Om Aria Calda: Babaji cosmico joker

Copertina anteriore
J. Amba Edizioni, 2009 - 224 pagine

Il primo racconto spirituale comico, con spirito tutto partenopeo.

Dio è un papà-bambino che gioca in leggerezza.

Le avventure di Lìbbero, archeologo salernitano di fama internazionale, ragazzo quarantenne in rumorosa ricerca di Dio alla folle corte di Hairakhan Baba in un'India di santi in cerca di luce. 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni sull'autore (2009)

LIBERO (Giuseppe LIBERO MANGIERI)
è nato a Vietri sul Mare, Salerno, il 24 aprile del 1952. Laureato in Lettere Classiche, svolge attualmente l’attività di archeologo e numismatico, nel cui settore opera da più di trent’anni, avendo all’attivo numerosi lavori, fra cui alcune monografie, e collaborazioni con prestigiosi musei.
Al primo impegno con un racconto lungo, ha trascritto in OM ARIA CALDA la sua esperienza vissuta in India con il grande Mahavatar Hairakhan Baba, universalmente conosciuto come Baba o Babaji, da cui è stato quattro volte fra il 1981 ed il 1984. Nella sua autobiografia ci delinea un aspetto insolito del grande Maestro indiano che ‘insegnava divertendo’, il Cui scopo è quello di restituire l’Uomo alla sua Umanità, indicandogli una strada per il conseguimento di una felicità, che è duratura e definitiva.
L’Autore, sposato con due figli, attualmente vive in Puglia a Cisternino, dove esiste la prima comunità fondata in Europa ispirata agli insegnamenti di Babaji. 

Informazioni bibliografiche