Immagini della pagina
PDF
[ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors]

CAPO VI.

Bibliografìa dei dialetti lombardi.

MlLAtlESB.

Filolauro. SoUniOMcomedi* d'un atto solo, senza distinzione di scene, di vario metro, e mescolata di mollo linguaggio lombardo. — Bologna , in casa di Maestro Girolamo de' Benedetti, isso, in-8.°

Opera jocunda nob. D. Johannis Georgii Alioni Àstensis, metro machartmico, materno et gallico composita. Imprcssum Ast per Kranciscum de Silva, anno Domini ìitst. — In questo libro trovasi la Farsa del Bracho e del Milaneiso inamorato in Ast, nella quale il Milanese parla il proprio dialetto. Fu ristampato due volte coi seguenti titoli: V opera piacevole di Ceorgio Allione. Asti, per Virgilio Zangrandi, 1801. In-ia." — L'opera piacevole di Georgio Allione astegiano di nuovo corretta et ristampata in Asti, et ristampata in Torino per Stefano Manzolino, 1628. Queste due edizioni per altro non contengono, i componimenti francesi, i quattro ùltimi piemontesi della prima edizione, già fatta rarissima, e la lingua fu m ambedue ritoccata e rimodernata. Scrissero intorno a questo libro Andrea Bassotti, nel Syllabus scriplorum Pedemontil, Chiesa Agostino nel Catàlogo di tutti gli scrittori piemontesi, Grassi Serafino, nella Storia della città d'Asti, VaUauri Tommaso nella Storia della poesìa in Piemonte, ed altri. Un esemplare completo della prima edizione fu venduto in Inghilterra 700 franchi.

II Muratore. Comedia Rusticale Lombarda, nella quale si contiene come un Villano e un Muratore si partono da lavorare per voler diventar ricchi, e come furono fatti ricchi; ed una Epistola d'Amore. In Siena, ad istanza di Giovanni di AlessandroLibraro; adì ss di settembre, iB*i,in-e.*

Tonio e Pipo, il Contadino e I' Oste. Comedia in dialetto lombardo. Senza veruna indicazione tipogràfica.

Tana Milane», de la lengua de Milan, e Prissian de Milan, de la parnonzia milanesa. — Milano, fftoe, per Giacomo Coma Ivi sono contenuti Wi Sonetti del Capis e del Biffi. Parecchie edizioni furono publicate del Varon Milancs, delle quali la prima in Pavia, pel tiàrtolijpoi fa riprodotta colle annotazioni ed aggiunte di Giuseppe Milani; la terza, col Trattato della pronunzia, è la tette indicata deli eoe. Una quarta vide la luce in Miano, per Giuseppe Marcili, nel fiso; e la quinta nella Collezione delle migliori òpere scritte in dialetto milanese. — Milano, per Giovanni Pirotta, 1816. Voi. I.

Nova cipollata in lingua rustica milanese. —' Milano, per Pandolfo

Malatesta.

Navarlneida. Descors intorno a la resa de Brada in despresi di Navarin noslran, dà in lus da Batista de Miran, 102.1.

Bradaineida. Ragionamento fatto in lode di Bredà di porta Nuova, ec., composto da Andrea da Milano. — Milano, per Pandolfo Malatesta, senza T anno.

Il Lamento del contadino sopra diverse arti, ec. — Milano, per Pandolfo Malatesta. Senza data (1625-27).

Lamentatone che fanno Baltranim de Gagian e Bauscion de Gorgonzola sopra i presenti tempi calamitosi, ec. — Milano, teso, per l'erede di G. B. Colonna.

La Cena. Milano, per G. B. Malatesta, lesi.— Ivi trovanti due sonetti di Baldattare Migliavacca in dialetto milanete.

La mascherata fatta in lingua villanesca, per l'allegrezza del re dei Romani contro a'Navarrini.— Milano, 1657, per Dionisi Gariboldi. Quetta è una ristampa.

Raccolta di sviscerati affetti, e breve racconto delle allegrezze fatte in Milano, ec, per la resa di Vercelli. — Milano, 1638, per G. B. Malatesta. Quetta raccolta contiene varie poetie milanesi.

Discors faa da Marfori e Pasquin sora l'assedi de Lerida, socorsa dal sior Marches de Leganes e i sò soldaa, con la rotta dell'armada franzesa. —Milano, per Lodovico Monza, 1647.

Girolamo nemico della fatica. Comedia. — Milano, in-ie.° Senza data.

La Superbia umiliala , con Girolamo. Comedia. — Milano, in-16." Senza data.

Il Segreto, con Girolamo. Comedia. — Milano, in-ie.° Senza data.

Le feste dell'Adda per l'ingresso di D. Francesco Maria Sforza Visconti, ec., al marchesato di Caravaggio. Racconto di D. Adaniro Joramaggio. (Adriano Majoraggio). — Bergamo, 1652, per Marc'Antonio Rossi. Ivi trovati una poesia milanete.

Poema in lingua milanese per l'arrivo della serenissima infanta Margherite d'Austria moglie di Leopoldo Cesare. — Milano, pel Ghisolfi , 1664. Questo poema anònimo è di Onofrio Buttero.

Terzetti nuovi per ogni stalo di persone. — Milano, per Gius. Pandolfo Malatesta. Senza data.

Chi ha Donna ha Danno. Opera di Tomaso Sant'Agostini. — Milano per il Monza, 1670, in-12.0

innamoraa in villa, pensanti d'ess correspost, se Irretiva inganna». Sonetto di I. M. — Milano, pel Ramcllati; senza data.

Poesie varie toscane e milanesi di Carlo Maria Maggi. — Venezia, 1700. Voi. I, In-8.°

Commedie e rime in lingua milanese di Carlo Maria Maggi. — Milano , 1701. Voi. 4 in-l«.° Lo stesso. — Venezia, 1708, e Milano, ITU.

Nuova aggiunta di varie poesie, si in lingua milanese, come eroiche, di Carlo Maria Maggi. — Venezia, 1701.

Sora la nreuva sparsa dai Navarin che tornen i Franzes, Sonelt. — Milano, 1706, per Pandolfo Malatesta.

La Sala degli Incanti. Opera di Sottoginio Manasta (Tomaso Sant'Agostino). — In Cremona, nella stamperia del Ferrari, 1708.

La Tartara milanese, o sia il Navette di Baltrame da Gaggiano. Almanacco per Canno 1714.

Bosinadc di Gaspare Fumagalli, stampate separatamente in Milano, verso il 1715; per Francesco e per Carlo Bolzani.

Raccolta copiosa d'intermezzi, parte in lingua milanese. — Amsterdam, I7is. Voi. * in-lS.°

Due Sonetti di Giuseppe Clerici Rossi. — Milano, pel Montano, senza data.

La Zanforgna infregiada in boca a un pegoree de quii nostran, ec. Lunari per l'ann bisestil |7«4. — In Milano.

Relazione nuova sopra la pace fatta tra la Francia e l'Imperatore.—Milano , pel Scionico. Senza data.

Lagrime in morte d'un gatto. — MHano, pel Marelli, 1741. Quest'opera publìcata da Domenico Balestrieri contiene alquante poesìe di vari autori in dialetto milanese.

Rimm milanes de Mencghin Balestreri academech trasformò. — Milano. 1744, pel Ghisolfl.

Rime per la professione religiosa di donna Giulia Sorniani. — Milano , 1748, per C. Giuseppe Ghislandi. Ivi trovatisi sei Sonetti, del Tanzi, del Balestrieri, del Simonetta e d'altri.

Il figliuol Prodigo (di Domenico Balestrieri). — Milano, 17 47, pel Marelli.

Lo stesso, eolla versione in verso toscano di G. B. Calvi. — Milano, 1782, pel Ghislandi.

Poesie per le Nozze LuvinJ-Barbavara. — Milano, 1748, per Giovanni Montano.

La Borlanda impasticciata (publicata dal conte Pietro Verri). — Milano, 1781, per Antonio Agnelli. Contiene un Sonetto in dialetto milanese.

Poesie per le Nozze Durini-Ruffini. — Milano, 1781, per Gius. Richino Malatesta. Ivi trovasi un Sonetto del Tanzi, ed uno del Balestrieri, in dialetto milanese.

El Menegbin Deean ( Pietro Cesare Larghi decano dei segretarii di Governo) a soa zellenza ci sciur cont Gio. Lucca Pallavisin, ec. — Milano,

« IndietroContinua »