Opera colle controversie sulla Gerusalemme, Volume 11

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 101 - n su' vermigli ed in su' gialli Fioretti verso me, non altrimenti Che vergine che gli occhi onesti avvalli: E fece i prieghi miei esser contenti, Sì appressando sé, che il dolce suono Veniva a me co
Pagina 3 - S' io ti fiammeggio nel caldo d' amore di là dal modo che in terra si vede sì che degli occhi tuoi vinco il valore, non ti maravigliar ; che ciò procede < da perfetto veder, che come apprende, così nel bene appreso move il piede. Io veggio ben sì come già risplende 7 nello intelletto tuo 1' eterna luce, che, vista sola, sempre amore accende ; e s' altra cosa vostro amor seduce, I0 non è se non di quella alcun vestigio mal conosciuto, che quivi traluce.
Pagina 140 - La verginella è simile alla rosa, ch'in bel giardin su la nativa spina mentre sola e sicura si riposa, né gregge né pastor se le avicina; l'aura soave e l'alba rugiadosa, l'acqua, la terra al suo favor s'inchina: gioveni vaghi e donne inamorate amano averne e seni e tempie ornate.
Pagina 242 - Ad una, a due, a tre, e l' altre stanno Timidette atterrando l' occhio e il muso ; E ciò che fa la prima, e l' altre fanno, Addossandosi a lei s...
Pagina 101 - Venimmo a lei : o anima Lombarda, Come ti stavi altera e disdegnosa, E nel muover degli occhi onesta e tarda ! Ella non ci diceva alcuna cosa; Ma lasciavane gir, solo guardando, A guisa di leon quando si posa. Pur Virgilio si trasse a lei, pregando Che ne mostrasse la miglior salita : E quella non rispose al suo dimando; Ma di nostro paese e della vita C...
Pagina 55 - Versi d'amore e prose di romanzi Soverchiò tutti; e lascia dir gli stolti, Che quel di Lemosì credon ch' avanzi. A voce più ch'al ver drizzan li volti, E cosi ferman sua opinione Prima ch' arte o ragion per lor s'ascolti.
Pagina 90 - Artefice nelle sue operazioni assomigliandosi, della sua divinità viene a partecipare) un poema formar si possa, nel quale, quasi in un picciolo mondo, qui si leggano ordinanze d'eserciti, qui battaglie terrestri e navali, qui espugnazioni di città, scaramucce e duelli, qui giostre, qui descrizioni di fame e di sete, qui tempeste, qui...
Pagina 230 - ... con tutto ciò uno è il mondo che tante e si diverse cose nel suo grembo rinchiude, una la forma e l'essenza sua, uno il modo dal quale sono le sue parti con discorde concordia insieme congiunte e collegate...
Pagina 166 - 1 ciel e la terra e '1 vento tace, e le fere e gli augelli il sonno affrena, notte il carro stellato in giro mena e nel suo letto il mar senz...
Pagina 160 - 1 suo grembo ; Ed ella si sedea Umile in tanta gloria, Coverta già dell'amoroso nembo. Qual fior cadea sul lembo, Qual su le trecce bionde, Ch'oro forbito e perle Eran quel dì a vederle; Qual si posava in terra, e qual su l'onde; Qual con un vago errore Girando, parea dir: Qui regna Amore.

Informazioni bibliografiche