Annali d'Italia dal principio dell'era volgare sino all'anno 1750, Volume 15

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 308 - Chron. mosse in quest'anno una infinità di cristiani crocesegnati alla volta dell'Oriente , composta della schiuma di tutti i masnadieri e della canaglia della Francia, Germania , ed Inghilterra , e con loro andarono femmine da partito senza numero. Un corpo d' essi era condotto dal romito Pietro.
Pagina 308 - Germania, e poi coli" avere ottenuto libero il passaggio da Colomanno re per I' Ungheria, marciò questo esercito alla volta di Costantinopoli. Un' altra potentissima armata condotti da Ugo il Grande, fratello del re di Francia, da Roberto conte di Fiandra, da Roberto duca di Normandia , da Eustacbio di Bologna, fratello del duca Gotifredo, e da altri principi (n venne per l...
Pagina 218 - De illa autem terra quam iniuste tenes, sicut est Salernus et Amalfia et pars Marchiae Firmanae, nunc te patienter sustineo (!) ete.
Pagina 229 - Non ignara quidem belli navalis et audax Gens erat haec ; illam populosa Venetia misit, Imperii prece, dives opum, divesque virorum, Qua sinus Adriacis interlitus ultimus undis Subjacet Arcturo, sunt...
Pagina 215 - ... et Italiae ex parte omnipotentis Dei et vestra interdicens ei, omnem potestatem et dignitatem illi regiam tollo et, ut nullus christianorum ei sicut regi oboediat, interdico omnesque, qui ei iuraverunt vel iurabunt de regni dominatione, a iuramenti promissione absolvo.
Pagina 101 - Normanni, ma restò da essi sbaragliato colla morte di dieci mila di quegl' Infedeli. Non é già vietato il credere assai meno. Diedero il sacco dipoi i due fratelli principi normanni a varie castella e contrade di quell' isola sino a Girgenti , colla presa di Traina.
Pagina 140 - Romani nell' assedio di Modena. Fece il Conte scrivere in arabico in un poco di carta il successo infelice de...
Pagina 101 - Giunta. sito passò lo Stretto, e trovata Messina con poca gente. perché i più erano iti nelle navi moresche , se ne impadronì : il che fece ritirar le navi nemiche, e lasciò aperto il passaggio a quelle di Roberto Guiscardo, il quale colà sbarcò colle sue soldatesche.
Pagina 185 - IV, con assolvere tutti i di lui sudditi dal giuramento di fedeltà: risoluzione, che quantunque non praticata da alcuno de' suoi predecessori, pure fu creduta giusta e necessaria in questa congiuntura.
Pagina 176 - VII, in cui lo zelantissimo pontefice per la prima volta pubblicamente proibì, sotto pena di scomunica, le investiture de' vescovati e delle abbazie che i re davano agli ecclesiastici con porgere loro il pastorale e l'anello. S'era da molti anni introdotta questa novità: e coli' essere divenuta dipendente della volontà de' sovrani temporali, che in que...

Informazioni bibliografiche