Cronica di Giovanni Villani, a miglior lezione ridotta coll' aiuto de' testi a penna, Volume 1

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 231 - Firenze l' arcivescovo di Ravenna Legato del papa a predicare la croce per lo detto passaggio, molta buona gente di Firenze presono la croce dal detto arcivescovo a san Donato tra le Torri , ovvero a san Donato a Torri di là da Rifredi, ovvero il munistero delle Donne, perocché 'l detto arcivescovo era dell...
Pagina 168 - Saracini ch' erano venuti a guastare il paese, e con loro combatteo , e con grande spargimento di sangue de' cristiani gli cacciò e conquise.
Pagina 151 - 1 fece conte Palatino, e diegli il contado di Modigliana in Romagna ; e poi i suoi discendenti furono quasi signori di tutta Romagna, infino che furono cacciati di Ravenna, e tutti morti dal popolo di Ravenna per loro oltraggi, salvo uno picciolo fanciullo ch...
Pagina 2 - ... nostri cittadini che sono e che saranno , in essere virtudiosi e di grande operazione , considerando come sono discesi di nobile progenie e di virtudiose genti, come furono gli antichi buoni Troiani , e...
Pagina 228 - Firenze, co' loro seguaci nobili e popolari , cominciaro guerra co' consoli , ch' erano signori e guidatori del comune a certo tempo, e con certi ordini, per la invidia della signoria, che non era a loro volere, e fu sì diversa e aspra guerra, che quasi ogni dì, o di due dì l'uno, si combatteano i cittadini insieme in più parti della città, da vicinanza a vicinanza com...
Pagina 46 - Pistoia ; e però non é da maravigliare , se i Pistoiesi sono stati e sono gente di guerra fieri e crudeli intra loro e con altrui , essendo stratti del sangue di Catellina e del rimaso di sua cosi fatta gente , sconfitta e tagliata in battaglia . \ LIBRO PRIMO 4?
Pagina 81 - Marti, e puosonlo in su un'alta torre presso al fiume d'Arno, e non vollono rompere né spezzare, perocché per loro antiche memorie trovavano, che il detto idolo di Marti era consegrato sotto ascendente di tale pianeta, che come fosse rotto e commosso in vile luogo, la città avrebbe pericolo e danno, e grande mutazione. E...
Pagina 236 - ... ella potesse essere al secolo e usare matrimonio ; e di nascoso , il detto arcivescovo fattala partire di Cicilia e venire a Roma , la Chiesa la fece dare per moglie...
Pagina 68 - Arezzo prima ebbe nome Aurelia , e fu grande città e nobile, e in Aurelia furono anticamente fatti per sottilissimi maestri vasi rossi con diversi intagli di tutte forme di sottile intaglio,che veggendogli parevano impossibili a essere opera umana, e ancora se ne truovano. E di certo ancora si dice , che 'l sito e l...
Pagina 60 - Romani ebbono stato e signoria . Bene si truova per alcuno scritto , che uno Uberto Cesare, soprannominato per Giulio Cesare, che fu figliuolo di Catellina,rimaso in Fiesole picciolo garzone dopo la sua morte , egli poi per Giulio Cesare fue fatto grande cittadino di Firenze, e avendo molti figliuoli , egli e poi la sua schiatta furono signori della terra gran tempo, e di loro discendenti furono grandi signori e grandi schiatte in Firenze , e che gli Uberti fossero di quella progenie si dice: questo...

Informazioni bibliografiche