Dizionario Universale Critico Enciclopedico, Volume 2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Sommario

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 342 - Leg. di lib. Culatta. Pezzo di cartone, pergamena o simile con cui si cuopre il dorso di un libro per rinforzo o sostegno della legatura.
Pagina 428 - Donne mie care, voi potete, così come io, molte volte avere udito che a niuna persona fa ingiuria chi onestamente usa la sua ragione. Naturai ragione è di ciascuno che ci nasce, la sua vita, quanto può, aiutare e conservare e difendere.
Pagina 326 - Dicesi di chi è bravo di sua persona e non teme di alcuna cosa. Sold de I' emina. . . . Così chiamasi una cerca moneta da un' m che vi stava impressa. Nega o renega i cinq sold a l' ost Vale negar le , cose più certe , i diritti più sagri.
Pagina 500 - 1 ciel serena? Da quali angeli mosse e di qual spera Quel celeste cantar che mi disface Si che m...
Pagina 264 - C, cicalare, ciarlare, cinguettare, cingottare, ciangolare, ciaramellare, chiacchierare e cornacchiare, si dicono di coloro i quali favellano non per aver che favellare, ma per non aver che fare, dicendo senza sapere che dirsi e in somma cose o inutili o vane, cioè senza sugo, o sostanza al
Pagina 286 - Quel ch' ho fatto per te, non ti vorrei, Ingrato , improverar , né disciplina Dartene : che non men di me lo sai: Or ecco il guiderdon che me ne dai.
Pagina 429 - Que' concetti se ne son volati , e vorrebbeci il falcone della gioventù a ripigliarli. Quando lascio il testo ordinario, piglio delle correzioni di più valentissimi uomini quella che per ora mi piace più; e, non che difettarne nessuna, celebro quel vago motto d' Aristofane nelle Rane : Le fornaie son ose Proverbiarsi , e non le sacre Hase.
Pagina 427 - ... fianchi due grandi e fieri mastini, li quali duramente appresso correndole, spesse volte crudelinente dove la giugnevano la mordevano; e dietro a lei vide venire sopra un corsier ñero un cavalier bruno, forte nel viso crucciato, con uno stocco in mano, lei di morte con parole spaventevoli e villane minacciando. Questa cosa ad una ora maraviglia e spavento gli...
Pagina 364 - ... formando infinite maniere, proverbj e frasi espressive di particolari significazioni che non tutte si possono ridurre sotto generi determinati. Basterà dunque, oltre alle già addietro spiegate, dar un cenno di quelle che sono più frequenti nell'uso, e più spesso s'incontrano nelle scritture, perché si possa ricorrere all'articolo particolare del nome, verbo o altra voce principale con cui s'accoppia». Con queste chiare avvertenze aprite adunque il mio Dizionario, andate dirittamente ai...
Pagina 372 - Andar in decadenza , Scemar di grandezza ; Cominciar a venire di prospero in...

Informazioni bibliografiche