Biografia degli Uomini Illustri Trapanesi, Volume 2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 82 - E disser : Padre, assai ci fia men doglia, Se tu mangi di noi : tu ne vestisti Queste misere carni, e tu le spoglia.
Pagina 185 - Piano di Operazioni Idrauliche per ottenere la massima depressione del Lago di Sesto o sia di Bientina.
Pagina 117 - Bibliotecario del Serenissimo Gran Duca di Toscana, in cui brevemente s'esaminano e rigettano l'oppositioni proposte contra i principii della cartesiana filosofia dal Dottissimo Signore Matteo Giorgi, nella sua Epistola, detta Saggio della Nuova Dottrina di Renato Des Cartes, stampata in Genova l'anno 1694, in «Galleria di Minerva », Venezia, 1697, t. II, parte II, p. 41 sgg. • — II «Giornale de' Letterati per tutto l'anno 169o
Pagina 117 - Minerva voi. 2. par. 6. pag. 197. — Lettera ali' illustrissimo ed eruditissimo signor Antonio Magliabecchi bibliotecario del Serenissimo Gran Duca di Toscana, in cui si contiene l'argomento e l'idea della sua opera già ultimamente stampata col titolo Animai fiumana} natura ab Augustino detecta etc.
Pagina 249 - Tipa morto nel i766 si distinse partioolaraenU nei piccioli e minuti lavori, e massimamente culi' avorio, di cui vi hanno belli presepi , ed è lodatissimo un suo calvario di ambra con figure di avorio, e con ornamenti di varj fiori di conchiglie e di madriperle : lavorò perimenti bellissimi camei in conchiglie, e scatole di madripsrle.
Pagina 109 - Scinà ) gran profitto traea da questo valente uomo, la Sicilia invilita restandosi negli arzigogoli delle scuole, potea appena consolarsi del romore che levava la scienza di questo suo...
Pagina 231 - Solent pleraeque matronarum bucinatoribus suis dona conferre et in paucos largitate profusa manum a ceteris retrahere: quo illa omnino carebat vitio; ita enim singulis suam pecuniam dividebat, ut singulis necessarium erat, non ad luxuriam, sed ad necessitatem. nemo 5 ab ea pauperum vacuus reversus est.
Pagina 116 - Da questa dissertazione , e da tutte le altre » dottissimo opere si conosce pure che i Leibnitz , i » Wolfii, i Locke , i Condillac , ed il trascendentale » Kant istcsso, combinano nelle loro minime idee intor» no alla logica, ed al metodo , con quelle del nostro » Fardella .
Pagina 115 - In essa dislniggonsi tutte le catc» goric, i sofismi, e gli apparenti me/./.i di rngionare , » e si dimostra nel suo più chiaro giorno, il vantaggio » dell' analisi, e come per essa sola giunger :si può al
Pagina 54 - Avendo egli più ristretta la libertà del campo, e degli accessorj, ove 1' occhio dello spettatore vi passeggia, vi riposa , e vi si trattiene con soddisfazione, ha egli circoscritta la vista in uno /nen largo spazio. JSKLLA PUBBLICA GALLERIA DI QUADRI 33. Un S: Alberto carmelitano Trapanese. Questo lavoro non ha episodj. Vi brilla solo 1' eroe: ma quella povertà di figure venne compensata da Carreca con dòviziosità d' idee, di sentimento, di composizione.

Informazioni bibliografiche