Jung e l'immaginario alchemico

Copertina anteriore
Edizioni Mediterranee, 2008 - 283 pagine
1 Recensione
Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
Jeffrey Raff illustra la natura spirituale della psicologia junghiana e il debito che essa ha nei confronti della tradizione religioso-esoterica. A differenza di altri libri su Jung e l'alchimia, che forniscono una lettura psicologica del materiale alchemico, questo saggio si avvale dell'alchimia per comprendere tre pilastri della spiritualità junghiana: il Sé, la funzione trascendente e l'immaginazione attiva. Attraverso l'interpretazione dell'immaginario alchemico, l'autore illustra la natura di questi tre concetti e spiega come, insieme, possano offrire un nuovo modello per la spiritualità occidentale contemporanea. Il libro si avvale di testi di alchimia relativamente poco noti, per la maggior parte mai interpretati, e presenta due concetti nuovi: l'alleato e la dimensione psicoide. Servendosi di queste idee e delle nuove frontiere che esse offrono alla comprensione, diviene possibile applicare l'immaginario alchemico all'esperienza transpsichica: vale a dire, a un mondo spirituale che non si può ridurre ai meri concetti psicologici.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

alla pagina 111 ho trovato la Chiave che cercavo
Splendido testo

Pagine selezionate

Sommario

Sezione 1
38
Sezione 2
39
Sezione 3
110
Sezione 4
119
Sezione 5
133
Sezione 6
136
Sezione 7
142
Sezione 8
145
Sezione 10
153
Sezione 11
159
Sezione 12
163
Sezione 13
169
Sezione 14
173
Sezione 15
181
Sezione 16
200
Copyright

Sezione 9
150

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche