Opere, Volume 2

Copertina anteriore
Societa di Classici italiani, 1806
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 223 - ... persuadere: come, per esempio, il Vangelo c'insegna che noi amiamo il prossimo, ma il predicatore, s'egli è buono oratore, ci sforza a ire a trovare il nostro nimico ed abbracciarlo: e, la Scrittura vuole che noi ci pentiamo de' nostri peccati; ed il frate eloquente ci costringe a piangerli in pubblico ea chiederne misericordia ad alta voce. Quello che io non fo dunque leggendo la Scrittura e poi fo udendo la predica, è tutto opera e frutto dell'eloquenza...
Pagina 221 - ... diverrai temperato e modesto; la qual virtù è quasi un concento ed un'armonia dell'anima; e, come uno istrumento scordato non si può usare ad alcuna musica, così gli animi impetuosi e discordanti dalla ragione e da sé medesimi non son buoni ad alcuna azione.
Pagina 59 - Monarchia, quali io divisato e figurato gli ho. Né altra effigie, né altro animo, né altra compagnia potrebbe avere sì dispietato e sì rabbioso mostro, poiché ella il sangue e la libertà e la vita d
Pagina 26 - Maestà sì difficilmente s'estinse, non sia raccesa ora, e non arda e non divori le sue non bene ancora ristorate né rinvigorite membra. Di ciò pietosamente e con le mani in croce vi priega Madama illustrissima vostra umile serva e figliuola, la quale voi donaste ad Italia, e con sì nobile presente e magnifico degnaste farne partecipi del vostro chiarissimo sangue, a ciò che ella di sì prezioso legnaggio co' suoi parti questa gloriosa terra arricchisse.
Pagina 214 - ... di dettare le tue lettere con parole elette e non plebee ; e potrai vedere quanta carestia sia di quello che si dice essere abbondanza grandissima, cioè di esse parole; che per proverbio si dice che delle parole non manca mai. Abbi Terenzio e Virgilio in mano, e leggi l'uno e l'altro per ricreazione; che tu gì
Pagina 7 - Stato ed in occupando le altrui iurisdizioni o possessioni, niuna altra cosa fa che opporsi alla natura e prendere guerra con Dio: perocché, se la ragione, con la quale gli Stati sono governati e retti, attende solo il commodo e l'utile, rotto e spezzato ogni altra legge ed ogni altra onestà, in che possiamo noi dire che siano differenti fra loro i tiranni ed i re, e le città ed i corsali, o pure gli uomini e le fiere...
Pagina 20 - Però che chi fu in quel tempo che del vostro fortunoso caso amaramente non si dolesse? o chi della vostra vita, come di molto amata e molto apprezzata cosa, non istette pensoso e sollecito ? o chi non porse a Dio con pietoso cuore ardentissimi prieghi per la vostra salute? Certo nessuno che animo e costume umano avesse. Che parlo io degli uomini? Questa terra, sacra Maestà, e questi liti parca che avessino vaghezza e disiderio di farvisi allo 'ncontro,15 et il vostro travagliato e combattuto naviglio...
Pagina 85 - Stato e le sue magagne disegnarvi ed annoverarvi d'una in una, voi conoscereste chiaramente che molto più può la guerra nuocere a lui che ella non può a noi; ma ciò si dirà a conveniente tempo; e, quando Vostra Serenità fia collegata, ogni nostro pensiero le fia aperto e palese, ed in questo mezzo assai vi basti di saper tanto che la guerra per...
Pagina 217 - Cicerone e di molti altri con le orecchie purgate (il che, se da te non mancherà, potrà essere molto tosto), tu conoscerai che tutte le altre glorie son vane e caduche e leggere e puerili, fuori che la scienza e la bontà e le virtuose opere: e ciò sentendo, sprezzerai le lodi e gli onori e le dignità che il mondo toglie e concede a suo arbitrio, e non a diritta ragione, contentandoti...
Pagina 3 - o altra nuova luce é apparita nell' aria , il più delle genti rivolte al Ciclo , mirano colà dove quel maraviglioso lume risplende; così avviene ora del vostro splendore e di Voi ; perciocché tutti gli uomini , ed ogni popolo e ciascuna parte della terra risguarda inverso di Voi solo . Né creda Vostra Maestà che i presenti Greci , e noi Italiani ed alcune altre nazioni dopo tanti e tanti secoli si vantino ancora e si rallegrino della memoria de...

Informazioni bibliografiche