Mons. Carlo Caccia e i suoi tempi: memorie storiche, 1802-1866

Copertina anteriore
S. Giuseppe, 1908 - 654 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 88 - ... desidererebbero di comprendere anche il cattolicismo, disapprovano il clero, e gli si oppongono ; quelli che vogliono questa libertà come giusta, come utile , e come evangelica, gemono, e cercano di opporsi, senza nuocere al rispetto dovuto alla religione ; ma quelli a cui nulla importa di religione, e che hanno anzi un fondo di antipatia per essa, approfittano delle circostanze e della irritazione per distruggere sempre più ogni sentimento pio nel popolo , e pur troppo ottengono un gran successo.
Pagina 309 - Questa condizione non è scevra di pericoli, giacché nel mentre rispettiamo i trattati non siamo insensibili al grido di dolore che da tante parti d'Italia si leva verso di noi.
Pagina 89 - ... più dotti, ma i quali per lo più hanno uno zelo sincero per la religione non mista di altre teorie, e una buona classe di fedeli che sono cristiani di cuore, e che non credono ad altri dogmi che...
Pagina 327 - Legato; il quale, secondo il dovere del suo ufficio, non lasciava di opporsi a tanti scellerati ardimenti, e di sostenere e difendere i diritti e la dignità Nostra e di questa Santa Sede. Ed a tal segno d'iniquità ed impudenza vennero i ribelli, che non temettero di mutare il governo, e chiedere la dittatura del Re di Sardegna; e per questo fine mandarono loro deputati allo stesso Re. Non potendo dunque il nostro Legato impedire tante malvagità, e più a lungo sostenerle...
Pagina 121 - ... eccesso del quale si macchierebbero, e lo scandalo incalcolabile che darebbero a tutto il mondo, non farebbero che oltraggiare la causa, che pretendono di trattare, riempiendo Roma, lo Stato e l'Italia tutta di una serie infinita di mali? E in...
Pagina 309 - Quest'avvenire sarà felice, riposando la nostra politica sulla giustizia, sull'amore della libertà e della patria. Il nostro paese, piccolo per territorio, acquistò credito nei Consigli dell' Europa, perchè grande per le idee che rappresenta, per le simpatie che esso inspira.
Pagina 64 - Evangelo: ...io vi prenunzio un buon successo nella vostra impresa, poiché la vostra causa è giusta e pietosa, essendo quella del popolo, la vostra causa è santa, essendo quella di Dio...
Pagina 213 - Altro ornamento non porterò mai fuor che un nastro vermiglio sopra il core. Mi chiederan dove quel nastro è tinto, ed io: — Nel sangue del fratello estinto.
Pagina 121 - Vostra , che noi ci rivolgiamo alla sua pietà e religione, esortandola con paterno affetto a far cessare le sue armi da una guerra, che senza poter riconquistare all'impero gli animi dei Lombardi, e dei Veneti, trae con sé la funesta serie di calamità che sogliono accompagnarla, e che sono certamente da Lei abborrite, e detestate. Non sia discaro alla generosa nazione tedesca che noi la invitiamo a deporre gli odi...
Pagina 120 - ... scritti da coloro, i quali vorrebbero fare il Romano Pontefice presidente di una certa nuova Repubblica da costituirsi con tutti i popoli d'Italia. Anzi in questa occasione grandemente ammoniamo ed esortiamo, per la nostra carità verso di loro, gli stessi Italiani popoli, che da tali astuti...

Informazioni bibliografiche