Orlando innamorato, Volume 3

Copertina anteriore
Società Tipografica de' Classici Italiani, 1806
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice


Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 24 - Allor se cominciamo e cridi a odire, e l'orribil strider delle ritorte; il mar cominciò negro ad apparire, e lui e il celo avean color di morte; grandine e pioggia comincia a venire, or questo vento or quel si fa più forte; qua par che l'unda al cel vada di sopra, là che la terra al fondo se discopra.
Pagina 214 - A l'uomo , ebbe d' ingegno un ricco dono : Che da l'esser in fuor com' egli tondo , Tutte l'altre faccende in esso sono . Ha del largo del lungo del profondo , Del mediocre del tristo e del buono : Tutte le qualità de gli elementi Produce, pioggie e nevi e nebbie e venti. 2 Si rannugola spesso , e rasserena : La terra sua or sì or no fa frutto ; Per ch' ell' è dove grassa, e dove rena ; Or ha troppo del molle , or de l'asciutto.
Pagina 321 - This book shoutd be returned to thè Library on or before thè tast date stamped betow. A fine of flve cents a day is incurred by retaining it beyond thè specifled time.
Pagina 261 - T'abbia condotto a tal mestier Fortuna, Ma per un cavalier si buon ti lodo Come forse oggi sia sotto la luna: E ben conosco ch'egli è fermo il chiodo Che di du...
Pagina 199 - Ed un certo proverbio cosi fatto Dice, che '1 danno toglie anche il cervello; E che chi è rubato , come matto Ne va dando la colpa a questo e quello...
Pagina 30 - ... misura, che sol dal peso avrian morto un gigante; ma quel feroce, che è senza paura, vói che '1 naviglio vada, o male o bene, a dare in terra con le vele piene.
Pagina 215 - Come in Puglia si fa contra al veleno Di quelle bestie che mordon coloro Che fanno poi pazzie da spiritati, E chiamansi in vulgar tarantolati; E bisogna trovare un che, sonando [cia, Un pezzo, trovi un suon ch'ai morso piacSul qual ballando e nel ballar sudando, Colui da sé la fiera peste caccia.
Pagina 70 - Ella avea tutti i crin sopra la fronte, La faccia lieta , e la movea sovente : Atte a fuggire avea le membra e pronte: Poca treccia di dietro, anzi niente: " II vestimento candido e vermiglio, ' Che sempre scappa a chi gli da di piglio. 43 Se non pigli di quella ch'hai d'avanti, E non strigni le membra pellegrine, I piè ti frusterai poi tutti quanti Seguendola fra...
Pagina 74 - Over diletto, o segue onore e stato, Ponga la mano a questa chioma d'oro, Ch' io porto in fronte, e quel faro beato.
Pagina 126 - 1 parlar bene ; E ch' esser mostra poco savio quello Che i suoi segreti in se stesso non tiene ; Ma colui privo al tutto di cervello , E debil molto , e tenero di schiene , Ch...

Informazioni bibliografiche