Un anno di vita da cani: riflessioni ed esperienze per sopravvivere alla deriva italiana

Copertina anteriore
Marsilio, 2010 - 187 pagine
0 Recensioni
In questo tempo dove troppe cose non vanno, dove si ha la sensazione di peggiorare giorno dopo giorno, a Davide Cervellin capita per lavoro di girare l'Italia, incontrare molta gente, conoscere fatti e, nella pausa di un pranzo o di una cena, di concedersi un po' di distensione scoprendo nella gioia del convivio spunti per la soluzione di qualche problema o, ancora, la possibilità di stabilire relazioni utili per dipanare la matassa sempre più ingarbugliata della vita. Quando, per rilassarsi, fa invece le sue passeggiate pressoché quotidiane tra le cinque e le sette di mattina con Roy, il suo fedele e bravo Labrador cane guida, oltre a riconciliarsi col mondo respirando libertà, ha l'opportunità, forse perché poco distratto, di riflettere sugli avvenimenti e di riordinare i pensieri che poi mette nero su bianco prima di cominciare la giornata lavorativa. Riflessioni su cose vissute, su idee e pensieri di questo tempo, confrontate di tanto in tanto con i modi di essere o di pensare di qualche decina di anni fa, un periodo che per la maggior parte di noi sembra ormai un'epoca lontana, dimenticata, con la quale abbiamo poco a che fare. C'è però un elemento che avvicina i due mondi, ed è il piacere della tavola e alcuni piatti che una volta erano poveri e oggi sono d'elite, ma che sempre, un tempo per la fame e oggi perché non sono consueti, regalano emozioni e piacere.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche