Il bambino disabile in acqua. Manuale d'uso per terapisti ed operatori

Copertina anteriore
Franco Angeli, 2009 - 128 pagine
0 Recensioni
Il testo si articola in quattro capitoli; il primo ed il secondo, di carattere più teorico, si soffermano sulle relazioni del bambino disabile con il mondo che lo circonda e sulle modalità di comunicazione tra bambino e operatore. Con il terzo e il quarto capitolo, più operativi, ci si "immerge in acqua". Innanzitutto, ci si sofferma sulle tappe del percorso di adattamento al nuovo ambiente perché il bambino si senta a proprio agio nell'acqua e possa godere di un buon livello di autonomia, impari a controllare il corpo immerso, a gestire l'emotività, l'affettività e l'ansia, a condividere l'avventura con altri. L'obiettivo principale è il benessere del bambino, indipendentemente dalle sue disabilità. Una volta che il bambino ha raggiunto una condizione di benessere si possono proporre tecniche specifiche per migliorare alcuni aspetti del suo quadro motorio e sensoriale e aiutarlo a scoprire una nuova dimensione corporea. Nel quarto capitolo, quindi, si illustrano una serie di proposte operative, in cui l'aspetto ludico rappresenta la scelta pedagogica vincente, pensate specificamente per i bambini affetti da patologie come le deprivazioni sensoriali, le PCI e la sindrome di Down.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche