L'equazione impossibile: come un genio della matematica ha scoperto il linguaggio della simmetria

Copertina anteriore
Rizzoli, 2005 - 414 pagine
4 Recensioni
Mario Livio guida il lettore nel territorio dell'algebra e delle formule per risolvere le equazioni. È una storia che parte dagli egizi e dai babilonesi, risolutori delle equazioni di primo e di secondo grado, e prosegue nel Rinascimento italiano, in cui Niccolò Tartaglia, Gerolamo Cardano e Ludovico Ferrari arrivarono a risolvere quelle di terzo e quarto grado. Ma i veri protagonisti del libro di Livio sono due geni, vissuti all'inizio dell'Ottocento e morti giovanissimi, il norvegese Abel e il francese Galois. Entrambi dimostrarono che non poteva esistere una formula per risolvere le equazioni di quinto grado o superiori. E proprio da qui è nata una nuova branca dell'algebra, la teoria dei gruppi.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

L' equazione impossibile. Come un genio della matematica ha scoperto il linguaggio della simmetria

Recensione dell'utente  - Silvancov - IBS

Più che essere un libro divulgativo (come credevo), si tratta del racconto della vita (e della morte) di due geni della matematica. Per quanto concerne l'equazione "impossibile", la simmetria e la ... Leggi recensione completa

L' equazione impossibile. Come un genio della matematica ha scoperto il linguaggio della simmetria

Recensione dell'utente  - maurizio '.mau.' codogno - IBS

A dispetto del nome, Mario Livio di italiano ne parla ben poco, come dice lui stesso. Ma non è certo questo il problema in questa sua opera, dove racconta... Beh, non è così facile spiegarlo. Il tema ... Leggi recensione completa

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche