONTRARSE NEL PARLAR , Riscontrar. nel favellare ; Abbattersi a dire à un modo una cosa.

INCONTRÀR SERVITU, Contrar servitù.
IveoXTRARSB NBL GENIO

>

Incontrarsi nell'idea ; Esser simpatici; Avere gli stessi pensieri,

INCONTRÅR UNA SPESS', Incontrare una spesa, Fare una spesa.

INCONTRÁR BBN O MAL ,Incoglier bene a male. T. PODARB851 INCONTRAR MAL, Forse mal te ne potrebbe incorre. INCONTRO, s. m. Incontro.

INCONTRO DBỊ CONTI, Revisione de'conti.

INCONTRO DEI PEZZI, Riscontrocioè Novero e confronto del davaro o d'altro.

tc

INCOCHO, V. IxcocaLIO.
INCOCONA, adet. Ingorgato; Affoltato ;

Ingollato, Estremamente pieno. INCOCONAR, v. Ingorgare ; Affoltare ; Ingollare ; Inzeppare , Ficcar per forza del cibo nello stomaco.

INCOCONARSE, Rimpinzarsi, Mangiar senza distinzione e ingordamente.

IxcocovÀR QUALCUN, detto lig. Imbeccherare o Imboccare altrui: cioè Mettergli in bocca le parole o insegnargli quel che dee fare.

IycoconÅR DE STOPA, Rinzaffare o Rinzeppare, Riempire il volo con istoppa , bambagia etc. INCODEGÀ, add, Piotato, T. Agr., diccsi Quel terreno ch'è coperto da piole, cioè da zolle che abbiano seco l'erba. - Inerbuto, dicesi quel Prato che si è ben coperto d'erba. INCODEGÅR, v. Piotare, Coprir di pio

per ragguagliare e far verde un arginc, un viale o simile. V. CODEGO. DESCADRGÅR. INCOGOLAR , V. Acciottolare , Lastricar

con ciottoli. INCOLX, add. Incollato; Glutinato..

Inamidato, dicesi de' Pannilini. INCOLÅDA, s. f. Ineollamento. INCOLÁR, v. Incollare; Appiccare colla colla. Conglutinare; Appiastricciare.

INCOLÅR LA BIANCARLA , Inamidare. V. Амтто,

INCOLARSE, T. de'Vettorali, Incappucciarsi, che altri dicono Impettarsi, dicesi di Quella difesa che fa il cavallo, quando

per liberarsi dalla soggezione del mor$o, posta la testa talmente sotto e indietro, che coll' estremità delle guardie l'appoggia al petto e alla gola. INCOLORIDA, s. I. Coloramento. INCOLORİR, v. Colorire; Colorare, Tingere - Incolorarsi, Prender colore.

INCOLORIR DE ROSSO, Invermigliare; Arrubinare - Ingiallare o Ingiallire, di

, rebbesi per Colorir di giallo : Annerare, Far nero etc. INCOLORIR DE PIU COLORI,

Screziare, SAVERLA INCOLORİR, detta fig. Saper com lorire, ricoprire,simulare. V.INFENOCHIÀR. INCOLTRINA, add, Accortinato. INCOLTRINÀR, v, Incorrinare e Accor. tinare, Forpir di cortine. V. Gottriya, INCOMBER, v.( dal lat. Incumbere) Apa

e

[ocr errors]
[ocr errors]

S.

PI.

2

[ocr errors]
[ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

Salice sopra

[ocr errors]

cesi del Cavallo, ed anche di Persona di gambe lunghe e sparula. INCRUCARSE, v. Ravvilupparsi; intricarsi; Impacciarsi; Avvilupparsi. Intrabiccolarsi ,

alcuna cosa con pericolo di cadere o di far cadere. INCUCA, add. Imbertonato o Imbertoni

to, vale innamorato. V. Incazzio. INCUCARSE, v. Imbertonarsi; Imbertonirsi, Innamorarsi. V. INCAZZIRSE.

In altro signif. Incaponire; Intestarsi; Incapriccirsi ; Preoccuparsi, Star cervicoso nella sua volontà. INCURANZA, s. f. Incuria, Negligenza. INCURARSE, v. Curarsi, Darsi pensiero, Affrettarsi ; Prendersi cura ; Aver a cuore.

INCURITE , Affrettati o Datti fretta,

.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

Fa presto.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

INCONTRO DB-SCRITORB, Collazione di scritture.

INCONTRO DE ARMADE NEMIGHE, Apvisaglia.

FAR INCONTRO, parlandosi di qualche bravo cantante o d'un predicatore o simile, Riportar l'applauso o gli applausi generali; Esser applaudito; Incontrare il gradimento comune; Essere acclamato. INCORDADURA, s.f. Incordamento, Tor

sione delle corde d'un Istrumento. INCORDAMENTO, 8. m. Incordatura; Raggricchiamento del collo, Sorta di malaltia.

CHAPÅR UN'INCORDAMENTO, Incordare. INCORDEL), add. Listato, Fornito ai

margini a modo di lista. INCORDELADŮRA, s. f. Fornitura di cordella o cordellina; Listątura di cordella. INCORDELÅR, v. Listare e Fornire di

cordella. INCORLAR. Lo stesso che INDEVENÅR. V. INCORNADŮRA, s.f. T. Mar. Incornaturu, Foro o Apertura nella sommità dell'albero per passarvi la susta che afferra la penna. INCORNISÁR, v. Incorniciare. INCORPORA, add. Incorporato, Mescolato.

OMO INCORPORA , Corpacciuto; Corpulenio. V. CORPazzuo e IMPANZJO. INCORPORAR, v. Incorporare, Mescolare, Unir più corpi confondendoli insieme. INCORPOKAR B MBTER INSIEME ,

Metter le parti in corpo, T. degli Stampat.: dicesi Quando tutti i fogli d' un volume sono stati uniti, collazionati , piegati. INCORSADŮRA, s. f. T. de’Tessitori, Incorsatura, Pezzi di filo torto che rimangono dalla parte del subbiello, ne' quali si raccomanda l'ordito per avviare la tela. INCORZERSE. V. ACORZERSE. INCOSSÅDA, s. f. Accosciatura. INCOSSÀR, v. Accosciare, Ristringere nelle cosce : operazione che si fa ne' polli morti per prepararli alla coltura.

Dic cosciare o Scosciare , Slogar le cosce. INCOTEGARSE, v. Incantucciarsi; Intanarsi, Nascondersi in qualche sito. INCOTEGÅR MERLOTI ,

Maniera antiq. Trappolar gl inesperti.

INCOTBGARSE, T. antiq. Trappolarsi ; Impaniarsi ; Dar nella pania o nella rete. INCOTIO, add. T. Agr. Attristito; Intristito , Aggiunto a quella Pianta che per qualche difetto non cresce. INCOTİR, v. T. Agr. Intristire; Attristi

re; Ilanguidirsi; Non venire innanzi. Si dice delle piante che per qualche difet

to non crescono. INCOZZ), add. Cozzato ; Ur tato.

In altro sign. Insozzato; Insozzito; Unticcio; Incroiato, Si dice de' panni sporchi. INCOZZADA IN COZZAMENTO ss. m. Dissensione ; Discordia; Controversia ; Disparere.

INCOZZAMENTO DEI ABITI ; Sozzume; Sozzore; Bruttura; Imbrattamento. INCOZZAR, v. Corrotto da Insozzare o Insozzire, vale Brúltare, parlando di restimenti o simili. V. OxregÀN.

INCOZZARSB LA TESTA DE PBOCHI , Impidocchiare; Impidocchire. Incozzar, detto per Cozzák, V.

, INCREANTE, add. Malcreato; Incivile;

A sino; Villano; Scortese , Senza creanza. V. SCRBANZA. INCRESP), add. Increspalo o Crespato. INCRESPADŮRA, s. f. o INCRESPAURA E INCRESPAMBNTO, Increspamento; Crespamento; Crespezza; Corrugazione. INCRESPAR INGRESPÅR, v. Increspare; Crespare; Accrespare, Far le crespe alle camicie, alle vesti etc. V. CRESPA.

INGRESPÀR MALAMENTB, Aggrinzare; Raggrinzare.

INCRESPÅR DB LB POGIB , Raggrinzare, dicesi dell' Increspare o Accartocciare che fanno per opera delle formiche le foglie di alcuni alberi, le quali poi appassiscono.

INCRESPÀR 0 İYGRBSPÅR LB CBGIB, Accigliare ; Increspare o Accrespare o Aggrottare le ciglia; Far ciglio o cipiglio. INCRESPAURÈTA, s. f. Crespolo, Pic

cola crespa, Leggiera increspatura. INCRICARSE, v. Ostinarsi; Incaparsi; Incaponire. INCRICARSE IN TEL ZOGO,

Ficcarsi o Ammazzarsi nel giuoco, Continuar per impegno o per vizio. . INCROGIA, V. ANCROGIA. INCROSÅDA, s. f. Lotta; Contrasto; Ur. to; Gara ; Collisione.

INCROSADA , T. di Bigliardo , dicesi Quando le palle percosse descrivono una specie di croce. INCROSADŮRA, s. f. T. Agr. Contraitaglio, Quel lavoro col quale i solchi della seconda aratura dirigonsi in ragione inversa della prima , e così della terza etc. V. INTRAVERSÁR.

Detto per SCARSBLADURA, T. Mar. V. INCROSAMENTO. V. INCROSADA, INCROSÀR, v. Incrocicchiare o Incrociare, Attraversare l'una cosa all'altra a gaisa di croce.

INCROSAR I BRAZZI , LB MAN, I DEI, LE GAMDB, Incrociare o Incrocicchiare.

IxCROSARSB LA VBLÅDA, Affibbiarsi o Abboltonarsi il giustacore e simile.

INCROSARSE EL TABARO, Involgersi; Rinvolgersi ; Avvilupparsi nel ferraiuolo o nel mantello. Vedasi il suo contrario DesCROSÁR. INCROSARSE DE LA STRADB,

Strade che s'incrocicchiano o s'incrociano, Il punto che le interseca , dicesi Crocicchio. V. CROSBRA. INCROSÁR LB CBGIB ,

Far ciglio o cipiglio; Alzare il ciglio, Aggrottare o Raggrottare le ciglia. V. Cegia. INCROSARSE CON QUALCUN,

V. URTARSE. INCROSTOLIO. V. CROSTOLIO. INCROZZOLĀ, add. Stretto di petto, Di

و

[ocr errors]

INCURIANTE, add. Trascurante; Ne

gligente. INCURVADA, s. f. Incurvatura ; Incur

vamento; Incurvazione, INDAFARÀ, add. Affaccendato, Pien di

faccende, occupatissimo, impegnatissimo, INDEBITA, add. Indebitato; Imbrattato.

INDEBITÀ SIN AI OCAI O COMB UX CAN Aver più debiti che la lepre ; Affogar ne' debiti; Essere sconfitto da' debiti; Infilar le pentole. INDEBOLIO, Indebolito o Indebilito;

Debilitato Diccsi ancora Prostrato di forze. INDEBOLİR , v. Indebolire; Debilitare ; Addebilire.

Accasciare, Aggravarsi delle membra per età o per malattia. Cascar fra le veca chie; Porlar i frasconi.

INDBBOLIRSB EL STOMEGO, Sdilinquire; Render fiacco lo stomaco, Invincidire lo stomaco.

INDBBOLIRSE LA VISTA, Disgregarsi la vista o gli occhi, cioè Offenderli, indebolirli per soverchia luce o per lunga applicazione. E quindi Disgregazione della vista. INDBBOLIRSE PËR TROPA LUSURIA ,

Trar bambagia dal farsetto, detto metaf. INDEMONI), add, dicesi per Agg. nel sign. di Imperversato; Arrabbiato; Incol

. lerito; Cattivo.

SPIRITO INDEMONIÀ, V. SPIRITO. INDENTA, add. Dentato; Addentato; Addentellato, Dicesi di cosa che sia trinciata a guisa di dente. INDEVENAR, v. Dipanare; Aggomitolare; Incannare , Trarre il filo dalla matassa per farne gomitoli. V. STRISSÅR. INDIAN - FAR L'INDIÀN, Far l'indiano, che anche dicesi Fare il nosferi, Fingersi malaccorto e ignorante. INDIANA , 8. f. Indiana , Sorta di tela bambagina dipinta a molte maniere, che oggidì si fabbrica in molte parti d’Europa

ed anche fra noi. INDILATAMENTE, avv. Voce Lombarda , probabilmente derivata dal lat. barbaro Indilate che trovasi nel Dizionario

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors][merged small][ocr errors]
[ocr errors]

e

[ocr errors]

lo ne

[ocr errors]
[ocr errors]

e

[ocr errors]
[ocr errors]

e

[ocr errors]
[ocr errors]

di Du Cange, e più usata nelle scritlure del Foro, di quel che sia nel parlare comune: vuol dire Senza dilazione; Immediatamente; Subito; Subitamente. INDIMINUTAMENTE, avverbio formato sulla foggia del precedente, che si dice dalle persone colie, e vale senza diminuzione, Senza solirazione.

VOGIO INDIMINUTAMBNTB TUTO QUEL CHB MB VIEN, Voglio la parte mia fino al finocchio , cioè Sino a un minimo che di ciò che mi appartiene. INDIRIZZO, s. m. Voce nuova che anche

alcuni dicono in vece di MANSIÓN, V. INDIVIA, s. f. Indivia o anche Invidia e Endivia, detta in T. Agr. Scarola, Specie di Ortaggio conosciutissimo del genere delle Cicorie, detto da Linneo Cichorium Endivia. INDIVINAGIA, s. f. Indivinaglia, Scioc

co indovinamento. INDÒAR, v. T. de'Bottai, Dogare, Porre

o rimelter le doghe alle botti o simili. INDOLCIO, add. Indolciato; Indolcato e Addolcito, Divenuto dolce; e dicesi in senso fig. per Disasprito. INDOLCİR, v. Indolcire.

INDOLCIRSE, detto fig. Rintenerire; Imbietolire; Venire in dolcezza , Dicesi in sentimento di amore.

INDOLCİR DEL TEMPO, Raddolcare o Addolcare; Il tempo addolca o raddolca o raddolcisce. InDOLCIR LA PBSA , Mitigare la pena. PENA

. INDOLENTE, s.m. Indolente, T. Forense ex-Veneto, participio di Indolere, e vale Dolente , cioè Querelante , la parte offesa o pregiudicata a colpa altrui.

OMO INDOLENTE, delto in altro signif., Infingardo; Poltrone , Lento. INDOLENTRÀ, add. Indolenzito, Addolorato alquanto. INDOLENTRÀ UN BRAZZO,

UN PIB e simili, Sentirsi d'un braccio etc. vale Sentirsi alcun piccolo dolore e averlo alterato. Dolersi ď' un piede, d'una mano ; Essere indolenziio.

SON TUTO INDOLENTRÀ, Mi sento o Mi dolgo lutlo; Son indolenzito tutta la vita. INDOLENTRAMENTO,

m. Indolimento, MB SENTO UN INDOLBNTRAMBNTO ,

Mi sento indolenzire o un indolimento, cioè Addolorare alquavio. La testa m'indolenzisce i muscoli della respirazione; Sono indolenzito. INDOLENZA, s. f. Indolenza, Insensibilità.

Indolenza, dello in T. del Foro criminale ex-Vencto, valeva Querela; ed è Verbale di Indolere. INDOMÀN - A L'INDOMAN,

Modo to dal Francese, che usasi, e vale Il di vegnente o seguente; Il giorno dopo; Al dimane. INDOPIADOR , s. m. Addoppiatore, T. de' Lanaiuoli, Colui che addoppia la lapa sul filatoio

INDOPIADORA , Addoppiatrice, Colei che ammannisce la seta

al Filatoiaio addoppiandone le fila sopra un arcolaio. INDOPIÀR, v. Indoppiare o Addoppiare, Si dice di filo, panno o altra cosa quando se ne mettono due insierne. INDOPIONADURA, 6. f. Orlatura, L'or

lare e l'Orlo stesso. V. Dopiovir. INDOR ADOR, s. m. Doratore o Mettiloro e Mettidoro, che anche dicesi Mettitor ďoro. INDORADORA, s. f. La femmina di Do

ratore. INDORÅR, v. Indorare; Dorare; Orare; Inorare ; Melter a oro o Metter d'oro.

Indorar a bolo è la Doratura che usasi comunemente sul legno Indorare a fuoco, Quella sopra i metalli ben lustri o grattabugiati - Indorare a mordente è Quel lavoro che non si può o non si vuol brunire o lustrare. V. BRUSCHİN, FBRAZZA, VIVA DÒR, Seola.

LO VORIA INDORÅR A FOGO, detto ironicamente e figur. L' abbrucierei vivo; Gli farei la festa se potessi. INDORMENZA, add. Addormentato; Indormentato.

MEZO IN DORMENZA, Addormentaticcio, Quasi che addormentato, Grullo; Mogio; Sonnacchioso -- Indormito, vale Pien di sonno e di debolezza. V. InZochto,

INDORMENZÀ DA L'OPIO, A doppiato o Alloppiato.

INDORMENZÀ UNA PARTE DEL CORPO , Indolenzito ; Instupidito ; Intormentito o

; per freddo o per isconcia positura; e quindi Intormentimento o Indormentimento, Dicesi d'un piede o simili. INDORMENZADA, s. f. Addormentamento; Addormentazione.

DARSB UNA BONA INDORMEN ZADA, Lo stesso che IVDORMENZARSE. INDORMENZAMENTO, s. m. Intormentimento; Intirizzamento; Stupore; Torpore, Convulsione o impedimento di moto di alcuna parte del corpo. INDORMENZAR, v. Addormentare; Assonnare; Insonnare, Far dormire. Il suo contrario è DESMISSIÅR.

TORNAR A INDONMENZÀN , Raddormentare.

INDORMENZARSB, Addormire; Addor mirsi; Assonnare

INDORMENZARSE UN POCHETO, Dormicchiare; Dormigliare; Sonniferare TORNAR A INDORMENZARSE, Rappiccare o Ripigliare il sonno.

INDORMEN ZİR CO L'OPIO, Adoppiare o Alloppiare.

INDORMENZÀR QUALCun, detto figur. Ada dormentare, vale Anneghittire, Lusinyare, Frastornar alcuno da buona impresa con lusinghe o con altre speranze,

INDORMENZARSE, dello pur fig. Addormentarsi, cioè Annighittirsi; Infingardirsi.

INDORMENZARSB UN BRAZZO UNA MAN , etc. Indolenzire ; Indormentare o Intormentire e Intermentire; Stupefare; Torpere, Quando per freddo o per lungo stropicciamento s' addormenla quasi il senso alle membra. Intirizzare, Perdersi il po

ter piegare per un certo ripigliamento. In

tirizza le gambe e le cosce. INDORMIA, s. f. Alloppio, Sonnifero dell'oppio.

DAR L'INDORMIA, Alloppiare; Oppiare e Adoppiare. INDORMİR, v. Indormire, Saper malgrado, non saper grado nè grazia, Incacare.

ME NE INDORMO DEL TO RBGALO, Indormo il tuo regalo, vale Non me ne curo.

GHE NE INDORMO A UN ZOVBNB , disgrazio o disgrado un giovane, e vale Non invidio un giovine, La

competo con un giovine. V. INCAGÅR. INDORSO, s. m. Voce mercantile, che vale Girata, cioè quella che si scrive sul dorso delle lettere di cambio e che secondo l'espressione delle leggi cambiarie Austriache dicesi Indosso - Indossante dicono esse al Giranle; e Indossare per Far la girata. Quindi Cambiale girata o indossata. INDOSSÅR, v. Porsi indosso e dicesi de'

Vestimenti, Vestirsi. INDOTÀ, add. Dotato, Che ha dote. INDOTÀR, v. Dotare, Dar la dote a una fanciulla che si marita. INDOVE, avv. Dove; In qual luogo; e s'usa per lo più coll' interrogativo.

LydovB VALA ? INDOVE STALA ? Dove va ella? Dove sta ella? IN DOVİN, s. m. (Anticam. InDRUÎN ) Indovino; Indivino; Indovinatore, che direbbesi anche Profeta; Presago; Faridi

Ciurmadore o Ciurmatore è Voce che più conviene a cotesta sorte d'impostori e cerretani, la quale suona Prestigiatore, cioè Quello che inganna con false apparenze la vista altrui. Ciurmadore, dicesi anche ad ogni Cantambaaco e cerretano. V. STROLEGO. FAYE INDOVIN CHE TE FARO

BEATO,

V. Divin. INDOVINAGIA, V. INDIVINAGIA. INDOVINÀR, v. Indovinare; Indivinare e Divinare.

TRAR A INDOVINÀR , Giuocar a indovinare ,

Indovinare alla sorte ; Atrignere conghietture. INDOVINÈLA (coll'e larga ) s. f. o IndiVINÈLA, Indovinella; Indovinamento; Indivinaglia o Divinaglia; Enimmao Énigma.

V. SIARADA. INDRENTO, Avv. Indentro o Inentro. INDRETŪRA, s. f. Indirizzo, Direzione, Inviamento, Indirizzamento a qualunque si voglia negozio o affare.

Indizio, nel sign. di Segno, Argomento; ovv. Verso, nel sign. di Modo, Via.

GO DE LE INDRETURE CHE NO FALA , HO degli indirizzi o indizi che non fallano.

TROVÅR L'INDRETURA, Trovar il verso; Pigliar il mondo o il panno pel verso.

DARSE L'INDRETURA, Indettarsi; Darsi l'intesa ; Star sull'intesa, cioè sull'arviso.

INDRETURA , dicesi per Sagacità ; do cortezza ; Furberia

- AVBR MOLTA IN

co.

[ocr errors]
[ocr errors]

.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors][merged small]
[ocr errors]
[ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]

e

e

za ,

}

zio,

[ocr errors]

per niente.

za fallo.

SB,

[ocr errors]
[ocr errors]

Non ne

[ocr errors]

onore etc.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

DRBTURA , Aver molta sagacità o accor.

tezza. V. DRBTURA. INDRIÈDO, avv. T. antiq. In dietro, e si

riferisce al tempo passato. INDRIO o IN

DRIO, arv. Indietro; Addietro e A dietro, Contrario d'Innanzi. V. PRIO.

L'È INDRIO CO LE SCRITURE, Avere studiato in Buemme o Essere dotto in Bueper

dire Essere un bue , cioè Nou saINDROMENZA, V. IndonnenzÀR. INDRUIN, T. antiq. V. Ixdorin. INDÚCA. Voce corrotla da Inducas , che

. è una parola dell'Orazione dominicale, e che usasi ne' seguenti riboboli.

No SAVERGHEVE NË INDUCA VÈ IX TENTAZIONB,

Non
saperne

biracchio ; saper boccicata; Non saperne mica, Niente.

NO AVERGHENE YỀ INDUCA NĚ IN TEXTAZIONE,

Non aver cosa da trarsi in bocca; Non aver

acqua da lavarsi le mani; Nor aver da mangiare. EDUCAZION, Voce bassa , Educazione. INDULGENTÅR, v. Indulgere, Voce latina e vale Concedere, Facilitare , Esser

indulgente. INDURIA, s. f. T. de' Fornai, Tesla, dicesi del Pezzo di lievito più o meno gros80 'sccondo il bisogno, preso dall'ultima infornata

per

l'infornala seguente. INDURIMENTO, s. m. Induramento, Assodamento di cosa che prima non era dura. INDURIMENTO DALFREDO,

Agghiadamento; Åssiderazione; Intirizzimento, E dicesi delle membra del corpo umano. INDURIO, add. Indurato; Indurito, Reso duro.

Indurlo DB cườn, detto fig. Indurato; Acciaiato. Anima acciaiata , Di crudo

STAR INDUÌO, Star impettito, intirizzato, Dicesi di Chi sta naluralmente o affeliatamente diritto colla persona. V. Duno e NANEGO.

Terèy indURSO, Terreno ammazzerato, cioè Indurito, assodato, INDURİR, v. Indurire o Indurare, Fare o Divenir duro - Rappigliare o Rassodare diccsi del Fango Rassegare o Assevare, del Rappigliarsi del sego, del brodo grasso, del burro o altri liquori grassi che cagliano Incroiare, e quindi in

croiato , dicesi d' un Cuoio che per re stato presso al fuoco sia divenuto duro e grinzoso o simile; ed il simile ad una car

pecora abbruciacchiata. Del Panno dicesi Incorazzalo Rassodare e Congelare, dicesi del Mercurio.

INDURIRSE, Intirizzarsi; Indurire; Arruvidare, Perder la facoltà di piegarsi.

INDURIRSE EL CUOR , Indurarsi, vale Ostinarsi, e dicesi fig. V. Indựnio.

FAR INDURİR EL COLO AI OSELETI, Far fare il collo agli uccelli, che è Tenergli al fuoco senza voltargli tanto che il collo

inlirizzi. INDÚSIA, s. f. Voce antiq. Indugio o Indugia, Tardanza.

INDUSIÀR, v. Indugiare, Ritardare, Differire.

lydusi!, Aspettate un poco. INDUSIÈTO, s. m. Dilazioncella , Picco

lo ritardo. INDUS10, s. m. (Anticam. Indusia) Indugio; Indugia e Indugiamento, Tardan

Dilazione. L'INDUSIO ME PA DEL PREGIUDIZIO, L'indugio piglia vizio. INDUSTRIA, s. f. Industria.

Co L'INDUSTRIA SE SUPBRA LE GRAN COS

Buono studio vince o rompe rea fortuna, L'uomo industrioso si procaccia iniglior sorte. INDUSTRIARSE, v. Industriarsi; Imbrigarsi, vale Ingegnarsi -- Guadagnarsi la vita, vale Industriarsi

per

vivere. lo voglio arrabattarmi fin che fiato mi resta. INDUSTRIÈTA, s. f. Industriola, Picco

la industria. INDŮTO Seco IxDUTO, Secco spento;

arrabbiato, indozzato; Magro assaettato. INECEPIBILE, add. Termine per lo più usato nel Foro, contrario di Eccepibile, e vale Irreprobabile, Irreprensibile; Non soggetto

ad eccezione o rimprovero. INEDIA, s. f. Inedia. Morire d'inedia, vale Morire per mancanza di cibo.

Inedia, si dice pore nel parlar famil, in sign. di Inerzia, dalla qual voce sembra corrotta, Poltroneria, Pigrizia - AvÈR UNA GRAN INEDIA, Essere accidioso ; Aver

inerzia, cioè Pigrizia, Infingardaggine. INEDUCA, auld. Mal educato; Scostuma

to ; Mal creato, Agg. a Persona. INEGUÀL, V. DESUGCÀL. INERBÀR, v. Aderbare, Mandar gli animali a pascer

l'erba. INESATEZZA, s. f. Trascuraggine; Scon

siderate:ca; Impuntualità. INESCÀR, v. Inescare ; Adescare; Aescare, Lusingare.

ÍvesCARSE, Intabaccarsi, detlo sig. Accendersi , Innamorarsi.

Inescah L'AMO, T. de' Pesc. Inescare, Armar l'anno di esche

pesce. INESCÀR EL FOGUN, T. degli Artiglieri, Innescare o Avescare, Metter la polvere o lo stoppino nel focone per dar fuoco. L'Infanteria usa nella stessa operazione la parola Cibare, parlando del moschetto e delle pistole; ed è T. Milit. IVESIVAMENTE, avv. Voce che usavasi negli Ufiizii pubblici ai tempi Veneti. Inerentemente, Corrispondentemente. INESPEDIO, add. Pendente, Non ispedito, cioè Non deciso, Non risoluto; dicesi d'un affare. INESTÀR, V. Incalmar. INFAGOTA, adil. Inviluppato; Ravviluppalo.

lyfagora su, Infagottato, Avvolto in una veste, com'è rarvolto un fagotto.

INFAGOTÀ EL COLO, Accollato. Vestito accollato, dicesi Quello che serra troppo il collo: contrario di Scollacciato. INFAGOTÀR, v. Abbatuffolare ; Rabbatuffolare, loviluppare, Confusamente ray

volgere -- Affastellare e Raffardellare, Far fagotto

- Affastellare e Affasciare, Confondere alla pregio una cosa coll'altra.

INFAGOTARSB, Infagottarsi, Ravvolgersi in una veste quasi a guisa di fagotto Mal vestirsi - Fasciare o Coprire il me

o larancio, vale Vestirsi bene per ripararsi dal freddo. INFALANTEMENTE ! INFALIBILMENTE S avv. Infallante

mente o Infallibilmente; Infallante, SenINFAMEMENTE, avv. Infamemente per Malamente, Alla peggio.

FATURA FATA INFAMEMENTE, Fattura fatta alla peggio o infamemente. INFAMITÀ, s. f. Sporcheria ; Schifezza; Sporcizia.

LA XB UN'INFAMITÀ, Ella è una sporcheria, una cosa che non può correre, una cattiva azione, una cosa che fa disINFANGADA, s. f. Imbrattamento; Sozzore; Sozzume di fanghiglia. V. FANGO e Soirzo.

Darse UY'INFANGIDA, Infangarsi o Af fangarsi, Brullarsi di fango, Imbrodo larsi. INFANTÀR, v. Lo stesso che SUPLANTÀR.V. INFARINADİN, add. Infarinatucolo, detto per dispregio , e vale Doutor da dozzi. na, Saccente di mediocre dottrina. Come il topo del mugnaio ch'è sempre infarinato, dicesi metaf. di Coloro, che, praticando con periti di alcun' arte, si presumono di saperla e alla prova poi rimangono con vergogna. INFARINADURA, s. f. Infarinatura; Tintura, Superficiale informazione di che che sia.

AvÈR QUALCHE INFARINADURA, Esser infarinato, Aver qualche cognizioncella. INFARINAR, v. Infarinare.

Infarinarsi, deilo lig. vale Prendere mediocre cognizione di che che sia.

CHI NO VOL INFARINARSE YO VAGA AL YOLİN, ovv. AL MOLİN SE SE INFANİYA, detto fig. Chi non vuol la festa levi l' alloro, Chi non vuol una cosa levi l'occasione. INFASSA, add. Fusciato; Rifasciato. INFASSADA INFASSADŮRA s. f. Fasciata, Il fascia re. Fasciaturo, dicesi la Cosa fasciala.

INFASSADURA D'UNA xave, Fasciame, Tutte le tavole che vestono e ricoprono l'esterno del

corpo

scaffo di qualunque nave. Fasciame in giro. Fasciame delle curve di ruota di prua. V, Fodra. INFASSADURA D'UNA GAMBA ROTA,

Incan. nucciata, Fasciatura che si fa con assicclle o slecche a chi ha rotto le gambe, brac

affinchè l'osso si rappicchi. INFASSÀR, v. Fasciare. INFASSAR LA TESTA,

Bendare.
INFASSARSE UN DEO ,

Fasciarsi o Inyolgersi un dito.

TORNAR A INFASSÅR, Rifasciare. INFATUÀ, add. Infatuato, Impazzato, Riscaldato,

e

[ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][merged small][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors][merged small][ocr errors][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

cessioni.

menommi un pugno, orv.

Giunse a tale di darmi un bacio o di dimenarmi un par gno. INFIOCÀ , add. Fioccoso, Che ha fioechi. INFIOCARESSA, s.f. T. de' Berrettai, Infioccatrice, Quella femmina che terminando il lavoro delle berrette, le orna di fiocchi. V. FIOCARBSSA. INFIORĂR, v. Infiorare o Infiorire, Spargere o Ornar di fiori.

Far la minuzzata; Sparger martella, dicesi de' Fiori e delle frondi minúte che si spargono

in terra per far le feste o proINFIONÀR UN SORISO, Maniera elegante poetica , detta di Fanciulla amata , Rifiorire un sorriso , cioè Abbellire : come si dice in T. Musicale Rifiorire gli accomINFIRMAR , v. Impedire; Frapporre osta

coli, Incagliare; Frastornare; Attraversare; Rendere inefficace, Si riferisce ad affari o negozii. INFISSIDA, s. f. Condensazione ; Addensazione, Il condensare, Spessazione, Spessamento;

Densità. INFISSIO, add. Spessalo; Spesso; Denso.

TBLA INFISSŁA, Tela fitta, Contrario di Rada. INFISSİR, . Spessare; Spessire; Addensare; Condensare, Di liquido venir den

e

pagnamenti.

e

[ocr errors]

pi per

[ocr errors]
[ocr errors]

.

[ocr errors]

INFATUÀ PBK I FRATI, PBR LB DONE etc. V. PORTA. INFAZZOLAR, V. Voce usata nel Contado

, v, verso Padova, Fasciare, Circondare o Abtorniar con fascia. V. INFASSÀR. INFEMENİA, add. Impersonata , Dicesi

d'una Fanciulla cresciuta e ben complessa. INFEMENIRSE, v. Impersonare, Ingrossare, Farsi complesso della persona. Intendiam del crescere d'una Fanciulla quand'è nel suo sviluppo maggiore e del farsi donna: benchè gl' idioti dicano INFEMBNIRSE anche ad uonio.

Infemminirsi, vale in buona lingua per Effemminarsi, cioè Divenir effemminato. INFENOCHIADA, s. f. Infinocchiatura, L'azione di dar ad intendere cose non vere, di piantar carote. INFENOCHIÀR, v. Infinocchiare, Aggirare, Dar altrui ad intendere alcuna cosa, Mostrargli lucciole per lanterne. INFENOCHİO, add. dicesi famil. da alcu

INGRITOlio. V. INFERADURA, s. f. Ferratura, Azione metodica della mano del Maniscalco sul piede del cavallo. INFERÀR, V. Fenir. INFERETAR, v. Far gli aghetti. Aghet

to si chiama la Cordicella o Cordoncino di seta , filaticcio o simile con puntale di latta o altro metallo a guisa d’ago nell'estremità, per uso di aflibbiare le vesti. Metter le punte alle stringhe. INFERMIZZO, V. MALATIZZO. INFERMO, s. m. Infermo , Nel signif. più comune diciamo Infermo a quello che ha malattia lunga o cronica, ed esprime più che Ammalato: forse come in latino Ægrotus da Æger.

BUTARSE INFERMO, Infermare o Infermarsi, Cader malalo. INFERVORÀR, v. Infervorare o Infervorire.

INFERVORARSE IN UN AFAR , Pungersi in qualche affare, vale Infervorarsi o Riscaldarsi in farlo o trattarlo. INFETÀR, v. Infettare. .

INFETÅR UNA CAMARA, Infettare; Amnmorbare; Appestare ; Atloscare, Riempiere una stanza di mal odore,

Cossa CHE INFÈTA, Cosa infettiva. INFETAZION , s. f. Infezione o Infella

mento. INFIADELO, add, Infratello; Enfiatino;

Enfiatuzzino ; Enfiaticcio, Poco enfiato. INFIADÌN, s. m. Enfiatino ; Enfiatello;

Enfiagioncella. INFIADOR, s. m. Gonfiatore, Colui che

gonfia i palloni da giuoco. INFIADURA, s. f. Enfiatura; Enfiagio ne; Enfiazione; Enfiore, La parte enfiata. INFIADURÈTA, s. f. Enfiatello; Enfia

tuzzo; Enfiagioncella. INFIAMADİN, add. Infiammatello. INFIAMÀR, v. Infiammare.

INFIAMARSE O INFIARSB BL BISCOTİN, LO

cuz, farbesca fam. Levarsi in burda; ricciare il muso, il naso, Adirarsi. INFIAMENTO, V, INPIADURA. INFIANCÀR, v. Rinfiancare; Fiancare;

Fortificar alle bande. INFIANCHÌR, v. Rinfiancare o Rifianca

re e Fiancare, Fortificarsi ai fianchi--Rimpolpare o Rincarnare ai fianchi; Far cotenna ai fianchi, dicesi delle Donne che ingrassano. INFIAPİO, add. Appassito ; Appassato ;

Ravvincidito. INFIAPİR, v. Appassire; Appassare; Appassirsi, dicesi dell'Erbe o de' Fiori Ravvincidire o Divenir vincido, delle Castagne secche, delle cialde e simili - Bozzacchire; Diventar bozzacchio; Imbozzacchire ; Intristire, Farsi vizzo; Avvizzare; 1mmezzare, delle Frulte mature Avvizzare o Avvizzire e Invizzire, si dice propr. della pelle, della buccia é simili - Corrugare, in T. Medico direbbesi per Increspare, aggrinzare, parlando del

, le emorroidi e della pelle. INFIÀR, v. Enfiare; Gonfiare.

Enfiarsi, dicesi big per Insuperbirsi. INFIASIÓN, s. f. Enfiagione; Enfiamen

to ; Enfiuzione; Gonfiamenlo; Enfato. INFIDARSE, r. T. antiq. V. FIDARSE. INFILAR, V. IMPIRÅR. INFILZADA, s. f. Infilzata o Infilzatura, Serie di più cose infilzate una nell'altra.

INFILZÅDA DE PAROLE, Infilzata o Infilzatura di parole; Fare un' agliata, una cicalata; Infilzare esempii.

INFILZADA DE BUSIE O DB NOVITÀ, Una filza o infilzata o infilzatura di bugie, di novelle etc. INFILZAR, v. Infilzare o anche Infizzare. Infilzare il vitello, un cappone, gli uccelletti ; cioè Infilzarli nello schidione

Infilzarsi, detto fig., Incorrere disarvedutamente in alcun danno o disgrazia. Infilzarsi da se da se.

INFILZİR DE LE PAROLE
V. INFILzida e InfeNOCHIÀR.

INFILZARSE DEI AFARI, Affollarsi gli af fari; Invilupparsi gli affari o in affario in faccende. INFINA, prepos. Ancora; Sino; Eziandio; Pure.

INFINA MAI, Grandissimamente; Assaissimo; Moltissimo; In quantità; In copia —Gue n'HO BUO INFINA MAI, N'ebbi in gran copia, a sazietà, a bizzeffe. L'HA BUDO GUÒR DE DIRMB INFINA QUB

Giunse à tale o alla tracotanza o alla temerità di dirmi ctc. (In vece d'IxFINAMENTE O INSINAMENTE 0 Insin.) INFINAMENTE O INSINAMENTE O Insino Fin, prepos. Insino o Fino.

So STA INFINAMENTE A Rialto, Son andato fino a Rialto.

INFINAMENTE, detto poi a modo avv. significa Eccesso di che che sia così in bene che in male: come, INFINAMENTE EL a’HA DA UN BASO O UN PUGNO, Per giunta o Per soprappiù mi diede un bacio o di

[ocr errors]
[ocr errors]

per arrostirli.

unlo,

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors]

TORNAR A INFISSIR, Raddensare.

Inviscidire , verbo neut. Farsi viscido, Condensarsi.

INFISSIRSE , parlando dell'Erba de'prati, Affittirsi, cioè Divenir

fitta, folta, spessa, fu detto da Targioni Tozzelli nelle Instituzioni botaniche alla voce Medicago sativa. V. INGAVASSÀR Raffittire, direbbesi della Nebbia che si addensasse. INFISTEGÅR, v, Voce che si usa nel Contado verso Chioggia, Accoccarla ad Darla ad intendere, V. I FEXOCHUÀR.

Dicesi poi questo verbo anche nel sign. di Aizzare; Provocare; Irrilare. INFIUBADA, s. f. Affibbiamento. INFIUBÀR, v. Affilbiare o Fibbiare. INFLUENZAR (colla z aspra ) Verbo dal franc. Influencer, ch'è qui molto in uso tra le persone di qualche cultura , nel sign. di Sommuovere, cioè figur. Persuadere; Commuovere; Instigare; Dominure; Regolare; e dicesi per lo più in mala parle.

EL TAL DI TALI XE IMFLUENZA DAI AMICI, DAI BEZZI, DA LA MOROSA etc. Il tale è sommosso dagli amici, dal danaro, dall'amasia, cioè Gli amici, la cupidigia etc. regolano a loro voglia la condotta o il costume del tale sia in bene sia in male, hanno dominio su esso.

LA GIUSTIZIA NO VOL ESSER INFLUENZADA DA PROTEZION, La giustizia non vuol essere soverchiata o dominata o regolata da protezioni ; e vuol dire che Le prolezioni corrompono o alterano o sigurano la giustizia. INFLUIR, v. Influire o Influere, cioè Con. correre,

Contribuire.

[ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors][merged small][ocr errors]
« IndietroContinua »