A una donna tradita

Copertina anteriore
Giulio Einaudi Editore, 7 ott 2010 - 168 pagine
Nello stile semplice e narrativo che lo ha reso familiare a tanti lettori, nel tono rigoroso e sommesso del grande saggista, Paolo Crepet affronta quello che al di lÓ delle apparenze Ŕ forse il vero tab˙ del nostro tempo. E ci porta per mano a scoprire che nel mondo dominato dall'ossessione dell'efficienza e della prestazione, la vera possibilitÓ di cambiamento coincide proprio con il coraggio dei sentimenti. Il coraggio di abbandonarsi a essi, e insieme riuscire a governarli. E che da questo dipendono la felicitÓ e il futuro di ognuno di noi, e forse dell'intera societÓ.

źE se la rivoluzione partisse dall'homo cupidus (ovvero l'uomo emotivo) non pi˙ da quello laboriosus nÚ da quello "tecnologicus"? E se fosse venuto il tempo di prendere e dare delle lezioni d'amore? Se il vero frutto di un'acquisita modernitÓ corrispondesse con il concedersi il tempo, la voglia, il lusso d'innamorarsi?╗
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Sommario

Sezione 1
Sezione 2
Sezione 3
Sezione 4
Sezione 5
Sezione 6
Sezione 7
Sezione 8
Sezione 14
Sezione 15
Sezione 16
Sezione 17
Sezione 18
Sezione 19
Sezione 20
Sezione 21

Sezione 9
Sezione 10
Sezione 11
Sezione 12
Sezione 13
Sezione 22
Sezione 23
Sezione 24
Sezione 25
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche