Notizie astronomiche

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 148 - ... in un altro vaso di angusta bocca, che sia posto a basso: e stando ferma la nave, osservate diligentemente come quelli animaletti volanti con pari velocità vanno verso tutte le parti della stanza; i pesci si vedranno andar notando indifferentemente per tutti i versi; le stille cadenti entreranno tutte nel vaso sottoposto; e voi, gettando all'amico alcuna cosa, non più gagliardamente la dovrete gettare verso quella parte che verso questa, quando le lontananze sieno eguali; e saltando voi, come...
Pagina xxxviii - JL' anel t' apparve di -Saturno antico? Come da un bel faria volto pudico, Ti venne allor da quel Pianeta un foco, Per cui dello stellato etra in si poco Tempo invaghisti, ch
Pagina 148 - ... pescetti; sospendasi anco in alto qualche secchiello, che a goccia a goccia vadia versando dell'acqua in un altro vaso di angusta bocca, che sia posto a basso: e stando ferma la nave, osservate diligentemente come quelli animaletti volanti con pari velocità vanno verso tutte le parti della stanza; i pesci si vedranno andar notando indifferentemente per tutti i versi; le stille cadenti entreranno tutte nel vaso sottoposto; e voi, gettando...
Pagina 150 - ... da essa per spazio assai notabile si separassero; ma trattenendovisi vicine, perché la nave stessa, come di fabbrica anfrattuosa, porta seco parte dell'aria sua prossima, senza intoppo o fatica seguirebbon la nave, e per simil cagione veggiamo tal volta, nel correr la posta, le mosche importune ei tafani seguir i cavalli, volandogli ora in questa ed ora in quella parte del corpo ; ma nelle gocciole cadenti pochissima sarebbe la differenza, e ne i salti e ne i proietti gravi, del tutto impercettibile.
Pagina xxxvii - Iberia lodò, che Primavere Condotte ancor non t'avea molte il Sole, E ti mostravi alle più belle scuole Della virtù nodrito, e del sapere. Te la ili/iiril Gallia, ove leggiere Gambe non ti fur gioja, e argute gole, Ma l'assister degli astri alle carole, E il suono udir, delle concordi sfere. Reso all'Italia, con sudor preelari' Fosti, e col meditar lungo, qual face, Che sè distrugge, illuminando altrui.
Pagina 148 - ... (pur che il moto sia uniforme e non fluttuante in qua e in là) voi non riconoscerete una minima mutazione in tutti li nominati effetti, né da alcuno di quelli potrete comprender se la nave cammina o pure sta ferma...
Pagina 149 - ... stracche in tener dietro al veloce corso della nave, dalla quale per lungo tempo, trattenendosi per aria, saranno state separate; e se abbruciando alcuna lagrima d'incenso si farà un poco di fumo, vedrassi ascender in alto ed a guisa di nugoletta trattenervisi, e indifferentemente muoversi non più verso questa che quella parte.
Pagina 148 - Voi saltando passerete nel tavolato i medesimi spazj che prima; nè perchè la nave si muova velocissimamente, farete maggior salti verso la poppa, che verso la prora, benchè nel tempo che voi state in aria il tavolato sottopostovi scorra verso la parte contraria al vostro salto; e gettando alcuna cosa al compagno, non con più forza bisognerà tirarla per arrivarlo, se egli sarà verso la prora e voi verso poppa, che se voi fuste situati per l'opposito: le gocciole cadranno come prima nel vaso...
Pagina xxxix - II raggio amico, che ne' cor penètra , Guarda, sempre che il puoi, questa umil pietra, Sotto cui rinserrò Morte importuna L occhio divin, che nella notte bruna Di vetri armato ti seguia per l'etra. Tu ne gioivi; ed or che il guardo abbassi, Nè più dal cocchio il vedi in tuo viaggio, Con un sospiro su Verona passi. Quindi alle ciglia d...
Pagina xl - Troverai certo in qualche stanza Elisa , Cui solevi inchinar sul verde suolo Della sua Tempe , e tra le lucid...

Informazioni bibliografiche