Il gioco dell'angelo

Copertina anteriore
Mondadori, 2009 - 466 pagine
Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David MartÝn cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. ╚ proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierÓ a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, pi¨ spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de "L'ombra del vento" hanno giÓ imparato ad amare. Quando David si deciderÓ infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanitÓ -, non si renderÓ conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Valutazioni degli utenti

5 stelle
6
4 stelle
1
3 stelle
2
2 stelle
1
1 stella
0

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David MartÝn cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. ╚ proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierÓ a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, pi¨ spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de "L'ombra del vento" hanno giÓ imparato ad amare. Quando David si deciderÓ infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanitÓ -, non si renderÓ conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria. 

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

E' appena iniziato il XX secolo e a Barcellona il giovane David Martýn si trova solo sebbene non sia ancora maggiorenne. Lavora come factotum in un giornale locale ma in cuor suo coltiva il sogno di diventare uno scrittore affermato.
Un giorno il direttore lo chiama e gli chiede di scrivere un racconto, che, se sarÓ di suo gradimento, verrÓ pubblicato. Nasce cosý la sua vita professionale. Sembra che tutto vada per il meglio anche quando lo stesso direttore lo licenzierÓ perchŔ tutti ormai in redazione sono invidiosi di lui. Tutti tranne il suo mentore Pedro Vidal, il quale gli trova subito un altro ingaggio con piccoli editori. Questi gli fanno firmare un contratto e Martýn arriverÓ al successo grazie a una serie di racconti dal titolo "La cittÓ dei maledetti" con uno pseudonimo.
La necessitÓ di dover rispettare le scadenze lo porteranno ben presto a trascurare la sua salute e ogni contatto umano se non con una cerchia ristretta di persone. Martin si rende conto di essere sfruttato dai suoi editori e di essere impossibilitato a fare ci˛ che realmente desidera e cioŔ scrivere un romanzo di successo con il suo nome. Quando ci riesce, il libro si dimostra un enorme fiasco: non venderÓ pi¨ di cento copie; mentre in contemporanea l'amico Vidal fa la stessa cosa e avrÓ grande successo di critica e pubblico, tuttavia nessuno sa che lo stesso Martýn lo ha migliorato quasi riscrivendolo pagina per pagina. Questo provoca in lui una forte depressione accentuata sia dal fatto che la donna che ama sposerÓ proprio Vidal, sia dal fatto che un dottore gli trova un tumore al cervello.
Preso dallo sconforto decide di accettare l'offerta di un misterioso editore parigino che gli promette la salute e 100.000 franchi in cambio di un testo sacro: David gli deve scrivere un libro che possa dar vita ad una nuova religione. Martin sarÓ catapultato in un vortice di situazioni imprevidibili, morti tragiche, forti sospetti, sarÓ indagato e ricercato e lui stesso indagherÓ a fondo. Trovare la veritÓ non Ŕ facile perchŔ il mistero Ŕ ingarbugliato e ricco di colpi di scena.
Zafon, in questo thriller tetro e a tratti surreale, fonde il mistero di una storia passata ma mai risolta con l'intrigo che solo una maledizione angelica pu˛ provocare. La realtÓ Ŕ talmente nebulosa che in certi punti del racconto non si pu˛ credere dell'innocenza di nessuno dei personaggi ed Ŕ proprio questo che rende il romanzo pi¨ interessante. Questo libro non si caratterizza solo per la forte e a tratti violenta storia narrativa (come ad esempio fa Dan Brawn nei suoi romanzi) ma ha grande rilievo anche lo stile elegante dell'autore, che anzi ne Ŕ il fiore all'occhiello. Non Ŕ un caso che la tiratura iniziale di questo libro Ŕ la pi¨ alta per una prima edizione in Spagna.
 

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche