L'Ameto di Giovanni Boccaccio emendato su i manoscritti

Copertina anteriore
Stamperia Magheri, 1833 - 201 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 42 - ... e pensoso. Per la qual cosa avvenne un giorno in Verona ( essendo già divulgata per tutto la fama delle sue opere , e massimamente quella parte della sua Commedia, la quale egli intitola Inferno , ed esso conosciuto da molti e uomini e donne), che passando egli davanti a una porta dove più donne sedeano , una di quelle pianamente , non però tanto che bene da lui e da chi con lui era non fosse udita , disse all' altre donne : Vedete colui che va nell...
Pagina 12 - ... né- alcuno altro corporale disagio, con assiduo studio pervenne a conoscere della divina essenza e delle altre separate intelligenze, quello che per umano ingegno qui se ne può comprendere.
Pagina 27 - ... medesimo or qua or là incerto, andava vagando per Toscana. Era alcuna particella delle sue possessioni dalla donna col titolo della sua dote dalla cittadina rabbia stata con fatica difesa, de...
Pagina 13 - Nel tempo, nel quale la dolcezza del cielo riveste di suoi ornamenti la terra, e tutta per la varietà de' fiori mescolati tra le verdi frondi la fa ridente, era usanza nella nostra città, e degli uomini e delle donne nelle loro contrade, ciascuno indistintamente e in distinte compagnie festeggiare ; per la qual cosa, infra gli altri, per avventura, Folco Portinari, uomo assai orrevole in quei tempi tra...
Pagina 74 - De vulgari eloquentia, dove intendeva di dare dottrina a chi imprendere la volesse, del dire in rima; e comecché per lo detto libretto apparisca lui avere in animo di dovere in ciò comporre quattro libri, o che più non ne facesse dalla morte soprappreso, o che perduti sieno gli altri, più non appariscono che due solamente.
Pagina 72 - Romani, venendo per la sua coronazione a Roma , contr' al piacere del detto papa Giovanni, essendo in Roma, fece contro agli ordinamenti ecclesiastici uno frate minore, chiamato frate Piero della Corvara, papa, e molti cardinali e vescovi; e quivi a questo papa si fece coronare. E nata poi in molti casi della sua autorità quistione, egli e...
Pagina 51 - Teologia appelliamo, quando con figura di alcuna istoria, quando col senso di alcuna visione, quando coll' intendimento di alcuno lamento, e in altre maniere assai , mostrarci l'alto misterio della incarnazione del Verbo Divino, la vita di quello , le cose occorse nella sua morte, e la resurrezione vittoriosa, e la mirabile ascensione e ogni altro suo atto, per lo quale noi, ammaestrati, possiamo a quella gloria pervenire, la quale egli e morendo e resurgendo ci aperse, lungamente stata serrata a...
Pagina 14 - ... luoghi festevoli, sogliono li padri seguitare, Dante, il cui nono anno non era ancora finito, seguitato aveva. Avvenne che quivi mescolato tra gli altri della sua etade, de' quali così maschi come femmine erano molti nella casa del festeggiante, servite le prime mense, di ciò che la sua picciola età poteva operare, puerilmente si diede con gli altri a trastullare. Era infra la turba de...
Pagina 42 - ... 1 naso aquilino, e gli occhi anzi grossi che piccioli, le mascelle grandi , e dal labbro di sotto era quello di sopra avanzato ; il colore era bruno e i capelli e la barba spessi, neri e crespi , e sempre nella faccia malinconico e pensoso.
Pagina 43 - Sommamente si dilettò in suoni e in canti nella sua giovanezza, ea ciascuno che a que' tempi era ottimo cantatore o sonatore fu amico e ebbe sua usanza; e assai cose da questo diletto tirato compose, le quali di piacevole e maestrevole nota a questi cotali facea rivestire.

Informazioni bibliografiche