Corruzione a norma di legge: La lobby delle grandi opere che affonda l'Italia

Copertina anteriore
Rizzoli - 240 pagine
0 Recensioni
A Venezia, già nel XIV secolo, la figura dell’Avogador aveva una funzione precisa: controllare che non venissero effettuate ruberie ai danni del bene pubblico. Poteva svolgere questo ruolo solamente chi non avesse alcun conflitto di interesse con ciШ che doveva controllare. Le vicende giudiziarie che hanno coinvolto il MoSE, la “grande opera” ideata per risolvere il problema dell’acqua alta a Venezia, dimostrano invece il fitto intreccio che legava controllori e controllati, con conseguenze nefaste per la città, la regione e il bene comune. In questo libro Francesco Giavazzi e Giorgio Barbieri ricostruiscono la palude che per due decenni ha pervaso non solo il MoSE, ma anche l’Alta Velocità, l’Expo di Milano e altre grandi opere italiane. Dal libro emerge un sottile ma resistente filo rosso che collega la Tangentopoli degli anni Novanta al Sistema MoSE. Corruzione delle leggi prima ancora che violazione delle leggi. La vicenda del MoSE è l’emblema di un “un sistema che ha corrotto il Paese a tutti i livelli, durante la prima e la seconda Repubblica, e che ora mette con le spalle al muro la politica: spetta a lei trovare l’antidoto affinché casi del genere non si ripetano più”.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni sull'autore (2014)

GIORGIO BARBIERI (Venezia, 1980), giornalista, scrive sui quotidiani veneti del gruppo L’Espresso. Nel 2009 ha scritto Che notte a San Marco.

FRANCESCO GIAVAZZI (Bergamo, 1949), economista, editorialista del “Corriere della Sera”, insegna economia politica all’Università Bocconi di Milano ed è visiting professor al Massachusetts Institute of Technology. Ha insegnato a Cà Foscari dal 1977 al 1987. Ha pubblicato Lobby d’Italia (2005) e con Alberto Alesina, Goodbye Europa (2006), Il liberismo è di sinistra (2007) e La crisi (2008).

Informazioni bibliografiche