Consumare con impegno: la politica quotidiana tra botteghe del mondo e supermercato

Copertina anteriore
Laterza, 2008 - 159 pagine
Le democrazie moderne soffrono di una crisi di partecipazione. Società e politica parlano poco e male, il cittadino medio è affetto da cronico disimpegno, la popolarità di partiti e sindacati non è mai stata così bassa. Tuttavia stanno emergendo nuove forme di presa di responsabilità e impegno, che hanno nello stile di consumo e nell'uso responsabile del denaro un elemento caratterizzante. Segnato da problematiche come l'insicurezza alimentare, la sostenibilità sociale e ambientale dello sviluppo, il rispetto dei diritti umani e la crisi dello stato-nazione, lo scenario postmoderno spinge l'attivismo a confrontarsi con target nuovi, come le imprese multinazionali o le organizzazioni internazionali, e a esprimersi in arene inedite, tra cui lo spazio tra solidarietà e (super)mercato. Sollecita, inoltre, stili di partecipazione di tipo innovativo, dove la dimensione personale e quotidiana appare centrale.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche