La vita di Torquato Tasso, Volume 2

Copertina anteriore
Barbèra, Bianchi, 1858 - 525 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Segnalo un difetto di digitalizzazione delle pp. 466 e 467

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 183 - 1 bel sereno Della tua fronte agli occhi miei s' offerse, E vidi armato spaziarvi Amore, Se non che riverenza allor converse E meraviglia in fredda selce il seno, Ivi perla con doppia morte il core: Ma parte degli strali e dell' ardore Sentii pur anco entro 'I gelato marmo.
Pagina 27 - un' altra porta ; e da lei si discendeva per altrettanti gradi in un cortile, intorno al quale erano molte picciole stanze di servitori, e granai ; e di là si passava in un giardino assai grande, e ripieno di alberi fruttiferi con bello e maestrevole ordine disposti. La sala era fornita di corami e
Pagina 26 - paterna da Bergamo città di Lombardia : il nome ed il cognome mio vi taccio, che è cosi oscuro, che perché io pure lo vi dicessi, né più né meno sapreste delle mie condizioni: fuggo sdegno di principe e di fortuna ; mi riparo negli stati di Savoia. Ed egli : Sotto magnanimo e giusto
Pagina 285 - all'idea della celeste Gerusalemme. Ed in questo paragone mi sarà conceduto senza arroganza il preporre i miei poemi maturi agli acerbi, e le fatiche di questa età agli scherzi della più giovanile: e potrò affermare della mia Gerusalemme senza rossore, quel che disse Dante di Beatrice, già fatta gloriosa e beata , Vincer pareva qui se
Pagina 26 - Ed egli : Sebbene io vorrei piuttosto questo favore riconoscere dalla vostra volontà che dalla fortuna ; piacemi nondimeno che ella abbia fatto in modo, che non ci sia dubbio del vostro rimanere. Io mi andava più sempre per le sue parole confermando eh' egli non fosse d'ignobile nazione né
Pagina 319 - esser rapito. Non è più tempo che io parli della mia ostinata fortuna, per non dire dell'ingratitudine del mondo, la quale ha pur voluto aver la vittoria di condurmi alla sepoltura mendico; quando io pensava che quella gloria che, malgrado di chi non vuole, avrà questo secolo da
Pagina 28 - Ed in qual parte d'Europa e d'Italia è conosciuto, diss'io, il buon cardinale, ove non sia stimato ? Mentre così ragionava, sopraggiunse un altro giovinetto di minor età. ma non di men gentile aspetto, il quale della venuta del padre portava avviso, che da veder sue possessioni ritornava : ed ecco sopraggiungere
Pagina 319 - del mondo, la quale ha pur voluto aver la vittoria di condurmi alla sepoltura mendico; quando io pensava che quella gloria che, malgrado di chi non vuole, avrà questo secolo da
Pagina 42 - uno di questi uomini ordinar! potessi in qualche povero albergo menar la mia vita in libertà; se non sano, che più non posso essere, almeno non così angosciosamente infermo : se non onorato, almeno non abbominato ; se non con le leggi degli uomini, con quelle de'bruti almeno, che ne' fiumi e ne'fonti liberamente spengono la sete, della quale
Pagina 25 - orecchi un latrato di cani confuso da gridi; e volgendomi indietro, vidi un capriolo che seguito da due velocissimi veltri, già stanco fu da loro sovraggiunto, sicché quasi mi venne a morire innanzi a' piedi. Poco stante arrivò un giovinetto di età di diciotto o

Informazioni bibliografiche