Strenna pel nuovo anno . Esercitazioni filologiche

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 68 - Un fracasso d' un suon pien di spavento, Per cui tremavano ambedue le sponde; Non altrimenti fatto che d' un vento Impetuoso per gli avversi ardori , Che fier la selva, e senza alcun rattento Li rami schianta, abbatte, e porta fuori: Dinanzi polveroso va superbo, E fa fuggir le fiere e li pastori.
Pagina 43 - Quasi un dolce dormir ne' suoi begli occhi, Sendo lo spirto già da lei diviso, Era quel che morir chiaman gli sciocchi. Morte bella parea nel suo bel viso. CAPITOLO...
Pagina 59 - Ond' ei levò le ciglia un poco in soso. Poi disse : fieramente furo avversi A me , ed a' miei primi , ed a mia parte ; Sì che per due fiate gli dispersi.
Pagina 43 - O abbondante grazia, ond' io presunsi Ficcar lo viso per la luce eterna Tanto che la veduta vi consunsi ! Nel suo profondo vidi che s...
Pagina 92 - Ond' io per lo tuo me' penso e discerno, Che tu mi segui, ed io sarò tua guida, E trarrotti di qui per luogo eterno...
Pagina 108 - Ma poi che pur al mondo fu rivolta contra suo grado e contra buona usanza, non fu dal vel del cor già mai disciolta. Quest'è la luce della gran Costanza che del secondo vento di Soave generò il terzo e l'ultima possanza.
Pagina 58 - ... sono ben pochi que' colali. E quelli cotanti, che bene sanno, più dubiterebbono che gli altri di giudicare, temendo di non errare, che non farebbono coloro che poco sanno. Onde ser Martino dall...
Pagina 68 - E già venia su per le torbid'onde Un fracasso d'un suon pien di spavento, Per cui tremavan ambedue le sponde ; Non altrimenti fatto, che d'un vento Impetuoso per gli avversi ardori, Che fier la selva, e senza alcun rattento Gli rami schianta, abbatte e porta fuori ; Dinanzi polveroso va superbo, E fa fuggir le fiere ed i pastori.
Pagina 13 - Per non venir senza consiglio ali' arco; Ma il popol tuo 1' ha in sommo della bocca. Molti rifiutan lo comune incarco; Ma il popol tuo sollecito risponde Senza chiamare, e grida: I' mi sobbarco. Or ti fa lieta, che tu hai ben' onde : Tu ricca, tu con pace, tu con senno, S' io dico ver, 1
Pagina 88 - Allora venne uno de' Galli a mezzo il ponte con grande burbanza, che molto era bello del corpo e grande a maraviglia, e gridò ad alta voce: vegna innanzi il più forte di tutti i Romani, e combattasi meco a corpo a corpo, acciò che la fine della nostra battaglia mostri ijuale gente sia più da pregiare in fatti d'arme. Li prencipi de' Romani si tacettero grande pezza; abbiendo 5 onta ciascuno eli rifiutare la battaglia, e dottando d' imprender primo l'ultimo pericolo.6 Allora si trasse innanzi...

Informazioni bibliografiche