Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 96 - Appresso un antro, Che molte sedi ha di polito sasso E di pomice rara oscure celle Dentro non sol, ma bel teatro e tempio, E tra pendenti rupi alte colonne, Ombroso, venerabile, secreto. Ma lieto il fanno l'erbe e lieto i fonti E l'edere seguaci ei pini ei faggi Tessendo i rami e le perpetue fronde Si ch'entrar non vi possa il caldo raggio.
Pagina 137 - ... repente volan le nostre fame, ed ogni onore sembra languido fiore. Che più si spera o che s'attende ornai?
Pagina 27 - Il tempo largo, e l'ozio lungo e lento, e 1 loco angusto, 490. e gli inviti d'amor, lusinghe e sguardi, rossor, pallore, e parlar tronco e breve solo inteso da noi, con mille assalti vinsero al fin la combattuta fede.
Pagina 14 - D'amore il guado, e pur vendetta io chiesi; Chiesi vendetta, ed ebbi fede in pegno Di vendetta e d'amor mi diedi in preda.; Al suo volere, al mio desir tiranno, E prima quasi fui che sposa, amante; E me n'avvidi...
Pagina 137 - Ahi lacrime, ahi dolore: passa la vita e si dilegua e fugge, come giel che si strugge. Ogni altezza s'inchina, e sparge a terra ogni fermo sostegno, ogni possente regno in pace...
Pagina 29 - Allora amor, furore, impeto e forza di piacere amoroso, al cieco furto sforzar le membra oltra l'usanza ingorde. Ahi lasso, allor per impensata colpa ruppi la fede, e violai d'onore 570. e d'amicizia le severe leggi.
Pagina 72 - E perch'a piedi impresse calcata la corona e '1 lucido elmo, e di strale pungente armò la destra? e '1 leon coronato al ricco giogo, quai segno è d'altra parte, e '1 fregio intorno ch'è di mirto e di palma insieme avvinto?
Pagina 168 - Fratello, egli interviene a me, come a quegli, che tanto arricchiscono, quanto fanno una arte buona soli, dando poi gìuso tosto che gli invidiosi ci multiplicano. Dico che ne lo avvedersi gli Scribi, et i Sacerdoti, che il ruffianeggiare era una mercatanzia muta, et uno utile che potea far le fica a lo onore , si diedero a cotal traffico senza una vergogna al mondo ; onde io ne cominciai a divenire di badessa...
Pagina 76 - Alvida. Di mutato voler conosci i segni? Son d'amante , o d'amico i cari doni ? Chi mi tenta, Germondo , o '1 suo fedele? Tenta moglie, od amica ; amante, o sposa? Tenerli io deggio, o rimandarli indietro? E s'io gli tengo pur, terrogli ascosi? O gli paleserò ? scoperti , o chiusi Al mio caro Signor faranno offesa?
Pagina 136 - Oimè, che non trapassi. O donne, o donne, portatela voi dentro, abbiate cura, che '1 dolor non l'uccida, o tosco, o ferro.