Proposta di alcune correzioni ed aggiunte al Vocabolario della Crusca, Volume 1

Copertina anteriore
Per Antonio Fontana, 1828
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina v - Che se la voce tua sarà molesta Nel primo gusto, vital nutrimento Lascerà poi quando sarà digesta. Questo tuo grido farà come vento Che le più alte cime più percuote: E ciò non fa d' onor poco argomento. Però ti son mostrate in queste ruote , Nel monte , e nella valle dolorosa Pur l' anime che son di fama note : Che l
Pagina 72 - Tal, ch' ogni vista ne sarebbe schiva. Qual' è quella ruina, che nel fianco Di qua da Trento l' Adice percosse, O per tremuoto, o per sostegno manco ; Che da cima del monte, onde si mosse, Al piano è sì la roccia discoscesa, Ch...
Pagina 65 - Questo sarà luce nuova, sole nuovo, il quale surgerà ove l'usato tramonterà, e darà luce a coloro che sono in tenebre e in oscurità per lo usato sole che a loro non luce...
Pagina 255 - Cicerone (ibid.),1 di altro nome nol chiameremo che stile di pappagalli. E appellazione ancora più sconcia guadagnerà se nella grave orazione innesterai locuzioni belle al certo in se stesse e piene di brio, ma non severe, ma non dignitose, ma non convenienti alla gravità del soggetto.
Pagina 201 - Greci. Gli eccellenti Italiani adunque si mossero a fare il simigliante ; videro non essere possibile le cose epiche e le politiche scrivere colle sole parole de' padri loro : tolsero il fondamento e le norme dalla vecchia favella: nulla mutarono di ciò che era buono e pronto al bisogno, ma, dove la conobbero scarsa per cantare armi ed eroi e per dipingere le tremende arti dei re, recarono nella loquela tutte quelle dizioni, che a bene spiegare sì nuovi ed alti concetti mancavano.
Pagina 139 - ... 1 sole la vede. E queste due proprietadi ha la gramatica; che, per la sua infinitade, li raggi della ragione in essa non si terminano in parte, spezialmente de' vocaboli : e luce or di qua or di là, in tanto quanto certi vocaboli, certe declinazioni, certe costruzioni sono in uso che già non furono, e molte già furono che anco saranno; siccome dice Grazio nel principio della Poetria, quando dice : « Molti vocaboli rinasceranno, che già caddero.
Pagina 207 - Quella lettura, e scolorocci il viso : Ma solo un punto fu quel che ci vinse. Quando leggemmo il disiato riso Esser baciato da cotanto amante, Questi, che mai da me non fia diviso, La bocca mi baciò tutto tremante. Galeotto fu il libro, e chi lo scrisse : Quel giorno più non vi leggemmo avante.
Pagina 128 - Provenzali, sì dalla necessità di aprire il suo sentimento alle lor dame, che sola gli fé' la volgar lingua adoperare, volendo il Petrarca la sua Laura, ed il Boccaccio la figliuola del re di Napoli intenerire; perciò le parole introdotte...
Pagina 199 - ... unica via, per che si scuoprano i naturali loro collegamenti ; ma, se dice il Vocabolario essere come di lingua morta, credendo che in quello non si vogliano altro che le voci dei morti, egli è del pari in errore.
Pagina 242 - Fuggì tutta la notte, e tutto il giorno errò senza consiglio e senza guida, non udendo o vedendo altro d'intorno, che le lagrime sue, che le sue strida. Ma...

Informazioni bibliografiche