Giuda. Dal vangelo all'Olocausto

Copertina anteriore
Edizioni Arkeios, 2008 - 226 pagine
Venti secoli dopo, viene annunciato il ritorno di Giuda, e si sarebbe perfino scoperto il suo vangelo al Cairo, un papiro di sessantadue logli in dialetto copto. Ma Giuda era davvero scomparso? Sembrerebbe che, al contrario, sia continuamente tornato. Che si tratti del fantasma del nostro odio, o anche del nostro senso di colpa? Pierre-Emmanuel Danzai ci conduce in una straordinaria inchiesta storiografica, teologica e letteraria, alle origini del Cristianesimo e attraverso tutta l'Europa. Dai rari riferimenti del Nuovo Testamento, passando per la nutrita letteratura patristica o apocrifa, fino ai Giuda russi, orientali o yiddish. Non è possibile dimenticare Giuda. Leggende e miti di ogni sorta hanno inscritto il suicida traditore del Cristo nel nucleo più oscuro della nostra cultura, eroe, malgrado se stesso, del nostro odio più tenace. Egli appare in ogni colpevole, ma anche in tutti gli innocenti condannati, gli esclusi o i capri espiatori.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Premessa Giuda o leucaristia degli imbecilli
9
Il Giuda dei Vangeli dietro il mito la storia
21
Il Giuda midrashico dietro la storia il mito
29
Il nome del traditore
35
Pedigree del vampiro
43
Giuda negli apocrifi e nella letteratura profana dei primi
55
Giuda nel Medioevo
61
Vedere Giuda in ogni uomo
81
I Giuda russi
117
La promozione di Giuda
135
dallaffare Dreyfus allOlocausto
149
Una distorsione sostanziale
169
Migrazioni di Giuda
191
Epilogo La corda e la croce
201
Indicazioni bibliografiche
211
Indice analitico
219

Schùtz e Bach
95
Il nuovo Giuda è arrivato
103

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche