La Civilta Cattolica Anno Decimosesto VOL.I Della Serie Sesta

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 464 - Non aspettar mio dir più, né mio cenno. Libero, dritto e sano è tuo arbitrio, E fallo fora non fare a suo senno: Perch' io te sopra te corono e mitrio.
Pagina 606 - Poi ch'ella avea il parlar così disciolto, Cominciava a cantar sì che con pena Da lei avrei mio intento rivolto. « Io son », cantava, « io son dolce Sirena, Che i marinari in mezzo mar dismago ; Tanto son di piacere a sentir piena.
Pagina 93 - ... individui compresi in terne da formarsi con libero voto da' Capitoli rispettivi nei modi da determinarsi con Decreto Reale, salva per le parrocchie la libera collazione col mezzo del concorso, e salvo inoltre ogni legittimo diritto di patronato. Art. 19. Le leggi...
Pagina 605 - Fortuna veggiono in oriente, innanzi a l'alba, surger per via che poco le sta bruna; mi venne in sogno una femmina balba, ne li occhi guercia, e sovra i pie distorta, con le man monche, e di colore scialba.
Pagina 15 - Sede apostolica, l' obbietto dei quali si dichiara che riguarda il bene generale della Chiesa ei suoi diritti e la sua disciplina ; purché essi non tocchino i domini della fede e de' costumi. » II che quanto grandemente si opponga al domina cattolico della piena potestà del Romano " onlefice, divinamente conferitagli dallo stesso Cristo Signore, in ordin a pascere e reggere e governare la Chiesa universale ; non è chi apertamente e chiaramente non vegga ed intenda. Noi dunque , in tanta perversità...
Pagina 23 - PANTEISMO, NATURALISMO E RAZIONALISMO ASSOLUTO. I - Non esiste niun Essere divino, supremo, sapientissimo, provvidentissimo, che sia distinto da quest'universo, e Iddio non è altro che la natura delle cose, e perciò va soggetto a mutazioni, e Iddio realmente vien fatto nell'uomo e nel mondo, e tutte le cose sono Dio ed hanno la sostanza stessissima di Dio; e Dio è una sola e stessa cosa col mondo, e quindi s'identificano parimente tra loro, spirito e materia, necessità e libertà, vero e falso,...
Pagina 31 - Senza violazione alcuna del naturai dritto e della equità , si può abrogare 1' immunità personale , in forza della quale i chierici sono esenti dalla leva e dall'esercizio della milizia: e tale abrogazione è voluta dal civile progresso, specialmente in quelle società, le cui costituzioni sono secondo la forma di più libero governo.
Pagina 411 - ... ha da proclamare e stabilire per legge in ogni ben costituita società» ed i cittadini avere diritto ad una totale libertà, che non deve essere ristretta da nessuna autorità o ecclesiastica o civile, in virtù della quale possano palesemente e pubblicamente manifestare e dichiarare i loro concetti, quali che siano, ossia con la voce, ossia coi tipi, ossia in altra maniera.
Pagina 459 - L'Allegoria della Divina Commedia di Dante Alighieri, esposta da VINCENZO BARELLI. Firenze, coi tipi di M. Cellini e C. alla Galileiana 1864. Un voi. in 12.° di pagg. XXIV, 372. Assai conforme a quello , che noi crediamo il vero Concetto della Divina Commedia , è la esposizione, che il chiaro Autore di questo libro fa della grande Allegoria, in cui esso è contenuto. Della qual cosa noi non sappiamo se più congratularci coli...
Pagina 38 - LXXIII - In virtù del contratto meramente civile può aver luogo tra' cristiani il vero matrimonio: ed è falso, che o il contratto di matrimonio tra' cristiani è sempre sacramento ovvero che il contratto è nullo se si esclude il sacramento.

Informazioni bibliografiche