Cronica, a miglior lezione ridotta coll 'ajuto de'testi a penna, Volume 4

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 148 - E comiciò uno commento sopra quattordici delle sopraddette sue canzoni morali volgarmente, il quale per la sopravvenuta morte non perfetto si truova, se non sopra le tre; la quale, per quello che si vede, alta, bella, sottile e grandissima opera riuscia, perocché ornato appare d'alto dittato e di belle ragioni filosofiche e astrologiche.
Pagina 146 - Vinegia in servigio de' signori da Polenta, con cui dimorava; e in Ravenna dinanzi alla porta della chiesa maggiore fu seppellito a grande onore in abito di poeta e di grande iìlosafo.
Pagina 148 - Questo Dante per lo suo savere fu alquanto presuntuoso e schifo e isdegnoso, e quasi a guisa di filosafo mal grazioso non bene sapea conversare co' laici; ma per l'altre sue virtudi e scienza e valore di tanto cittadino, ne pare che si convenga di dargli perpetua memoria in questa nostra Cronica, con tutto che le sue nobili opere lasciateci in iscrittura facciano di lui vero testimonio e onorabile fama alla nostra cittade.
Pagina 130 - Certo si stima per gli savi, che l'assedio di Troia, In sua comparazione, non fosse di maggiore continuamento di battaglie per mare e per terra...
Pagina 51 - mperadore fu malato più giorni a San Salvi, e veggendo non potea avere la città per accordo, né la battaglia voleano i Fiorentini, se ne partì non bene sano. E stando ancora a San Salvi, ragionando il conte di Savoia con l'abate e certi monaci di là entro, come lo...
Pagina 64 - E lasciò i nipoti e suo lignaggio con grandissimo e innumeri bile tesoro: e dissesi che, vivendo il detto papa , essendo morto uno suo nipote cardinale cui egli molto amava, costrinse uno grande maestro di negromanzia che sapesse che dell'anima del nipote fosse. Il detto maestro fatte sue arti , uno cappellano del papa malto sicuro fece portare (8) a'dominia, i quali il menarono allo 'n Perno, e mostrargli visi lii Irmen te uno palazzo iv...
Pagina 64 - Questi fu uomo molto cupido di moneta , e simoniaco , che ogni beneficio per danari s' avea in sua corte , e fu lussurioso ; che palese si dicea , che tenea per amica la contessa di Pelagorga bellissima donna , figliuola del conte di Fusci.
Pagina 222 - Carlo, perocch'er« del lignaggio de' signori d'Aquino suoi ribelli, dubitando che per lo suo senno e virtù non fosse fatto cardinale; onde fu grande dammaggio alla chiesa di Dio: morì alla badia di Fossanuova in Campagna.
Pagina 146 - Bianca, come addietro ne' tempi è fatta menzione, il detto Dante era de' maggiori governatori della nostra città e di quella parte, bene che fosse guelfo; e però...
Pagina 65 - ... uno letto di fuoco ardente, nel quale era l'anima del detto suo nipote morto, dicendogli che per la sua simonia era così giudicato. E vide nella visione fare un altro palazzo alla 'ncontra, il quale gli fu detto che si facea per papa Clemente; e così rapportò il detto cappellano al papa, il quale mai poi non fu allegro e poco vivette appresso...

Informazioni bibliografiche