Cronica di Giovanni Villani, a miglior lezione ridotta coll' aiuto de' testi a penna, Volumi 1-2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 347 - Casentino e Romagna grande castellano, e con molti fedeli; savio fu di guerra e bene avventuroso in più battaglie, e al suo tempo fece grandi cose. Ghibellino era di sua nazione e in sue opere, ma co...
Pagina 5 - Alla fine (5) s'aggecchiro a tanto i Fiorentini, che mandarono pregando il. comune di Pisa , che in luogo della mercatanzia mandassero almeno altrettante some di qual più vile cosa si fosse, acciocché quella onta non facessono a loro , e il comune di Firenze de' suoi danari ristituirebbe i suoi cittadini ; e se ciò non.
Pagina 200 - Dio. nè del re Carlo suo signore, uccise di sua mano con uno stocco il detto Arrigo per vendetta del conte Simone di Monforte suo padre, morto a sua colpa per lo re d'Inghilterra...
Pagina 219 - Niccola terzo, fu magnanimo, e per lo caldo de' suoi consorti imprese molte cose per fargli grandi, e fu de' primi, o il primo papa, nella cui corte s'usasse palese simonia per gli suoi parenti ; per la qual cosa gli aggrandì molto di possessioni e di castella e di moneta sopra tutti i Romani, in poco tempo eh
Pagina 333 - Ungheria per uno cardinale legato del papa , e per più arcivescovi e vescovi . E per la detta coronazione e festa più altri cavalieri novelli si feciono il giorno , Franceschi, e Provenzali , e del Regno, e spezialmente Napoletani, per lo re e per lo figliuolo; e fu grande corte e onorevole , e ciò fece lo re Carlo , perocché era morto in quello anno il re d...
Pagina 91 - Ond' ella toglie ancora e terza e nona,t that Villani treats of a period (about 1260) subsequent to that spoken of by Cacciaguida : " È nota che al tempo del detto popolo, e in prima, e poi a gran tempo, i cittadini di Firenze viveano sobrii, e di grosse vivande, e con piccole spese, e di molti costumi e leggiadrie grossi e rudi; e di grossi drappi vestieno loro e le loro donne, e molti portavano le pelli scoperte sanza panno, e colle berrette in capo, e tutti con gli usatti [leather boots\ in piede,...
Pagina 202 - ... cittadini si combatteva per la fede con armata mano in più parti di Firenze , e durò questa maladizione in Firenze molto tempo infino alla venuta delle sante religioni di santo Francesco e di santo Domenico , le quali religioni per gli loro santi frati , commesso loro l...
Pagina 320 - Lasceremo alquanto de' fatti di Firenze e di Toscana , e diremo d' altre novità che a' detti tempi apparirono , e furono per l' universo mondo. GAP. CXXIX. Come i saracini presono Tripoli di Soria Negli anni di Cristo 1289 del mese di Maggio, il...
Pagina 229 - Firenze l' arcivescovo di Ravenna Legato del papa a predicare la croce per lo detto passaggio, molta buona gente di Firenze presono la croce dal detto arcivescovo a san Donato tra le Torri , ovvero a san Donato a Torri di là da Rifredi, ovvero il munistero delle Donne, perocché 'l detto arcivescovo era dell...
Pagina 148 - Franceschi, e per alquanti de' baroni del re fu pregato che gli facesse fare onore alla sepultura...

Informazioni bibliografiche