Cronica di Giovanni Villani: a miglior lezione ridotta coll'ajuto de'testi a penna, Volumi 10-12

Copertina anteriore
Celli e Ronchi, 1832
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 28 - ... é sommo filosofo e maestro, più che re che portasse corona già fa mille e più anni; e con tutto che in latino , come la mandò , fosse più nobile e di più alti verbi e intendimenti per belli latini di quella, ci parve di farla volgarizzare, a coiocché seguisse la nostra materia volgare , e fosse utile a
Pagina 23 - Firenze, e avvili sì l' uficio de' priori, che non osavano fare niuua cosa quanto si fosse piccola , eziandio chiamare uno messo; e sempre stava con loro uno de' savi del duca, onde a' cittadini, ch'erano usati di signoreggiare la, città, ne parea loro molto male; ma grande sentenzia di Dio fu, che per le loro sette passate fosse avvilita la loro giurisdizione e signoria per più vile gente e men savi di loro, GAP.
Pagina 227 - I i di perle e di pietre preziose al petto con diversi segni e lettere; e per simile modo si facevano conviti disordinati per le nozze delle spose, ed altri con più soperchie...
Pagina 227 - ... intagliati di diversi panni e di drappi rilevati di seta e di più maniere , con fregi e di perle e di bottoni d...
Pagina 291 - Perocché questa fio terra nuova e nel cuore dell'Alpe, e nella forza degli Ubaldini e presso alle confini di Bologna e di Romagna; e s'ella non ha uno nome che al comune di Firenze ne caglia e abbiala cara, e...
Pagina 12 - ... ruppe e dilaniò, e menò via tutta la buona terra. Sicché a stimare a valuta di moneta il danno de...
Pagina 332 - Che ciò ch' egli aveva ditto, era in quistio. nanJo; ma la sua intenzione era, e teneva quello che santa Chiesa era consueta di credere e predicare . E sopra ciò il Re di Francia e...
Pagina 229 - ... in Fiandra e in Brabante, non guardando a costo; ma però molto fu grande vantaggio a tutti i cittadini in non fare le disordinate spese nelle loro donne e conviti e...
Pagina 226 - Nel detto anno , per calen d'Aprile, essendo le donne di Firenze molto trascorse in soperchi ornamenti di corone e ghirlande d'oro e d'argento, e di perle e pietre preziose, e reti e...
Pagina 9 - E rotta la detta pescaia d'Ognissanti incontanente rovinò e cadde il ponte alla Carraia, salvo due archi dal lato di qua. E incontanente appresso per simile modo cadde il ponte da santa Trinita, salvo una pila e uno arco verso la detta chiesa, e poi il ponte Vecchio stipato per la preda dell...

Informazioni bibliografiche