Dalle origini al Cinquecento

Copertina anteriore
Loredana Chines
B. Mondadori, 2007 - 429 pagine
Dal molteplice universalismo dantesco fino alle inquietudini del soggetto lacerato nell'epoca della Controriforma, la tradizione letteraria italiana ha saputo efficacemente interpretare le grandi trasformazioni storiche e culturali che dal mondo medievale portano all'Europa moderna. La giovane letteratura italiana si afferma ben presto come esperienza d'avanguardia, elaborando modelli che resteranno punti di riferimento fondamentali per la cultura europea. Così, mentre la rielaborazione della tradizione cavalleresca trova in Ariosto una riscrittura ironica che la consegna all'inquieta parodia di un Cervantes, da un lato la lirica rinascimentale celebra la fortuna europea del modello petrarchesco, dall'altro la prosa lucida e rigorosa del Machiavelli, del Guicciardini e del Castiglione elabora nuovi paradigmi di riflessione etica, storiografica, politica, inaugurando una nuova coscienza della storia e del mondo. Nel presente volume l'attenzione filologica all'individualità del testo si coniuga alla dimensione storica ed ermeneutica, nell'intento di cogliere la vitalità dei secoli fondativi della tradizione letteraria italiana in una prospettiva allargata, europea e globale.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche