Verso una prospettiva ecocentrica: ecologia profonda e pensiero a rete

Copertina anteriore
LED Edizioni Universitarie, 2011 - 242 pagine

 Potrebbe la riflessione filosofica ricoprire ancora oggi un importante ruolo nel favorire i cambiamenti di prospettiva culturale che in questo secolo pare necessario attendersi dalla civiltà occidentale? Il movimento filosofico e sociale dell’ecologia profonda è convinto di sì e propone, in questo senso, di affrontare le numerose crisi del mondo contemporaneo (da quella ambientale e biologica, a quella economica e sociale) adottando un nuovo modello interpretativo del reale. Esso sostiene semplicemente che al “centro” del mondo non si debba più porre l’uomo, ma l’insieme dei rapporti vivente-ambiente che consente alla Vita, nel suo complesso, di prosperare. Secondo la filosofia ecocentrica, tutte le odierne crisi sono semplici conseguenze di un’unica grande crisi del pensiero: è per questo motivo che bisognerebbe abbandonare quanto prima il suo paradigma antropocentrico occidentale, a favore di quello ecocentrico. Ciononostante, la nostra cultura sembra ancora ben lontana dal cedere il passo ad altri paradigmi di pensiero. Le incomprensioni teoriche, le strumentalizzazioni concettuali e le reticenze individuali hanno, infatti, fortemente limitato l’impatto sociale dell’ecocentrismo. Il volume, dunque, non illustra soltanto le idee centrali della speculazione ecofilosofica e le più rilevanti implicazioni ontologiche ed esistenziali delle ecosofie proposte dal deep ecology movement, ma approfondisce anche alcuni dei principali motivi che sembrano ostacolare o rallentare lo sviluppo e la diffusione del pensiero ecocentrico. I risultati cui perviene la ricerca forniscono un panorama esaustivo della filosofica ecocentrica contemporanea ed evidenziano come l’urgenza di porre teoreticamente in connessione questioni e conoscenze riferite al mondo vitale, tecnologico, naturale e scientifico non possa essere scissa dall’esigenza di adottare un nuovo medium di comunicazione del pensiero. Quale medium sembra allora essere maggiormente adatto del World Wide Web a trasmettere quel nuovo pensiero reticolare e sistemico che si sta già lentamente diffondendo?

 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

Umano forse troppo umano
97
Paradigma ecocentrico e pensiero a rete
159
Per un nuovo modo di pensare e far pensare
193
unipotesi di lavoro
221
Bibliografia
233
Filmografia
239
Copyright

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2011)

Matteo Andreozzi (Milano, 1979), laureatosi in Scienze Filosofiche presso l’Università degli Studi di Milano, nel 2009 ha vinto il Concorso Nazionale I giovani nella vita pubblica del Paese e ha ricevuto una menzione speciale per il premio nazionale Darwin: passato e futuro. Nel 2010, con la tesi di laurea di cui il presente volume rappresenta un riadattamento e ampliamento, ha vinto il Concorso Nazionale Carta della Terra ONU (Premio Vittorio Falsina). È attualmente dottorando in Filosofia, sempre a Milano. 

Sito web: http://www.matteoandreozzi.it/

Informazioni bibliografiche