Immagini della pagina
PDF
ePub
[blocks in formation]

senso,

SB ,

menza.

со ,

LE BONB REGOLE INFLUISCE SU LA BONA CONDOTA DEI OMBNI, Le sane discipline influiscono sul buon costume: come anche fu detto Dal mal costume vengono le buone leggi; L'esempio influisce sulla condotta altrui; Una cosa influisce nel ľ altra, INFOGÅ, add, Infocato ; Affocato; Infuocato; Rovente; Arroventato, dicesi di Metallo.

INFOGÀ IN T'UNA COSSA, detto fig. Infocato; Acceso; Infiammato, cioè Grandemente impegnato. Accalorito o Accalorato hanno il medesimo ma in grado minore.

INFOGÀ, Fuocato, Agg. d'una sorta di color baio, che si dice di pelo di mantello del Cavallo. INFOGADİN . INFOCADÈLO, add. Affocaticcio, Un

poco

infiammato. INFOGAMENTO, s. m. Infocamento; Infuocamento; Roventezza, dicesi del Ferro i nfuocato.

Deito metaf. vale Ardore; Fervore; l'eeINFOGÅR, v. Arroventare; Roventare ;

Infocare; Infuocare; Rinfocare; Abragiare,

Dicesi del Ferro e dei metalli. InfoGÅR QUALCUN, detto fig. Infocare; Infuocare; Rinfuocare, vale Riscaldare, Animare.

INFOGÅR, dicesi ancora per Arrossire ; Divenir di fuoco - L'HA INFOGÀ, Arrossi. INFOGONÅR, v. T. degli Artiglieri , Innescare, Metter la polvere nel focone per dar fuoco alle artiglierie. INFOLPON), add. Tappato ; Impellicciato; Fasciato, Carico di panni.

L' B INFOLPONÅ IN TEL 80 scorzo, dicesi di uno che d'inverno sia ben ravvolto nel gabbano o nel ferraiuolo. Impalandranato; Appiattato nel palandrano o nel mantello, INFOLPONARSE, v. Caricarsi di panni; Fasciare il melarancio; Impellicciarsi, Coprirsi e chiudersi in molti panni a fine di ripararsi del freddo. INFORCADA, s. f. Forcata. INFORCÀR, v. Inforcare, Infilzar colla

forca, INFORMAGIÀ O FORMAGIX, add. Incaciato o Caciato, Sparso di cacio grattuggiato. Casiralo, ha il medesimo significato, ma è voce scherzevole.

FORMAGIÀ O INFORMAGIÀ, dieesi scherzosamente per Agg. a Persona, che abbia un abito gallonato, per allusione al color giallo. INFORMAGIÅR, v. Incaciare. INFORMÅR, v, Informare, Dar informazione.

I NFORMÅR UNA SCARPA, Informare, Meltece nella forma una scarpa.

Cosi
pure

dirassi Informare un cappello. INFORMIGA, INFORMIGOLA, / add. Formicato, Pieni di formiche.

Informicolato; Aggranchiato; Rappre$0; intormentito; Intorpidito, dicesi di

Qualche membro che patisca l'informicolamento.

GO UNA MAN INFORMIGOLÅDA, La mano m'informicola. INFORMIGOLAMENTO, s. m. Informicolamento, Dolore simile alle morsure delle formiche che taluno patisce in qualche membro, INFORMIGOLARSE, v. Informicolare , Patire o Avere l'informicolamento. V. IxDORMENZÅR. INFOSS), add. Infossato o Alfossato.

OCHI INFOSSAI, Occhi affossati, incavati, In dentro. INFOSSINÀO, add. Voce antiq. Preso colla fiocina, dicevasi del Pesce (V. FossiNA) E sigur, direbbesi Allacciato; Preso

amore, INFOTERSE, Lo stesso che IMBUZANAR

V.
INFRÀ, prep. Infra; Fra; Dentro.

INFRÀ STO TEMPO, Dentro questo tempo. INFRADELARSE, v. Affratellarsi ; Rinfratellarsi.

INFRADBLARSE TROPO, Apparentarsi o Asfratellarsi, dicesi del Procedere con più sicurtà che non comporta la modestia nè il convenevole. INFRANCARSE, v. Farsi franco, prati

erudito di che che sia. ÍNFRANCARSE DE LA LEZION, Imparare o Apparare a mente la lezione. INFRANCESA, add. Infranciosato; Malfranciosato, Infetto di mal francese. INFRANZÁR, (colla z dolce) v. Fornir di frange. INFRANZER (colla z dolce) v. Infrange re; Infragnere; Affragnere; Affrangere;

Frangere. V. FRANZER. INFRAPOLA INFRAPOLIO Sadd. Gualcito, V. il VerINFRAPOLİR, v. Gualcire; Allucignolare e Raggrinzare, Brancicare e Malmenare i panni sì lipi che lani o drappi, in guisa che contraggano delle grinze o crespe. INFRASĂ, add. Fraseggiato ; Perifrasato, Agg. a Sentimento spiegato con frasi. V. PARAFRASAR. INFRASCÀR, v. Infrascare, Coprire o Riempir di frasche. Infrascare i piselli

. INFRASCÀR LB PIANTE NOVELLE, Imprunare , Coprir di pruni gli alberi novelli per difenderli dalle bestie.

INFRASCÅR I CAVALIERI, V. IMBOSCÀR. INFRISA add. Ostinato; Incapato, Fermo nella sua opinione. Ha preso

il morso co' denti, vale E ostinatissimo.

INFRISÀ IN TEL ZOGO O IN UNA DONA, vasato nel giuoco; Incarognito o intabaccato in una donna. INFROLİDA, s. f. Infrollimento; Frolla

mento. INÉROLIO, add. Frollato. INFROLİR, v. Frollare, Far divenir frollo; e dicesi delle carni.

re.

e

INPUGARSE A PARLSR, Affoltarsi; Fure un'affollata. INFUMEGÅR, V. FUmsgår. INFURIADA, s. f. Sfuriata,

f. Sfuriata, voce bassá. Quantità di parole ingiuriose o simili provenienti per lo più da collera o sdegno.

Afolamento o Affoltata , Prestezza grande in che che sia. INFURIÀR, v. Infuriare; Arrovellare , Procedere con ismisurato impeto.

INFURIÅR QUALCUN, Affrettare; Pressa re, Sollecitar grandemente.

INFURIARSB, Andare in fisima, in furia, sulle furie; Levarsi in barca ; Šaltare in bestia; Dar nelle scarlate o nelle furie.

'INFURIARSE A FAR QUALCOSSA, Affoltarsi, Far furia. INGABANA, add. Impalandranato. INGABANARSE, v. Coprirsi col gabbano

o palandrano, Ammantellarsi. INGAGIÀ, Ingaggiato, add. da Ingaggia

CAO INGAGIA, Cavo ingaggiato, T. Mar. si dice Quando è impegnato o arruffato si che non corre. INGAGIÅR, v. Ingaggiare, Promettere, Convenir con pegno detto Gaggio; Ingaga giar soldati

, che anche dicesi Assoldare o Soldare, Staggire soldati, Far soldati.

Dar la palmala, diccsi de Marinari che toccano la mano al padrone della nave quando s'accordato al suo servigio prendendo la caparra.

INGAGIÀR QUALCÚX, Ingaggiare, nel signif. di Impegnare, vale Promettere, Dar parola , Obbligarsi a fare. INGÅGIO, s. m. Gaggio, che vale Pegno, dicesi propr. della Provigione che si då al soldato mercenario quando s'obbliga a ser vire. Ferma, Condolta , che è il fermare il soldato che s'ingaggia. INGALA, add. Innamorato, Lo stesso che INGALUZZA, V.

Rosso INGALA, Rosso in viso come un gallo.

VOYO INGA LÀ, Gallato, Fecondato dal gallo. INGALÅDA, s. f. Innamoramento. DARSB o CHIAPÅR UN' INGALADA,

V. INA

}

bo.

In

MORARSB,

}

INGALAR , V. Gallare , L' acquistar del l'uova la disposizione a generar il pulcino.

INGA LÅR, detto in T. de'Tintori, Ingallare, Dar la galla alle paanine per prepa

[ocr errors]

na

[ocr errors]

Apr

rarle alla tintura. E quindi Ingallata l'azione dell'Ingallare.

INGA LARSB, detto in altro sign. Mellersi in succhio, in fregola , in zurlo, Innamorarsi; e direbbesi d' up libidinoso a d'un vecchio,

INGALANSE DAL VELÈx, Pigliare il broncio; Montare in collera, in bica, Adirarsi. INGALBAN), add. Voce antica Venezia

tuttavia mantenuta , che deriva da Galbano, pianta dell’Africa e della Turchia, nominata da'Sistem. Libanotis Galbanisera, donde si ha per incisione quella gomma resina di colore biancastro mandorlato che diviene rossiccia con l'età.

Rosso INGÅLBANA, dovrebbe dirsi Rosa siccio, cioè Rosso come il galbano; ma poi intendiamo Rosso acceso; Rubicondo; Di colore acceso come il fuoco, par

lando del volio di alcuno, INGALETA, add. Alhoezolato, Divenuto

bozzolo, INGALETÅR, v. Abbozzolarsi, Farsi boz

colo. INGALONAR, v Listare, V. GALOXAR.

INGALONARSE DBL VASSÈLO, T.Mar. Sbandare, Quando la forza del vento fa piegar da una banda il vascello e mostrar un pe. ricolo di rovesciarsi una porzione del fondo, detto in dialello GALOV, eh' è quello che unisce il fondo alla banda o lato del vascello. V. Sbardin e CHIAPÅR AQUA, in Chapir INGALOPADŮRA, s. f. T. Mar. Collegemento, cioè Delle due antenne per formar l'antenna della vela latina. INGALOPÅR, Y. T. Mar. Callegare, Ridnire due antenne con inzibature per fartificar l'antenna della vela latina. Y, LAN

INGÀNO, s..m.

lar l oste e il lavoratore. Lavoro addoppio di quei fini.

INGANÅR NE LA MISURA Detto de' Bottegai, Fognare la misura.

INGANARSE, Ingannarsi; Andar errato ; Fare un arrosto; Fare una scappala ; Pigliare un granchio o un granciporro.

INGANARSE ASSAB O DE Gno$30, Ingannarsi a partido ; Fare una cosa coll' uliFarla

grossa o marchiana, ÍNGANARSE D'OPINIÓN, Male apporsi.

. INGANATOR, s. m. Ingannatore.

Busbacco o Busbaccone, dicesi Colui che usa busbaccheria, cioè Inganno con bugiarde e finte invenzioni — Trappolatore; Trappoliere; Giuntatore, Quello che inganna con apparenza e dimostrazione di bene - Traforello e Trufurello, si chiama il Sottile ingannatore o raggiratore, che fa travedere, che mostra il bianco pel nero. V. INGARBUGIÒX. INGANATORA, s. f. Ingannatrice, ed an

che Ingannalora. INGANETO, s. m. Ingannerello, Piccolo inganno.

s. m. Inganno. Fraudolenza, dicesi L'ingannare altrai nelle cose che si vendono e compraro o si commutano; e quando uno mostra ili far una cosa e fanne uu' altra in discapito altrui Fraude o Frode è l'Ingango occulto che si fa all'altrui fede, Astuzia malvagia - Trappoleria; Giunteria; Barreria; Baratteria ; Trufferia, dicesi generaliente qualunque Inganno diretto a pregiudicare il prossimo - Gherminella, dieesi per giuoco di mano o sia per Inganno, Astuzia, Malizia Ogni e qualunque sorta d'inganno o d'insiilia -- Artifizia o Stratagemma per Disegno, maneggio occulto o ingannevole Marioleria per Ingauno, c per lo più nel giuoco -- Tranello e Tranelleria, Inganno malignamente e astutamente fabbricato; Frode concertata.

INGANO DB MBYTE, Ilusione.

DA PER TUTO INGANI, E' c'è più trappole che topi, maniera proverb. che vale che Le insidie e gł' inyanni sono più che le persone da insidiare.

Fu delto proverbialmente, ed è spesso nella bocca d'alcuno, Co L'ARTE B.CO L'INGANO SE VIVB MEZO ANO, E CO L'INGA VO B L'Arte se vive L'ALTRA PARTE, per far in tendere, che Le società sono corrotte; owv. Che dovendosi vivere in mezzo alla società corrolta, bisogna usar politica, clestreggiare; e render pan per focaccia.

L'Incayo CASCA SU L'INGAVATOR, Prov. Chi ad altri inganno tesse, poco bene per ordisce; ovv. Chi ad altri inganni tende, per un poco di male ordisce, e significa che Quelli che ad altri procaccian male, cadono spesso nelle medesime sciagure. INGANZAR ( colla z aspra ) v. Ingancia

T. Mar., ma più comunemente si dice Incocciare, e vale Aggrappare con gancio. V, Gonze. INGARBELÀ. OCHI INGANGELAI, V. OCHIO.

INGARBİR, . Inacetire o Inacetare, In

forzare a guisa d'aceto. INGARBUGIÀ , add. Ingarbugliuto; Ingarabullato, Confuso, disordinato.

MASSA INGARBUGIÀDA, Matassa scompigliata o imbrogliata; Matassata; Viluppo.

CAVÉLI INGARBUGIAI, Capelli incerfugliati, Contrario di Ravviati. INGARBUGIADA, s. f. Lo stesso che inGARBUGIO,

V. INGARBUGIÀR, v. Ingarbugliare; Ingarabullare e Garabullare, Mettere in garbuglio.

İNGARBUGIARLA SU , Orpellare che che sia, detto fig. vale Coprir che che sia con apparenza di bene. E tanto seppe orpeltarla e tanis ciance dirle, che eto.paltare colle parole e simili o Appalture assolut. dicesi in modo basso dell' Indurre con parole altrui a far che che sia ; confonderlo con lunga e copiosa diceria Busbaccare, vale Ingannar con finziona. V. INGANO. INGARBĖGIO, s. m. Garbuglio o Scompiglio, Imbarazzo, Disordine -- Dicesi ancora per Inganno. V. INGAYO. Coy INGARBUGIO ,

delto a mollo avverb). Avooltotatamente. INGARBUGIÓN, s. m. Imbroglione; Ime brogliatore; Avviluppatore; Impigliatore, Persona torbica che semina falsità. Raggiratore; Aggiratore; Bindolo, ingannatore che aggira altrui per corbellarlo--Busbaccone, si dice Chi usa inganni ariiliziosi--Appallone, Chi appalta e 80praffa colle parole. INGARBUGIONA, s. f. Aggiratrice. INGASIADÙRA, s. f. Punto a spina; Impuntura, Lavoro di punti falli coll' ago sul collarello e sopra i solini delle camicie. INGASIÀR (colla's aspra ) v. Cucire a spina. Camicia cul punto a spina sul collaretto. INGATEGIÀR, V. IngatiGÅR. INGATOLA, adil. Avviluppato; Imbaraz

zato; Impicciato; Inzampagliato. INGATOLARSE, v. Impicciarsi; Avvilup

parsi; Inzampagliarsi. INGAVASSÅR, v. T. Agr. Cestire; Gere mogliare, Quando il grano o altra biada O erba vien su crescendo con molte fila dla un solo ceppo. V. INCASPÅR e INGAMBARSB; ma specialmente Infiss)R. INGAVETÀR, v. T. de'Battilori e Minugiai, Aggavettare, Ridurre in gavelte o Acciumbellare, Ridurre a forma di ciambelle le corde di minugia. V. Mazzeto. INGEGNÈR, V. INZEGNÈR. INGELOSİR, V. LyzelosİR. INGENERÅR, v. Ingenerare c Generare,

Procreare.
INGERIRSE, v. Ingerirsi

INGERIRSE PER TUTO, Metter le mani in ogni intriso; Por naso ad ogni cesso.

Ixgerirse 'NEI AFARI DEI ALTRI, Ingerrirsi nei segreti di S. Maria, cioè Nelle cose che non appartengono. Le bracheďaltrui ti rompono il culo; Tu ti piglio ti dui

- Lacciuolo, per

[ocr errors]

INGALUZZ), adil. Ingalluzzato o Ingel

luszito e Ingarluccito, Innamorato. INGALUZZARSE, v. Ingalluzzarsi; Ringalluzzarsi e Ringalluzcare, Far soverchi moli d'allegrezza con atti e con movimenli -- Spallettare, Far mostra di vivezza

di brio per parer amabilc e spiritoso; e dicesi per lo più (lelle donne.

lygi LUZZARSE, dicesi nel sign. di Adirarsi; Incollerire. V. INFURJANSE.

INGALUZZARSE, val anche per Innamorarsi, che pure dicesi Inghiottonirsi. INGAMBARÀR, v. Involgere; Intrigare ;

Inviluppare ; Impacciare, Ingannare al. cuno col trarlo in affari difficili o inviluppaii.

IYGAMBARAR I DISSEGYI DE UNO, Attraversare i disegni d' uno, Suscitargli degli ostacoli.

INGAMPARARSE, Impacciarsi; Male impacciarsi; Entrare nel bel leccetto; Entrare in una mala fitta da non cavarne le gambe si facilmente; Invilupparsi; Intrigarsi; Avvilupparsi. Il suo contrario è DesgáMBARARSE. INGAMBARSE, v. Tullire, Il mettere del

l'erbe quando vogliono sementire. INGANÅR, v. Ingannare, Far frode.

IxGanja Uva P.ARTB B L'ALTRA, Uccel

[ocr errors]

}

freddo ec

cessivo.

[ocr errors]

gl'impacci del Rosso; Porre o Mettere la falce nella biada o messe altrui.

No VOLERSBNB PIÙ INGERİR, Lavarsi le mani e i piedi ďalcuna cosa.

No TB INGERİR NE LE DISSENSIÓN DEL AMICI E DEI PARENTI, Tra carne e ugna nessun vi pugna, Negli affari degli amici e dei parenti litiganti non è bene ingerirsi, INGETÅR, V. INCHIETÅR. INGEISTÈRA, s. f. Anguistara o Inguistara, Misura di vino che si vende al minato nella provincia di Verona, che eorrisponde alla Boccia di Padova ed al Boccale di Venezia. INGIANDOLIO, add. Intormentito; 16brividato; Agghiadalo , Intirizzato o reso stupido dal freddo. INGIANDOLİR, v. Intermentire e Intormentire; Agghiadare, Perder il senso de' membri per freddo, ma per poco spazio di tempo. INGIARA, adil. Arrenato, dicesi propr.

de’ Navigli che danno in secco. INGIARADA, s. f. Ghiaiata, Spargimen ,

to di ghiaia per assodare i luoghi fangosi. INGIARÀR, v. Inghiarare , Spargere di ghiaia o Coprir di ghiaja.

Parlando de bastimenti che danno in secco, Arrenare. INGIARMÀ , add. Fatalo ; Ciurmato. INGIARMADURA, s. f. Fatatura; Fatagione, Soria d'incanto che secondo i

poeti rende impenetrabile. INGIARMÀR, v. Fatare; Ciurmare, Fa

re la fatagione, INGIÀRO, s. m. T. Mar. Ingiaro, Cordla sottile raccomandata all' antenna , colla quale per mezzo di due bozzelli si serra una parte della vela.

Dicesi Ingiaro della gola, Quello con cui si tira all'antenna la scotta della vela per serrarla. INGIAVETÅR, v. T. de'Costruttori navali, Inchiavardare o Chiavardare, Fermar che che sia con chiavarda. V. GravÈTA. INGIONGER e Iszonzen, v. Ingiugnere,

Commettere, Ordinare. INGIOSTRÅDA, s. f. Scorbio o Sgorbio. INGIOSTRİR, v. Inchiostrare; Scorbia

re o Sgorbiaré, Brultare d'inchiostro. INGIOSTRO, s. m. Inchiostro, Maleria liquida nera per uso di scrivere. Penida D'INGIOSTRO,

V. Ponada. Inchiostro, chiamasi non meno Quel liquore fuliginoso che i Totani, e le Seppie spaventate spandono per intorbilar l'acqua onde non esser vedule dai loro nemici. V. CaramiL pesce.

SCRIVER DB BOY INGIOSTRO, Scrivere di buon inchiostro, vale Liberamente , scnza riguardi; che anche dicesi Fare una lettera che canti, vale Risentila.

Raccomandare alcuno di buon inchiostro, vale Raccomandar caldamente scri

vepdo ad alcuno. INGIOTÌDA, s. f. Inghiottimento; Trangugiamento.

INGIOTİR, v. Inghiottire; Trangugiare; Tranghioltire; Ingoiare - Ingollare vale Inghiottire senza masticare e ingordamente. IngioTİR DB LA TBRA,

Ringoiare e Ringhiottire.

IyGrotłR CO LB OCHIAB , detto fig. Mangiarsi uno cogli occhi, Guardarlo fisso e con affetto disordinato-Occhieggiare, vale Guardare con compiacenza

Gocciolone poi si dice Chi sta guardando una cosa con desiderio di ottenerla.

IyGIOTİR LA SPUAZZA, T. antiq. detto fig. vale Operare forzatamente.

IngioTİR LB MUSTAZZİB , Ingozzare ; Inghiottire la pillola, vale Passarsela senza far risentimento.

IngiorİR , dicesi pure nel sign. di Credere MI NO LA INGIOTO, lo non la bevo; lo non la gabello ; lo non la passo, cioè Non credo la cosa raccontata.

IngioTİR QUALCUN, detto fig. Trangugiare alcuno, vale Sopraffarlo. INGIURIÈTA, s. f. Ingiuriuzza. INGOB), add. Scrignuto; Che ha lo scrigno;

Gobbo. , INGOBARSE, v. Aggobbire o Ingobbire, verbi neutri, Divenir gobbo.

INGOBARSB, parlando di tavole , Imbar. carsi; Ingobbarsi; Imbiecare e Ingombare, Dicesi dell'incurvarsi delle lavole doро

l'umido o per la siccilà. INGOLFÅR, v. Caricare ; Opprimere alcuno, e s'intende di soverchia inassa d'affari.

INGOLFARSE DRENTO UNA COSSA, Ingolfarsi ; Profondarsi; Immergersi; Tuffarsi, Darsi tatlo in una cosa ,

laIxGOLFÅR QUALCÙN A MAGXAR, Impinza

lavorate o per

LA POS30 INGOSSÅR, Essa mi par troppo ostica, e non posso ingozzarla. INGRAMİR , v. Fun Ingramir, Far rac

capricciare. INGRANA, s. m. Granato per Melagra

no o Melogranato. V. POMO INGRANA. INGRANATA, s. f. e per lo più INGRANATB, plur. Granata o Granate, Pietra preziosa notissima del colore del vin rosso. INGRANFİDA, s. f. INGRANFIMENTO ) s. m. Unghiella , Slupor doloroso delle dita

per INGRANFIO, ald. Aggranchiato; Ag

gricchialo; Íntermentito. INGRANFIRSE, v. Aggranchiarsi, Si dice principalmente delle dita quando per soverchio fredilo si assiderano, Aver l'unghiella; Aggrezzarsi; Indolenzire; Indolentire Ratlrappare; Rattrappire; Rattrarre, Non poter distender le membra per ritiramento de nervi Intermentire o Intormentire, Perdere per qualche tempo il senso de'membri. V. SGRANFIRSB. INGRANIO, add. Granato e Granito, Agg. a Biada che abbia fatto il

grano. INGRANİR , v. Granire e Aggranare e Granare, Far il grano.

In T. degli Orefici, Granire o Far grana, o Dare la grana è Quell'andar percuotendo i panni ed altre parti delle figure con piccolo martellino ed un ceselletto sottile in punta — Granagliare, vale Far granaglia, Ritlurre l'oro e l'argento in granaglia. INGRAPEGIAR, «. T. Agr. Inlappolarsi,

Empiersi di lappole. V. GRAPEGIA. INGRASSADA, s. f. Ingrassamento.

DAR UY'INGRASSADA, Diventar grasso, corpulento. DAR UY'INGRASSADA AI CAMPJ,

„V.GRASSA. INGRASSÀR, v. Ingrassare; Far grasso; E vale anche per Diventar grasso. Sagginare dicesi per Impinguare, ingrassare ben bene e propr. delle Bestie, come buoi, vitelli e simili. Parlando del polla

dicesi anche Stiare. IVGRASSÅR I CAMPI,

Concimare; Letamare; Alletamare; Stercorare. V.GRASSA.

INGRASSÅR I CAMPI CO LE TORBIE, Colmare le campagne,

vale Introclurvi lc acque lorbide de'bumi ad effetto che vi depongano.

INGRASSARSE DAL GUSTO DE QUALCOSSA, Ingrassare in che che sia o di che che sia, moclo basso, e vale Goderne , Averne compiacenza, Ingrassare del male me i Cerusici.

TORNAR A INGRASSÅR, Ringrassare,

L'OCHIO DEL PATRON INGRASSA EL CAVALO, L'occhio del padrone o del signore ingrassa il cavallo, Modo proverb. notissimo. INGRÅTO, adil. Ingrato.

Delto per agg. a Terreno,vale Sterile, Infrutluoso.

FAR SERVIZIO AI INGRATI Pettinar tigna dicesi in modo proverb. del Far servizio agl'ingraii e a chi nol merita. NO LA XB VYCRATA B LA VIEN SU BBY,

Ė

in un

voro,

re alcuno.

me,

Ho pieno

INGOLFARSE DE COSSE , Affogare nelle faccende. INGOLOSİR , v. Allettare, Invitare, chiamare con piacevolezza e lusinghe - Adescare o Aescare, Invitare e Tirar uno alle sue voglie con lusinghe , allettamenti o inganni. INGONARA, s. f. Voce del Contado, lo

stesso che Avèta, V. INGORDISIA, s.f. Ingordigia; Ingorde:

za e Ingordia ; Voracità; Ingluvie. INGOSSA, add. Ingozzato, Pieno il gozzo. .

SOY INGOSSA COMB I CAPONI , il gozzo. V. Gosso. INGOSSAR o Ixcosir, v. Ingozzare.

INGOSSARSB DEI CANALI o d'altro, Oulurarsi; Intasarsi. INGOSSARSE MAGYANDO,

Annoilarsi LA MANESTRA M' INGOSSA ,

La minestra m'annoda o mi fa nodo o gruppo nella gola Snodarsi è il suo contrario EL MAGNA TROPO IN PRESSA SEGO D'INGOSSARSE , detto fig. Chi arricchisce in un anno è impiccato in un mese, per far intendere che non si può arricchire in poco tempo camminando per vie rette.

BISOGNA INGOSSÅR, Bisogna ingozzare, dicesi melaf. e vale Paesarsela senza risenlimento delle ingiurie e de'danni — No

EL VA ARI

[ocr errors]

!

bellina o belluecia e vegnentoccia, cioè Alquanto rigogliosa e appariscente: dicesi di Fanciulla. INGRAVIÀDA, s.f. Ingravidamento; Impregnamento.

DAR UN'INGRAVIADA. V. INGRAVIÀR. INGRAVIADOR, s. m. Gonfiaventri; e

dicesi per lo più de' Donnaiuoli. INGRAVIÀR, 5. Ingravidare; Gravidare; Impregnare.

TORNAR A INGRAVIÀR, Rimpregnare; Ringravidare; Rincignere.

INGRAVIÀR UNA GUMENA, Locuz, marin. Intregnare una gomona, dicesi della preparazione che si fa

una gomona prima di fasciarla (IMBARONÀR), che è di introdurre una cordicella di proporzionata grandezza negl' intervalli tra i legyuoli o cordoni

per

renderla più rotonda e più liscia, INGRAZIANARSE, v. che si usa in Contado verso il Padovano, Ingrazianarsi con alcuno, Callarsi benevolenza con artifizio, Usare affettazione per porsi in grazia altrui, che anche dicesi Guadagnarealcuno. INGREMİRSE. V. INGRAMİR. INGRESPÀR , V. INCRESPÀR.. INGRESSO, s. m. Ingresso.

INGRESSO DEI PROCURATORI O DEL PA TRIARCA, O DEL Prován, dicevasi in Venezia alle solennità, cerimonie e feste che facevansi quando un Procuratore di S. Marco, un Piovano o il Patriarca prendevano pubblico possesso del loro uftizio. In tali occasioni si addobbavano le botteghe della Merceria, quelle delle Parrocchie rispettive, la Chiesa etc. ed era come una festa o esultanza pubblica in onore della persona che dalla patria o dalla Chiesa veniva promossa a quel grado. L'ingresso de' Piovani sussisto nelle loro parrocchie. INGRIGNOLIO, add. Vedi il Verbo. INGRIGNOLİR, v. Intristare o Intris stire; Indozzare; Imbozzacchire; Incatorzolire, Dicesi delle Piante ed anche degli Animali che per qualche difetto.

Arrabbiarsi è detto delle Piante, del Grano, Erbe etc. o delle Frölte quando per lo stesso motivo divengono grinze. Aggrizzarsi, vale Inrigidire, Intirizzjrsi.

INGRIGNOLIASE DAL FREDO, V. INGRITO, INGRINGOLİR , v. Invogliare; Metter

in voglia; Metter in zurro o in zurlo. V. GRINGOLA, INGRINTÃO } add. V. il Verbo.

CAVÈLI INGRINTAI. V. SGRENDEN), INGRINTARSE, v. Arrabbiare; Adirar. si; Arrovellarsi; Incagnarsi. V. GRIN

INGRENZARSE , Aggrinzire , Rendersi grinzosa la faccia per male che altri si senia o per vecchiaia. INGRITOLÌO, add. da LyonitoLÌR. V.

CARATER INGRITOLIO, V. CARATERB. INGRITOLIRSE, v.Rannicchiarsi; Raggricchiarsi ; Raggrupparsi; Raggruzzarsi;. Aggomitolarsi, Ristringersi in se stesso,

come fa l'uomo che raccoglie insieme le membra o

per
freido o

per

simile accidente Membra rannicchiate; Pelle o Piedi rannicchiati.

Intristire; Indozzare; Imbozzacchire; Incatorzolire, dicesi delle Piante e degli Animali che per qualche difetto non crescono. INGRIZZOLİR, v. Abbrividare, Aver de' brividi di freddo. INGROPA, add. Annodato; Aggroppato; Ingroppato.

INGROPÀ, COMB I VERMI, Aggruppato come i lombricuzzi e le anguille. INGROPADŮRA, s. f. T. de' Tessitori, Incorsatura, Pezzi di filo torto che rimangono dalla parte del subbiello, a'quali si raccomanda l'ordito per avviare la tela. INGROPAMENTO, s. m. Aggruppamento o Aggroppamento; Annodamento.

INGROPAMENTO DE COSSB, Annodamento ; Aggruppamento; Unionem Viluppo può dirsi ancora se gli affari siano confusi e imbrogliati. V. ÎNGROSSATORIO.

INGROPAMENTO DE CUOR, Intenerimen-. to, Movimento di tenerezza. INGROPAR, v. Aggruppare; Aggroppate; Ingroppare o Annodare--Annodare, pare che s approprii meglio al legamento di spago, funicella e simile. V. GROPO e Nodo-Intugliare , detto in T. Mar. vale Legare o Unire due cime di cavo insieme.

INGROPAR. LE PANELE, V. PANÈLA.
INGROPİK SUL TELÈR, Accomandolare.
TORNÅR A INGROPÅR, Rannodare.

INGROPARSE, detto fig. Annodarsi per tenerezza o per compassione, Sentirsi inteperire o commuovere e non poter parlare.

INGROPARSE EL LATE. V. IVGRUMARSE.

INGROPARSB DBI AFARI Aggrupparsi degli affari, delle faccende. INGROSSÀR. V. IngrossİR. INGROSSATORIO, s. m. Giunta ; Sopraccarico, detto fig. s' intende Aggravio , Aumento di male o simile. V. Ir

INGROSSATORIO DE FACEYDB , Moltiplicamento o Multiplicamento di affari, di faccende; Affogamento di faccende. V. AfÀR. INGROSSİR o IngrossÅR, v. Ingrossare, Aumentare,

INGROSSÅR UNA DONA, Ingravidare.

INGROSSARSB, Ingrossare ; Impregnare; Ingravidare, Diventar gravida.

TORNARSB A INGROSSÀR, Rimpregnare, Rincignere, verbi neutri,

INGROSSANSE DEI ALBORI , Impedalarsi, Ingrossar nel pedale, INGROSSO, V. A L'INGROSSO.

INGROTTO, add. detto per aggi a persona, lo stesso che SCANCÀNICO e Scachio, V.

INGROTTO DAL FREDO, Intirizzato o Ine tirizzito dal freddo; Intorpidito dal freddo, Che non può quasi rizzarsi sulla persona pel freddo. Parere un cencio molle o un pulcin bagnato. INGRUMÀ, add. Ammassato ;. Ammucchiato. V. INGRUMÀR.

LATB. INGRUMÀ, Latte assodato nelle poppe: INGRUMÅR, v. Ammassare; Far mas

sa; Ammucchiare; Aggrumare; Aggrkmolare; Ammontare, Metter insieme.

INGRUMÀR IN CONFUSION, Abbatuffolare; Rabbatuffolare.

INGKUMAR BEZZI, Raggranellare.

1.XGRUMARSB, Rannicchiarsi; Acchiocciolarsi; Raccorsi; Raggrupparsi.

INGRUM ARSE SBASSANDOSE , Accoccolarsi. V. CUFOLON. INGRUMARSE DB LE BESTIK,

Ammonticchiare. Le pecore si ragunano e si am-monticchiano insieme.

INGRUMARSB O INGROPARSB DEL LATE Assodarsi il latte ; Patir di cacità, Malore che viene alle poppe delle Donne prodotto da congelazione del latte. Far grumi; E quindi Latte assodato.

IxGAUMARSE BL SANGUE , Aggrumarsiz Rapprendersi INGUANTARSE, v. Inguantarsi, Metler

si i guanti alle mani. INGUGIÀR, v.

v. Agucchiare, Far lavori a maglia cogli aghi da agucchiatori. INGURAR

o AGURÀR , V. Augurare o Aue guriare, Fare o pigliarsi augurio.

INGURÁR LE SANTE FESTE O. EL CAPO D'A No, Far augurio di felicità. V. Suro.

INGURİR XAL, Disaugurare. INIBIZIÒN, s: f. Inibizione, Voce propria del Foro ex-Veneto; ed era un Divieto falto da quel Giudice che supponeva vasa la sua giurisdizione, al preteso invasore , onde sospendesse di agire fin che non fosse deciso dalla Signoria la qui-, stione. ÍNIMIGO. V. NEMIGO. INIQUAMENTE, avv. Iniquamente; Mala. vagiamente; Nefariamente.

ÅBITO FATO INIQUAMBNTE, Abilo fatto o tagliato o cucito alla peggio o acciarpato o alla grossolana. INISIÀR, v. Voce del Contado (dal lat. Ini

tiare) V. MBTER A MAN in MBTER. INLECITO, add. Illecito, Non lecito. INLEGITIMO, add. Illegittimo. INLESCĂR, v. antiq. Adescare o Aescare, fig. Invitare e Tirare uno alle voglie sue con allettamenti.. INLIGERIRSE, diccsi da molti idioti par . INGBRIRSB. V. E da altri ancora nel sigila. di SLEZIERIRSB, V. INLUMINÁR, v. Illuminare. IN MALORA, V. MALORA. INOBELIRSE, v. Voce antiq. Nobilitarsi. INOC), V. Ivcanta e Iscocallo. INQCARSE, V. INCANTARSE.

ina

non crescono

LIRSR.

GROPAMENTO,

TARSB,

IN GRINZA
INGR INZÀO add, V, il Verbo.
INGRINZĂR (colla z aspra) v. Aggrins
zare, Ridurre in grinze, lucrespare.

INSE), add. Unto di sego ; Lordo di sevo. INSEÅR, v. Ugnere; Lordare di sero o di sego.

INSEARSB, detto fam. Insetarsi, Fasciarsi o Coprirsi di seta; cioè di panni di se

ta.

INROTULAZIÒN, s. f. Inrotulazione, Vo. ce di uso moderno Forense, portataci dai Lombardi , e vale Coordinazione o sia Unione dell'intiero processo civile , che poi passa al Consigliere relatore perchè ne riferisca al Tribunale la causa e pro

ponga la sentenza. INSABIONAR, . Inarenare ; Empiere,

Colmare o Coprir d'arena. INSACA, add. Insaccato; Rinsaccato,

dicesi delle Biade che sono riposle ne'sacchi.

INSACADA, add. Sbonzolata; Scinta, dicesi d'una Donna che abbia le vesti larghe e mal adallate,

ROBA INSACI DA, V. ROBA. INSACADA, s. f. Insaccamento

. Rinsaccata e Rinsaccamento, Scotimento e propriamente Quello che si soffre

per la scomoda andatura del Cavallo. INSACAR , v. Insaccare e Rinsaccare; Mettere nel sacco. Detto per simil. Sbasoffare; Ingubbia

Pacchiare, Empiersi il corpo di cibo. Ínsache, dicesi per Imborsare; Intascare, Mettere in borsa o in tasca.

Insacàr SUL CAVALO, Rinsaccare, che anche dicesi Andar a balzelloni, a scosse, Scuotersi andando a cavallo

per moda andatura di esso. E quindi Rinsaccamento, Si dice lo Scotimento di chi va di trotto.

IYSACÀR I SALAI, Imbudellare o Imbusecchiare. Imbudellar la salsiccia,che gli Aretini dicono Imbuzzicchiare - Rimpinzare i salami, vale Riempir bene i budelli. INSACOLAR, v. Accincignare o Succignere, Legare sotto la cintura i vestimenli lunghi per tenerli alti da terra. V. SA

re;

E.SER'ENOCI, Aver il cimurro; Aver le lune o la paturna , dicesi di Chi ha alcun umore o fantasia o di Chi sia site

gnato o imbizzarrito. INOCENTE, add. Innocente, Senza colpa.

Innocente , dicesi pare di cose inanimate, come Mani innocenti; Erba innocente; Vino innocente, cioè seaz'acqua.

Povero INOCENTB! Si dice talvolta iro nicamente di persona destra e maliziosa. Bambin da Ravenna. V. DNBTÒN. INOCENTIN. V. NOCENTIN. INOGIÀR, -. V. Oar. INOMBRARSE, v. Adombrarsi, detlo fig. vale Sospettare, insospettirsi, Pigliar pelo, e dicesi anche Ombrarsi Adombrarsi, val pure per Farsi ombra, Farsi paura. IN OMBRIÓN, detto a modo avv. In ombra.

VBDBR IN OMBRIÓN, Vedere in ombra. INOSSAR, v. Inossare, Far ossa, in sign, di denti : quando cioè i bambini quasi inossano le gingive allor che mettono i denti.

Inossire, vale Indurarsi in ossa le parli che dovevano esser molli. INQUARTÀ, add. Quartato; Traversato, Agg, che si dà ad Animale grosso e membruto, e dicesi de' Cavalli e simili. INQUERİR v. (dal lat. Inquirere) In

quisire , Processare i rei in causa criminale.

Dicesi anche nel parlar familiare per Ricercare; Dimandare o Investigare. V. INTREQUIRİR. INQUIETÀR, v. Inquietare ; Inquietire. CHI INQUIETA VIBN INQUIETAI,

Chi altrui tribola se non riposa, L'inquietare altrui reca travaglio a colui pure che in

quieta. INQUIETO (coll'e stretta) add. 1 nguieto; Inqueto; Irrequielo.

Inquieto, dicesi anche in dialetto per Molesto alla quiete altrui. INQUIETUDENE, s.f. Inquietudine; In

quietezza. INQUISITÒR, s. m. Inquisitore, Titolo di uffizio in alcune Magistrature della cessala Repubblica Venela.

Inquisitori di Stato, dicevasi una notissima Magistratura di tre patrizii eletli dal Consiglio de'Dieci , due de quali erano scelti dal suo corpo, che dall'abito che porlavano dicevansi Negri, e yno da' suoi Consiglieri, che dicevasi Rosso; al qual Tribunale

supremo e autorevolissimo apparteneva l'inquisizione ed anche il giudizio segreto sui delitti di Stato. Erano detti per met. Babai ed anche Re Magi. INREGOLAR, add. Irregolare. INROCAR, v. Arroccare e Inconocchiaте, Porre il pennecchio in sulla rocca per filare. INRODOLÀR, v. Arrotolare , Ridurre a forma di rotolo.

Dicesi pure per Involgere; Ravvolgere; Rinvolgere; Rinvoltare, Inviluppar che che sia.

la scuo

INSECHIO, add. Ristecchito; Secco; Am

mazzerato; Indurito; Rassodato. INSECUİR, v. Ristecchire, Divenir secco. INSEGNA, s. f. Insegna, Segno di negozio o bottega. INSEGNA DEI SOLDAI, insegna;

Bandieta; Stendardo.

INSBGNA DBI BASTIMENTI,Figura di prua, Quelle statue o simili

poste
alla
prua

delle navi.

SENZA INSBGNA DE BARBA, Senza un segnuzzo di barba, dicesi d'Uomo sbarbato.

No G'HỂ GVANCA INSEGNA O L'INSEGNA , Non v'è nemmen segno o segnuzzo o traccia o indizio; Non se ne trova respice, vale Filo, branello, fummo, vestigio.

Dove GHE XE L'INSEGNA GHB XE L'OSTARÌA, Dov'è la buca è il granchio, vale Di cose che non vanno disgiunte - Chi imbianca la casa la vuol appigionare, Prov. dicesi delle Donne che oltre al convencvole s'abbelliscono e raffazzonano. INSEGNAR, v. Insegnare, Ammaestrare TORNAR A INSEGNAR, Rinsegnare. INSBGNÁR A UN aseyo, Insegnare

al bue far santà, cioè Scienze e modi civili a uno zotico,

FAR PARÊR D'INSEGYÅR E NO INSBGNAR, Imboccare col cucchiaio vôto, detto hg., e vuol dire Non saper insegnare.

Insegnar a chi sa, I paperi vogliono menare a ber le oche; Instruire Minerva; O pazzo che vuole insegnar a notare a pesci : simile agli altri Portare il Cavolo a Legnaia, le noltole ad Atene; Insegnar partorire a sua madre, detti metaf. e vagliono Far mostra o spacciare qualche suo pensiero o dello o avvertimento con persone che ne sanno più di sè.

Insegnare dicesi anche in buona lingua per Dare altrui cognizione di che che sia; Informare; Mostrare ; Dar notizia o india zio; Far conoscere; Indicare,

INSEGNÅR AI OSÈLI, V. Oslo. INSELÀ, add. Sellato, che ha sella, e si dice del Cavallo e simili. Dicesi

pur

Sellato al Cavallo che abbia Ja schiena troppo piegata verso la pancia. INSELÀR, v. Sellare, Meitere la sella a' cavalli o agli asini--Imbardare , val Metter le barde. INSEMBR), add. Assembrato; Mescola

to; Mischiato. INSEMBRÀR, v. Assembrare; Mescolare; Mischiare; Tramischiare, Confondere più cose insieme. INSEMBRE, T. Antiq. Insieme. INSEMENIO o IysgMINIO, add. (che suona Divenuto scemo ) Sbalordito, Stordito; Intronato; o anche Atterrito; Confuso; Spaventato Sbalordito, dicesi non meno per Stupefatto dalla maraviglia.

SON INSEMBRIO, Sono sbalordito o confuso; Non so quel ch' io mi faccia.

COLA.

INSALVADEGHÌO, add. Insalvatichito o Insalvaticato, Divenuto burbero e in

trattabile. INSALVIA, add. Salviato, Fatlo con sal

via o Che ha odore o sapore di salvia. INSANGUENÅR, v. Insanguinare o Sanguinare, Bruttare di sangue, . INSANGUENÅR DB MISERIA ,

detto famil. e fig. Esser ridotto ai mendicume o in piana terra; Ridotto o Condolto in sul lastrico; All' estrema mendicità.

TAGIARSB EL NASO E INSANGUENARSE LA BOGA,

V. TaGiar. INSAONAR, v. Insaponare.

BARBA BEN INSAONADA MEZA FATA, Barba bagnala mezza rasa. INSATANASSÀ, add. Insatanassilo, Imperversato come un Satanasso ,

Invelenito. INSATANASSÀ IN T’UNA COSSA , Tuffato, Infervorato. INSATANASSARSE, v. Arrabbiare; Arrovellarsi; Indispetlirsi.

IxSATANASSARSE IN T'UNA COSSA, Tuf. farsi o Ammazzarsi in che che sia, Andar di voglia a far che che sia. INSAZIABILE, add. Insaziabile; Insaturabile; Incontentabile.

CORPO INSA ZIABILE, Corpo disabilato, che non riempie mai le canne rabbiose.

« IndietroContinua »