La vita è gioco: La risposta consapevole alla legge dell'abbondanza

Copertina anteriore
De Agostini - 327 pagine
La vita ci travolge nel suo ritmo frenetico, scandito da piccoli e grandi drammi, obiettivi da raggiungere, doveri tassativi e impegni inderogabili. Il mondo sembra andare ogni giorno peggio e tutto ci appare più nero; non solo: vorremmo avere più soldi, più amore, più successo... Esiste un modo per venirne a capo? Giocate!, ci dice Osho. Solo così, evitando di prendere le cose troppo sul serio, riusciremo a fare di noi puri testimoni della realtà e a guadagnare la pienezza della gioia. La rinuncia ad aspettative e ambizioni sfrenate non vuol dire diventare irresponsabili, ma acquisire la consapevolezza e al tempo stesso la capacità di andare oltre per entrare in contatto con l'essere. Giocare vuol dire questo: vivere qui e ora, il resto passi in secondo piano. Perché il divino è già qui, e c'è sempre stato. Dopo La vita è dono, Osho torna a parlarci della figura del Baul, il folle che simile a un bambino vive cantando e danzando. La sua lezione ci spinge ad amare la vita senza riserve, ad accettarne tutte le apparenti contraddizioni. Il divino è ovunque, nel fango come nel fiore di loto, nella carne come nello spirito, dentro di noi e negli altri.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Sommario

Prefazione È tempo di giocare 1 La via dellamore
La fiducia ti accompagna dalla nascita
Dal seme alla fragranza
Ricordati di fermarti nel mezzo
Unisciti al carnevale dellamore
Ascolta il tuo cuore
Alla ricerca dellintegrità
Pensa per
Se sai aspettare
Lascia che sia una festa
Nota biografica
Per approfondire
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2012)

Osho (1931-1990) nasce in un villaggio dell’India centrale e fin dall’infanzia dimostra uno spirito ribelle, insofferente a qualsiasi conformismo sociale e soprattutto religioso. A ventuno anni vive quel risveglio che l’Oriente conosce come “illuminazione, e lui definisce come nient'altro che essere se stessi. Da allora si è dedicato al risveglio della consapevolezza, invitando quanti si sono avvicinati a lui a introdurre la meditazione nella propria vita, ideando tecniche e metodi più consoni all'irrequietezza dell'uomo moderno. Oggi la sua visione e l'invito al risveglio ispirano la vita di centinaia di migliaia di persone in tutto il Mondo. A Pue, in india, è tuttora attivo il Resort di Meditazione internazionale da lui voluto: un punto di riferimento per tantissimi ricercatori del Vero.

Informazioni bibliografiche