Opere di Niccolò Machiavelli: Discorsi

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 10 - E se lo ingegno povero, la poca esperienza delle cose presenti e la debole notizia delle antique faranno questo mio conato difettivo e di non molta utilità, daranno almeno la via ad alcuno che con più virtù, più discorso...
Pagina 78 - La prima è che, per gli esempi rei di quella corte, questa provincia ha perduto ogni divozione ed ogni religione : il che si tira dietro infiniti inconvenienti e infiniti disordini; perché cosi come dove è religione si presuppone ogni bene, così dove ella manca, si presuppone il contrario.
Pagina 31 - Tarquinii alla creazione de' tribuni ; e dipoi alcune cose, contro la opinione di molti che dicono, Roma essere stata una repubblica tumultuaria, e piena di tanta confusione , che se la buona fortuna e la virtù militare non avesse supplito a' loro difetti , sarebbe stata inferiore ad ogni altra repubblica.
Pagina 28 - Re , vennero a cacciare di Roma il nome , e non la potestà regia ; talché essendo in quella Repubblica i Consoli e il Senato, veniva solo ad...
Pagina 71 - Tribuno pose da parte l'odio che egli aveva col padre, la ingiuria che gli avea fatto il figliuolo, e l'onore suo, per ubbidire al giuramento preso: il che non nacque da altro che da quella religione che Numa aveva introdotta in quella città.
Pagina 29 - Come dimostrano tutti coloro che ragionano del vivere civile, e come ne o piena di esempj ogni istoria, è necessario a chi dispone una repubblica , ed ordina leggi in quella, presupporre tutti gli uomini essere cattivi, e che gli abbiano sempre ad usare la malignità dell'animo loro qualunque volta ne abbiano libera occasione...
Pagina 250 - E chi nasce in quelle, e lauda i tempi passati più che i presenti, si potrebbe ingannare; ma chi nasce in Italia ed in Grecia, e non sia diventato o in Italia oltramontano o in Grecia turco, ha ragione di biasimare i tempi suoi...
Pagina 25 - ... governi medesimi; perché quasi nessuna republica può essere di tanta vita, che possa passare molte volte per queste mutazioni, e rimanere in piede. Ma bene interviene che, nel travagliare, una...
Pagina 29 - Ottimati al Popolo, per quelli medesimi gradi e per quelle medesime cagioni che di sopra si sono discorse, nondimeno non si tolse mai, per dare autorità...
Pagina 250 - E pensando io come queste cose procedine, giudico il mondo sempre essere stato ad uno medesimo modo, ed in quello essere stato tanto di buono quanto di cattivo; ma variare questo cattivo e questo buono di provincia in provincia, come si vede per quello si ha notizia di quegli regni antichi, che variavano dall'uno all'altro per la variazione de" costumi, ma il mondo restava quel medesimo.

Informazioni bibliografiche