Opere volgari di Giovanni Boccaccio: Decameron [incl. Fiacchi's "Lezione," "Osservazioni" ed "Il corbaccio"

Copertina anteriore
Per il Magheri, 1827
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 90 - Il re infino allora stato tardo e pigro, quasi dal sonno si risvegliasse, cominciando dalla ingiuria fatta a questa donna , la quale agramente vendicò , rigidissimo persecutore divenne di ciascuno, che contro all'onore della sua corona alcuna cosa commettesse da indi innanzi.
Pagina 121 - Valorose donne, quanto più si parla de' fatti della fortuna, tanto più, a chi vuole le sue cose ben riguardare, ne resta a poter dire; e di ciò niuno dèe aver mara viglia, se discretamente pensa che tutte le cose, le quali noi scioccamente nostre chiamiamo, sieno nelle sue mani, e per conseguente da lei secondo il suo occulto giudicio, senza alcuna posa, d'uno in altro e d'altro in uno successivamente, senza alcuno conosciuto ordine da noi, esser da lei permutate.
Pagina 140 - ... fiorini che aveva. Ed in questi trattati stando, avendo esso la sua borsa mostrata, avvenne che una giovane ciciliana bellissima, ma disposta per piccol pregio a compiacere a qualunque uomo, senza vederla egli, passò appresso di lui e la sua borsa vide, e subito seco disse: • — Chi starebbe meglio di me se quegli denari fosser miei?
Pagina 4 - Nelle quali novelle, piacevoli e aspri casi d'amore, e altri fortunati avvenimenti si vedranno, così ne' moderni tempi avvenuti come negli antichi. Delle quali le già dette donne che queste leggeranno, parimente diletto delle sollazzevoli cose in quelle mostrate, e utile consiglio potranno pigliare, in quanto potranno cognoscere quello che sia da fuggire, e che sia similmente da seguitare: le quali cose senza passamento di noja non credo che possano intervenire. Il che se avviene (che voglia Iddio...
Pagina 137 - Altri, più maturamente mostrando di voler dire, hanno detto che alla mia età non sta bene l'andare ornai dietro a queste cose, cioè a ragionar di donne oa compiacer loro. E molti, molto teneri della mia fama mostrandosi, dicono che io farei più saviamente a starmi con le Muse in Parnaso, che con queste ciance mescolarmi tra voi.
Pagina 6 - Ma non voglio per ciò che questo di più avanti leggere vi spaventi, quasi sempre tra' sospiri e tra le lagrime leggendo dobbiate trapassare. Questo orrido cominciamento vi fia non altramenti che a' camminanti una montagna aspra ed erta, presso alla quale un bellissimo piano e dilettevole sia riposto, il quale tanto più viene lor piacevole, quanto maggiore è stata del salire e dello smontare la gravezza. E sì come la estremità della allegrezza il dolore occupa, così le miserie da sopravvegnente...
Pagina 15 - ... quali i pietosi pianti e l'amare lagrime de' suoi congiunti fossero concedute, anzi in luogo di quelle s'usavano per li più risa e motti e festeggiar compagnevole; la quale usanza le donne, in gran parte posposta la donnesca pietà per salute di loro, avevano ottimamente appresa. Ed erano radi coloro i corpi de...
Pagina 11 - Le latora (i) delle quali vie tutte di rosai bianchi e vermigli e di gelsomini erano quasi chiuse : per le quali cose , non che la mattina , ma qualora il sole era più alto , sotto odorifera e dilettevole ombra , senza esser tocco da quello , vi si poteva per tutto andare . Quante e quali e come ordinate poste fossero le piante che erano in quel luogo, lungo sarebbe a raccontare ; ma niuna n...
Pagina 39 - ... quali * tanti avrebbe fatti di quanti fosse stato richiesto, e quelli più volentieri in dono che alcun altro grandemente salariato. Testimonianze false con sommo diletto diceva, richiesto e non richiesto; e, dandosi a que...
Pagina 144 - Per che tacciansi i morditori; e se essi riscaldar non si possono, assiderati si vivano, e ne' lor diletti, anzi appetiti corrotti, standosi, me nel mio, questa brieve vita che posta n'è, lascino stare.

Informazioni bibliografiche