Il gatto meccanico

Copertina anteriore
Corbaccio, 2008 - 445 pagine
1 Recensione
Conor ha nove anni ed è autistico. O per lo meno così pensa sua madre, Laura Deighton, una famosa scrittrice che lo affida alle cure del dr. Innes, uno psicologo newyorkese appena trasferitosi nel Dakota. Al medico basta poco per capire che la situazione è molto complessa e coinvolge tutta la famiglia del bambino. Peccato però che proprio Laura non accetti la terapia ma preferisca raccontargli fuori dal rapporto psicologo-paziente la storia della sua vita. Una vita difficile, ricca di avvenimenti e di bruschi cambiamenti di direzione, nella quale la vivissima fantasia di bambina prima, e di giovane donna poi, la porta a creare la figura di Torgon, una donna con poteri sacri, una sorta di alter ego con il quale Laura stabilisce un rapporto al limite del patologico che condizionerà profondamente non solo la sua, ma anche la vita della famiglia. Non sarà facile per James, dibattuto tra la sua intuizione, le cose che apprende dalle sedute con il bambino e i racconti di Laura, arrivare a capire qual è il vero problema di Conor. Quando finalmente la verità verrà a galla sarà una verità sorprendente e con un risvolto oscuro che lascia senza fiato.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Il bimbo si chiama Conor ed è autistico, o almeno così pensa sua madre. Protetto dal suo gatto di peluche, il piccolo vive in un mondo a parte. E da quel mondo arriva il suo unico messaggio, una frase che ripete ossessivamente: «il gatto sa». James Innes, lo psicologo newyorkese che tenta di sondare la mente del bambino, scoprirà che la famiglia di Conor è davvero strana: la madre, una famosa scrittrice, vive in immaginaria simbiosi con una creatura dai poteri sacri; la sorellina Morgana racconta troppe bugie; un uomo-fantasma terrorizza Conor. Per sciogliere questa catena di enigmi, al dottor Innes non resta che entrare nel mondo del piccolo conquistando la fiducia del suo gatto. Inventerà, così, un «gatto meccanico» e da quel momento la verità comincerà a emergere, e con essa il vero problema di Conor. Serrato come un thriller, Il gatto meccanico è un romanzo che, pur nella drammaticità della vicenda, ci avvince dalla prima all’ultima pagina, dischiudendoci un mondo che solo un’esperta dell’infanzia come Torey Hayden poteva descrivere. 

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche