Poesie italiane di Giuseppe Giusti ed altre attribuite al medesimo

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 170 - ... nchiude, a poco a poco al mio veder si stinse; per che tornar con li occhi a Beatrice nulla vedere ed amor mi costrinse. Se quanto infýno a qui di lei si dice fosse conchiuso tutto in una loda, poco sarebbe a fornir questa vice. La bellezza ch'io vidi si trasmoda non pur di lÓ da noi, ma certo io credo che solo il suo fattor tutta la goda.
Pagina 121 - Re Travicello.╗ Tacete, tacete ; Lasciate il reame, O bestie che siete, A un Re di legname. Non tira a pelare, Vi lascia cantare, Non apre macello Un Re Travicello.
Pagina 120 - Cascato da Dio, Oh comodo, oh bello Un Re Travicello! Cal˛ nel suo regno Con molto fracasso; Le teste di legno Fan sempre del chiasso : Ma subito tacque, E al sommo dell'acque Rimase un corbello II Re Travicello.
Pagina 121 - E al sommo dell' acque Rimase un corbello 11 Re Travicello. Da tutto il pantano Veduto quel coso, ź ╚ questo il Sovrano ╗ Cosý rumoroso ? (S' udý gracidare) ╗ Per farsi fischiare ╗ Fa tanto bordello ╗ Un Re Travicello? ╗ Un tronco piallato ╗ AvrÓ la corona? ╗ O Giove ha sbagliato, ╗ Oppur ci minchiona : ╗ Sia dato lo sfratto ╗ Al Re mentecatto, ╗ Si mandi in appello
Pagina 124 - A che serve un' esequie Di ghirlande o di torsi ? Brontoliamoci un requie Senza tanti discorsi. Ecco, su tutti i punti Della tomba funesta Vagar di testa in testa Ai miseri defunti II pensiero abbrunato D' un panno mortuario. L' artistico, il togato, II regno letterario ╚ tutto una moria. Niccolini Ŕ spedito, Manzoni Ŕ seppellito Co
Pagina 125 - E son lý sempre vivi. O voi, genti piovute Di lÓ dai vivi, dite, Con che faccia venite Tra i morti per salute? Sentite, o prima o poi Quest' aria vi fa male , Quest' aria anco per voi ╚ un
Pagina 57 - E l'ho con certi grulli di poeti, Che in oggi si son dati al bacchettone : Non c'Ŕ Cristo che tenga, i Decretali Vietano ai preti di portar stivali. E intanto eccomi qui roso e negletto. Sbrancicato da...
Pagina 125 - Tocca a loro la vita E a noi la sepoltura. E poi, se lo domandi, Assai siamo campati ; Gino, eravamo grandi, E lÓ non eran nati. O mura cittadine, Sepolcri maestosi, Fin le vostre ruine Sono un
Pagina 205 - Presso alla culla, in dolce atto d'amore, Che intendere non pu˛ chi non Ŕ madre, Tacita siede e immobile : ma. il volto Nel suo vezzoso bambinel rapito, Arde, si turba e rasserena in questi Pensieri della mente inebriata. — Teco vegliar m...

Informazioni bibliografiche