Storia del teatro in Italia, Volume 1

Copertina anteriore
Guigoni, 1860 - 516 pagine

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 379 - Gallican tuo ha quella città presa; e credo che '1 re sia o preso o morto: vidi la terra tutta in fiamma accesa. Per esser primo a darti tal conforto, non so i particolar di questa impresa.
Pagina 273 - AH' alme tenebrose porgi lume Col tuo splender eh' è tanto radiante, E sitibondi venghino al tuo fiume, Ch'è pieno d'acque limpide e celeste, E muteranno suo pravo costume. Chi dell'ammanto dell' amor si veste Riceve nel suo cor tanto diletto, Che riman sempre in canti, laude e feste: Quel che cerca esser nell' amor perfetto A te doni, Maria, tutto il suo core, E viverà sempre purgato e netto: Ciascun ti renda culto e vero onore, O madre santa piena d'umiltà, Che partoristi tanto gran Signore....
Pagina 250 - Signor, ch'io camperei: Se tu m'uccidi, o padre di bontade, Come potrai tu ritornare a lei ? Tapino a me dove sono arrivato, Debb'esser morto, e non per mio peccato ! Tutta è l'anima mia...
Pagina 243 - Avendo il suo disio tutto disposto Di voler far quanto gli fosse imposto. Iddio gli disse : togli il tuo figliuolo Unigenito Isac...
Pagina 250 - E' non fu mai mendace parlatore ; Sicché di tua promessa or ti conforta, E credi fermo quel che Abram ti dice, Che tu sarai al mondo e 'n ciel felice. ISAAC rispoude: O fedel padre mio, quantunque il senso Pel tuo parlar riceva angoscia e doglia, Pure, se piace al nostro Dio immenso Ch' i'versi il sangue ed arsa sia la spoglia In questo luoco sopra il fuoco accenso, Vo...
Pagina 362 - Ponor, l'esser amata a maraviglia, se '1 corpo giovenil di lebbra è brutto. Non darò al padre mio nipoti o genero, sendo tutto ulcerato il corpo tenero. 11 Meglio era che quest'anima dolente nel corpo mio non fussi mai nutrita; e, se pur v'è venuta, prestamente nella mia prima età fussi fuggita: più dolce è una morte veramente che morire ad ogn'ora in questa vita, e dare al vecchio padre un sol tormento, che, vivendo così, dargliene cento.
Pagina 258 - L' alma che sente vero gaudio immenso Dentro del cor, è tutta confortata: La mente sua si trova radiata Da quella luce del sommo splendore. Quando ordinati son tutti i costumi Dentro e di fuori al nostro eterno Dio, Allor si veggon quelli eccelsi lumi, Che fanno viver l'uomcol cor giullo: Cantando van per un santo disio Le gran dolcezze del perfetto amore. Va giubbilando, e dice: o gente stolta, Cercando pace ne' mondan diletti , Se voi volete aver letizia molta Servite a Dio con tutti e
Pagina 360 - ... signor vestire i panni, o vecchi o donne esprimer, fanciulletti : puramente faremo e con amore; sopportate l'età di qualche errore. PRIMO PARENTE di santa Agnesa.
Pagina 378 - ... ucciso el popol forte, e non voler che vecchio io sia campato per veder poi de' miei figliuol' la morte. Per vincer si vuoi fare ogni potenzia, ma dopo la vittoria usar clemenzia. 78. Io so che se...
Pagina 377 - ... 1 campo non abbi carestia; venga pan fatto ed ogni vettovaglia; e Paulo sarà teco in compagnia. Fate far scale onde la gente saglia. Quando della battaglia tempo fia, ciascun sia pronto a far la sua faccenda. Sol Gallican tutte le cose intenda.

Informazioni bibliografiche