Baudolino

Copertina anteriore
Bompiani, 2002 - 526 pagine
In quella zona del basso Piemonte dove, anni dopo, sorgerà Alessandria, Baudolino, un piccolo contadino fantasioso e bugiardo, conquista Federico Barbarossa e ne diventa figlio adottivo. Baudolino affabula e inventa ma, quasi per miracolo, tutto quello che immagina produce Storia. Così, tra le altre cose, costruisce la mitica lettera del Prete Gianni, che prometteva all'Occidente un regno favoloso, nel lontano Oriente, governato da un re cristiano, che ha mosso la fantasia di molti viaggiatori successivi, compreso Marco Polo. Baudolino cresce, Alessandria nasce e, anni dopo, spinto dall'invenzione di Baudolino, Federico parte, col pretesto di una crociata, per andare a riconsegnare al Prete Gianni la più preziosa reliquia della cristianità. Morirà lungo il viaggio, in circostanze misteriose che solo Baudolino ci svela, ma il suo figlioccio continuerà il viaggio verso quel regno lontano, tra i mostri che hanno abitato i bestiari del Medio Evo, vicende mirabolanti, e una delicata vicenda d'amore con la più singolare fra tutte le figlie di Èva. Raccontata a Niceta Coniate, storico bizantino, mentre Costantinopoli brucia e i crociati la saccheggiano, la storia riserva ancora alcune sorprese perché, parlando con Niceta, Baudolino comprende cose che non aveva ancora capito, da cui un finale veramente inatteso. Avventura picaresca, romanzo storico in cui emergono in germe i problemi dell'Italia contemporanea, storia di un delitto impossibile, racconto fantastico, teatro di invenzioni linguistiche esilaranti, questo libro celebra la forza del mito e dell'utopia.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni sull'autore (2002)

Umberto Eco was born in Alessandria, Italy on January 5, 1932. He received a doctorate of philosophy from the University of Turin in 1954. His first book, Il Problema Estetico in San Tommaso, was an extension of his doctoral thesis on St. Thomas Aquinas and was published in 1956. His first novel, The Name of the Rose, was published in 1980 and won the Premio Strega and the Premio Anghiar awards in 1981. In 1986, it was adapted into a movie starring Sean Connery. His other works include Foucault's Pendulum, The Island of the Day Before, Baudolino, The Prague Cemetery, and Numero Zero. He also wrote children's books and more than 20 nonfiction books including Serendipities: Language and Lunacy. He taught philosophy and then semiotics at the University of Bologna. He also wrote weekly columns on popular culture and politics for L'Espresso. He died from cancer on February 19, 2016 at the age of 84.