Dissertazione ... intorno agli uomini dotati di gran memoria, ed a quelli divenuti smemorati, con un' appendice delle biblioteche degli scrittori sopra gli eruditi precoci, la memoria artificiale [&c.].

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 87 - Ma avendo considerato, che le considerazioni delle quali volea arricchirlo, sarebbero state quasi inutili in italiano, ridusse l'opera in latino. Poi in poco più di un mese compose un'altra opera, de vita et scriptis Rhetorum quorundam, alla quale aggiunse alcuni Opuscoli greco*latini illustrati.
Pagina 87 - Padri istessi composte da' passi di antichi autori, recati tutti in latino, con nuova versione, ed i frammenti delle loro Opere perdute con osservazioni critiche, collocate a' loro luo* ghi, e sparse per tutta l'Opera.
Pagina 87 - Sig. Conte Monaldo Leopardi. senza avere avuto Maestro alcuno di Lingua Greca, ha ultimato in Recanati, sua Patria, questo egregio lavoro, a' 31 di Agosto dello scorso anno 1814, in età di soli anni sedici, mesi due, e giorni due.
Pagina 15 - Hanc aliquando 5 adeo in me floruisse, ut non tantum ad usum sufficeret, sed in miraculum usque procederet, non nego ; nam et duo milia nominum recitata quo erant ordine dicta reddebam et ab his, qui ad audiendum praeceptorem...
Pagina 17 - Persice constat ; vel Mithridates, cui duas et viginti linguas, quot nationibus imperabat, traditur notas fuisse ; vel Crassus ille dives, qui, cum Asiae praeesset, quinque Graeci sermonis differentias sic tenuit, ut, qua quisque apud eum lingua postulasset, eadem jus sibi redditum ferret, vel Cyrus quem omnium militum tenuisse creditum est nomina.
Pagina 105 - ... Cancellieri si occupa a lungo dell'argomento, per ben cinque pagine (da 107 a 112), con diversi riferimenti ad altri autori, una lunga bibliografia e un'esposizione dettagliata dello stesso metodo lockiano, di cui faceva parola il Vogel. La sua testimonianza si accorda esattamente con quella dell'alsaziano: «Abbiamo di fatti la costante pratica de...
Pagina 47 - E lamenta perduta la memoria, egli che soleva rade volte por mano alla penna, come colui che riteneva nella mente trecento...
Pagina 9 - Primum memoria tanta, quantum in nullo cognovisse me arbitrar, ut, quae secum commentatus esset, ea sine scripto verbis eisdem redderet, quibus cogitavisset. Hoc adiumento Ule tanto sic utebatur , ut sua et commentata et scripta et nullo referente omnia adversariorum dicta meminisset.
Pagina ii - Vejenti; III. le ceneri di Oreste ; IV. lo scettro di Priamo ; V. il velo d' Uione; VI, gli ancilj; VII.il palladio, una delle tre altre cose fatali di Troja , con la morte di Troilo figliuolo di Priamo e con l'introduzione del cavallo durio nella porta Scea, oltre il rapimento de' bianchi cavalli di Reso re di Tracia e dell' arco e delle frecce di Èrcole lasciate a Filottete, illustrate da Francesco Cancellieri; con la spiegazione de' misteriosi attributi de' numeri ternario e settenario.

Informazioni bibliografiche