Rivelazioni storiche della rivoluzione dal 1848 al 1860

Copertina anteriore
Stabilimento Tipografico Amenta, 1883 - 434 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 327 - Fra i governanti il più sgradito è Crispi, che non gode alcuna riputazione nel paese, e che ha dato prove di mirabile incapacità. Egli è segretario di Stato per l'interno e le finanze. Accanto a lui è Raffaele (lavori pubblici), persona molto sospetta ed invisa ; tanto sospetta ed invisa, che lo stesso Garibaldi, a suggerimento non so di chi, giorni sono ne aveva ordinato l'arresto.
Pagina 81 - Che in virtù dell'articolo 87-del decreto pubblicato in Napoli nella sera del giorno 11 corrente per proclamare una Costituzione, questo decreto debba essere considerato come applicabile solamente a Napoli, per quanto riguarda lo stabilimento del Parlamento. 2° Che sia intenzione, siccome già lord Minto ha in altre comunicazioni a lei manifestato che un separato Parlamento sarà stabilito in Sicilia, e...
Pagina 115 - Sicilia. 2. La Sicilia si reggerà a Governo Costituzionale, e chiamerà al Trono un principe Italiano dopoché avrà riformato il suo Statuto.
Pagina 329 - ... dell'interno, sono stati presi a calci dal popolo , e messi fuori del palazzo. Il barone Pisani è venuto da me per esortarmi ad entrare nel governo ea prenderne la presidenza , e così evitare una qualche esplosione popolare. Ho risposto che io non posso e non debbo sciupare la mia popolarità, che forse potrà rendere un qualche servigio alla causa italiana, per salvare Crispi e Raffaele, che io credo avversi alla politica del governo del Re, e forse anche alla Casa di Savoia. Sono venuti anche...
Pagina 328 - Raffaele (lavori pubblici), persona molto sospetta ed invisa ; tanto sospetta ed invisa, che lo stesso Garibaldi, a suggerimento non so di chi, giorni sono ne aveva ordinato l'arresto. Monsignore Ugdulena e il barone Pisani sono galantuomini, ma si sono chiariti inetti. Il governo non ha quindi un saldo fondamento nella stima del paese, è isolato, e rimane come accampato in terreno nemico. Alla sua durata non v'è alcuno che creda; della sua autorità si ride. In questo stato di cose tutti gli sguardi...
Pagina 80 - Costituzione delle due camere. 10 ho anche ricevuto ripetute assicurazioni che si riferirà agli antichi diritti della Sicilia ed alla Costituzione del 1812, il preambolo di qualunque decreto per la creazione del Parlamento siciliano. Spero che questa dilucidazione allontanerà la sfavorevole impressione che la nuda pubblicazione del proclama di jersera si è calcolato dover produrre.
Pagina 330 - Io le dò in questo proposito la mia parola. Il disordine è grande, e sgomenterebbe chiunque non sia nato in Sicilia; ma io mi sento forza di vincerlo, e la fiducia che mi mostra il popolo di Palermo ho certezza mi darà possibilità di purgare il governo .dai mazziniani e dai borbonici mascherati. Agirò con moltissima prudenza; ma non lascerò che vada in rovina la Sicilia per le male opere di qualche birbo o insensato. 14 giugno. Alle rimostranze di tutti gli...
Pagina 81 - Che il Re di Napoli ha nel giorno 12 espresso a lord Minto il desiderio d'impiegare la sua mediazione presso il Comitato generale, e che lord Minto è pronto ad imbarcarsi e venire in Palermo , se il Comitato generale è di avviso che un accomodamento potrebbe aver luogo sulle basi di sopra indicate.
Pagina 330 - Conte, come io non sia sopra un letto di rose; ma dall'altra parte credo mi conosca abbastanza per essere persuaso, che non sono uomo da lasciare una posizione che diventi pericolosa. Io ci starò , e senza rassegnarmi a far la parte di vittima. Mi confortano le continue dimostrazioni di stima e di affetto, che mi vengono, non solamente dal popolo di Palermo , ma da tutte le città di Sicilia, massime da Messina e da Catania, che mi hanno spedito delle apposite deputazioni; mi conforta la coscienza...
Pagina 79 - Sicilia contenuta nell'articolo 87. Questo decreto si deve al presente considerare come applicabile soltanto a Napoli, per quanto riguarda lo stabilimento del Parlamento.

Informazioni bibliografiche