Garibaldi

Copertina anteriore
Newton Compton, 2011 - 185 pagine
A Giuseppe Garibaldi, del quale fu sincero amico ed entusiasta ammiratore, Alexandre Dumas dedicò due libri: queste "Mémoires de Garibaldi" redatte nel 1860 e "I garibaldini", scritto l'anno successivo, al seguito della spedizione dei Mille. Le gesta del protagonista dell'Unità d'Italia rivivono nella narrazione dumasiana come in un moderno reportage giornalistico, attraverso conversazioni, lettere, appunti, testimonianze, aneddoti. Tutto l'infiammato, esaltante clima delle spedizioni garibaldine è ricostruito senza retorica e con una sobria fedeltà ai fatti, così come l'irripetibile atmosfera di un'epoca ormai lontanissima di sentimenti "belli" e "nobili", di cuori puri, di romantiche improvvisazioni, di amor di patria; un'epoca di grandi ideali in cui, forse ingenuamente, si credeva davvero di poter cambiare il mondo rischiando il proprio sangue al seguito di un uomo come l'Eroe dei Due Mondi, già in vita avvolto da un alone di leggenda.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche