Saggio sui dialetti gallo-italici, Parte 1

Copertina anteriore
Bernardoni, 1853 - 692 pagine
0 Recensioni
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 102 - Maggi hanno poscia seguito a scriver nella nostra lingua alcuni dotti e savii uomini, che sono morti di fresco, ed alcuni altri, che ora vivono, i quali mostrano di far grande conto del giudizio e della lode della lor patria, scrivendo nel proprio dialetto cose che non possono esser giudicate o lodate da altri meglio che da lei. Quindi Ŕ che noi abbiamo veduto in pochi anni la nostra lingua mostrarsi capace di tutte le vere e pi¨ solide bellezze della poesia. Bastivi di leggere le rime scritte...
Pagina 102 - ... ed importanti. Sulle pedate gloriose del Maggi hanno poscia seguito a scriver nella nostra lingua alcuni dotti e savii uomini, che sono morti di fresco, ed alcuni altri, che ora vivono, i quali mostrano di far grande conto del giudizio e della lode della lor patria, scrivendo nel proprio dialetto cose che non possono esser giudicate o lodate da altri meglio che da lei. Quindi Ŕ che noi abbiamo veduto in pochi anni la nostra lingua mostrarsi capace di tutte le vere e pi¨ solide bellezze della...
Pagina 16 - In modo strano forma la prima persona plurale nei verbi, interponendo fra il pronome ed il verbo la sillaba ź ma ╗, o l'inversa ź am ╗, invece di suffiggere al verbo stesso la caratteristica źm╗, come
Pagina 594 - ... alchun o alchuign qui no fossen de la ditta compagnia o com chol o veyrament prandes guera com lor, que gle infrascript quatrcent homegn de la ditta compagnia seen entegn¨ e debien precixament e senc.a tenor porter e deferir pareysament arme, co Ŕ falchastr, iuxerma o sea spa...
Pagina 593 - ... debien esser perpetuarmeint e se debien nominer un hospicii co e hospicii de la compagnia de sein Georz. I quagl homegn...
Pagina 35 - ... 29 Ma egli, rispondendo, disse al padre : Ecco giÓ tanti anni io ti servo, e non ho giammai trapassato alcun tuo comandamento ; e pur giammai tu non mi hai dato un capretto, per rallegrarmi...
Pagina 593 - Cher al mod uxÓ e congregÓ, el fu statuý e ordonÓ per col consegl e per gle consegler de lo dit consegl e per gle rezior de la dicta compagnia, gle qual adonch...
Pagina 103 - Figliuol prodigo! Questa dolcissima allegoria della divina misericordia quasi direi che diventi pi¨ preziosa nella nostra lingua; imperciocchÚ, richiedendo l'argomento una certa semplicitÓ e un certo soave affetto, ch'io non saprei spiegare, sembra questa essere a ci˛ maravigliosamente adatta...
Pagina xxix - ... le loro proprietÓ distintive, sia sonore, sia grammaticali, e raccogliendo in brevi pÓgine un estratto comparativo dei loro vocabolari, col d¨plice scopo di rivelarne le orýgini ei rapporti.... Per ci˛ che riguarda il sistema sonoro, la necessitÓ di rappresentare scritturalmente in tanti e in svariati dialetti una lunga serie di suoni, in parte diversi dagli italiani, e l'insufficienza del troppo esiguo alfabeto latino, ci costrýnsero a far uso di alcuni segni convenzionali...
Pagina 670 - Con lui ol cor e no co la fÚ vana, De zo che al ne prestad in la setemana. A nol se de andar tenasando Ma pover e infirmi revesetando , E ovra de misericordia faxando. Le doni non dŔ al bal andar cantando...

Informazioni bibliografiche