Cronache antiche Toscane

Copertina anteriore
Tipi del Gondoliere, 1841 - 319 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 59 - Iddio, ove è la fede della real casa di Francia, caduta per mal consiglio, non temendo vergogna? O malvagi consiglieri, che avete il sangue di così alta corona fatto non soldato, ma assassino, imprigionando i cittadini a torto, e mancando della sua fede, e falsando il nome della real casa di Francia! Maestro Ruggieri, giurato alla detta casa *", essendo ito al suo convento™ gli disse: "Sotto di te perisce una nobile città"; al quale rispose che niente ne sapea.
Pagina 3 - ... aspettino la giustizia di Dio, la quale per molti segni promette loro male siccome a colpevoli, i quali erano liberi da non potere esser soggiogati. 25 Dopo molti antichi mali per le discordie de...
Pagina 203 - Questi fu grande letterato quasi in ogni scienza, tutto fosse laico; fu sommo poeta e filosafo, e rettorico perfetto tanto in dittare e versificare, come in aringa parlare nobilissimo dicitore, in rima sommo, col più pulito e bello stile che mai fosse in nostra lingua infino al suo tempo e più innanzi.
Pagina 14 - Ritornati i cittadini in Firenze, si resse il popolo alquanti anni in grande e potente stato; ma i nobili e grandi cittadini insuperbiti faceano molte ingiurie a' popolani, con batterli e con altre villanie. Onde molti buoni cittadini popolani e mercatanti , tra...
Pagina 1 - Le ricordanze delle antiche istorie lungamente ànno stimolata la mente mia di scrivere i pericolosi avvenimenti non prosperevoli, i quali ha sostenuti la nobile città figliuola di Roma, molti anni, e spezialmente nel tempo del giubileo dell'anno MCCC.
Pagina 231 - ... lanaiuoli del detto ovraggio, e viveane più di trentamila persone. Ben troviamo che da trenta anni addietro erano trecento botteghe o circa, e facevano per anno più di cento migliaia di panni: ma erano più grossi e della metà valuta, perocché allora non ci entrava e non sapeano lavorare lana d'Inghilterra come hanno fatto poi. I fondachi dell'arte di Calimala de...
Pagina 204 - Questo Dante per lo suo savere fu alquanto presuntuoso e schifo e isdegnoso, e quasi a guisa di filosafo mal grazioso non bene sapea conversare co...
Pagina 47 - Questo signore viene, e conviensi onorare. Levate via i vostri sdegni e fate pace tra voi, acciò che...
Pagina 31 - Monsignore , non gli disdegnale, perché siano pochi, perché sanza i consigli palesi non si può dare più moneta.
Pagina 41 - Perché siete voi così ostinati? Umiliatevi a me. E io vi dico in ferità, che io non ho altra intenzione che di vostra pace.

Informazioni bibliografiche