Immagini della pagina
PDF
ePub

con-

plur. ntr. del predicato e dell'appo-
sizione con più sogg. femminili, 82;
plur. ntr. del pron. relativo o di.
mostrativo riferentesi a due o più
sost. femminili che riassume, 83;
concordanza di soggelto pronominale
col predicato anzichè col nome a cui
si riferisce, 83; il pron. dim. o relat.
assimilato in genere, numero c caso
al nome ch'esso determina, in vece
di essere in genil. col sostantivo che
rappresenta, 84 ; il sost. assimilato
dalla prop. relativa, 84; il predicato
assimilato dall’ullimo soggetto in una
prop. comparativa col quam, 84; il
predicato accordato col sostantivo
apposto, 85; i pron. relat. e dimostr.
accordati col senso racchiuso nell'an.
tecedente, 85; concordanze a senso,
85, 86; mancanza di concordanza,

86, 87.
concreta (espressione) in luogo del-

l'astratta per mezzo dei participì, 206.
Concreti, v. Sostaolivi.
condiciones, 93.
condizionale (subordinazione), 226; prop.

relativa con senso condizionale, 198.
confertim, 74.
confestim (= sine intervallo, con-

tinuo), 166.
confidere usalo assolutamente, 172.
Congiuntivo, 193-199 : cong. con pron.

relativo accompagnato da sost., 190;
cong. in luogo dell'ind. per tradurre
potrei, 193; cong. potenziale, 193;
cong. impr.

it. condizional pas.
sato, 194; cong. esortativo, iussivo
nella 2a persona pres. riserito a per-
sona certa, 194; id. col quin, 194;
cong. prohibitivus ps. neīla 3a per-
sona, 194; nolevoli costruzioni sal-
lustiane con ut e il cong, 194 ; id.
con ne, 195; cong. senza ut o ne;
cong. dopo potiusquam, 196; cong.
con priusquam, 196 ; cong. con
dum, 197; cong. impr. o ppl. itera-
tivo, 197; cong. causale con quod e
quoniam, 197; cong.con quamqnam,
198; cong. in una prop. relativa con
senso condizionale o restrittivo, 198;
cong. di un verbo dicendi o cogi-
tandi in prop. relative facenti parle
di discorso indirello, erc., 198; cong.

alternato coll'indic., 199.
Congiunzioni, y. Coordinazione. Varield

nelle cong. copulative di una stessa

proposizione, 234.
coniungere col dat., 142.

coniurare coll'infin., 201.
coniuratio (= coniurati), 98.
conlubeo, 59.
conmercari, 59.
conmori, 59, col dal., 142.
conperior, 176; conperior costruilo

personalmente, 205, m);

>

perti, abl. assol., 209.
conruptissumus, 28.
conscientia, mala C., conscius ani-

mus, 40; conscientia de culpa, 159.
conscius col dal., 141.
Consecutio temporum, 187 e 188.
consecutiva (subordinazione) (quin),

225.
considere, 67.
consilia plur. astr., 93.
consilium

consiglio di guerra, 98.
consilium est (= constitui) coll’inf.,

202.
Consonanti, 22.
consternari, 60.
consuefacere per assuefacere, 63.
consuetus, 50.
consuevit impersonalmente, 178.
consul, 90.
consulatus plur. astr., 93.
consulere alqd, 133; consulere con

un avverbio, 79.
consultare per consulere, 57; 142.
consulto partic. ablat. assol., 210.
consultor (= qui consilia dare solet),

40, 102.
contactus, 33.
contemnere, pregnante, 246.
contemptor, 102.
contra esse, 79; contra ea (= contra)

115, 245.
Contrazione: vocali non contralle, ad-

denda a pag. 22.
Contrazione di proposizioni, 242.
controvorsiae, 97 nola.
contubernio abl. di luogo, 155.
contumeliae, 97 nota.
conubia, 97 nuta.
conventus astr. plur., 93.
conventus partic., 176.
convivia, 97 nota.
convortere in senso riflessivo, 170.
coopertus, addenda a pag. 22.
Coordinazione, 214-225 : c. copulativa

semplice positiva, 214; id. negativa,
219; id. polimembre positiva, 219; id.
negativa, 221; c. irregolare di prop.
relative, 222 ; c. comparativa, 222;
c. proporzionale, 222; c. disgiuntiva,
222; c. avversativa, 223; c. conclu-
siva, 224.

prep., 133.

copia pregnante, 246.

decernere col cong. senza ut, 195.
copia est coll'infin., 202.

decet col dal.,

143.
copulative (particelle), v. coordinazione. declinare vortere), 67.
Costruzione a senso (matờ cúveo:v), 80, Declinazioni, 22-27.
85, 86.

decoris e decorus, 27.
Costruzione paratatlica, v. credo. dedecor (= inglorius), 51.
Costruzione pregnante, 246.

dedecora astr. plur. (= alti disono-
costruzione (varietà di), 232.

ranti), 93.
credibilis, 47.

dediticius, 49.
creditum partic. sostantiv., 38.

deditum supino, 214.
credo usato fra paren'esi senza influsso deducere coll’abl., 147.
sul costrutto, 205, 9).

defensare, 58.
credor costruito personalmente, 205, n). deferre coll'accus. di direzione senza
cruciatus, 97 nota.
cultor, 102.

defluere coll'abl., 146.
cultus, 40; 93; 98.

degredi, 60 ; coll’abl., 146.
cum preposizione, 158. Verbi composti degustare, 62; con inde, 169.
con cum, 59 e 60.

dehonestamentum, 33.
cum congiunzione: cum temporale a- dehortari coll’infin., 200.

vente senso causale o concessivo col- delenimentum, 33; plur. astr. (= mezzi
l'indicativo, 190, 5; cum iterativo di lenire), 93.
coll’indic., 191, 6.

demere necessitudinem, coll'infin., 202.
cuncta gignentium,

136.

demissus, 53.
cunctari coll'infin., 201.

demum, 166.
cupido, 37.

denegare, 62.
cupientissumus, 28.

densere, 64.
cupitum partic. sostantiv., 38.

dependere, 60.
curae, 93.

Deponenti, 176: alcuni D. usali col-
custodiae, 93.

l'accus., 129.
curare, 67; 172.

deprecari pregnante, 246.
cursu abl. di modo, 153.

derelinquere, 62.
descendere, 146.

descensus, 34.
D.

desenescere, 60.
despectare, 57.

deterrere, 147.
damna, 97 nota.

detractare, 22; 58.
dare victos (= vincere), 73.

detrahere col dat., 142.
dare negotium ut, 194.

deturbare, 147.
dare dono, adu. a pag. 249.

devincere, 62.
Dalivo: — d. della 2a decl., 23; d. della dextumus, 28.

4a in U, 25; d. della 5a in -e (dub- dicere, 67.
bio), 26:

d. di vantaggio o svan. dictitare, 38.
taggio dipendenti da un sostantivo in dicundus, 30.
Juogo del genit. o d'altre costru- die genit. p. diei, 26.
zioni, 140 (e addenda); d. cogli ag- difficultates plur. astr., 94.
gettivi, 141; d. col comparativo in dignus in largo significato, addenda
luogo dell' abl., 141; d. coi verbi à pag. 53.
preposizionali, 141; d. con altri verbi, digredi collabl., 146.
143; d. di possesso, 143; d. di com- dilargitus con senso passivo, 177.
modo, 143; d. etico, 144; d. di dilectus, 97 nota.
agente coi v. passivi, 144; d. liuale, dimostrativi (pronomi), 119: d. nello
144; d. del nome, 145; dat. col v. stile indirello, 122.
facio, 145; dat. del gerundio (dubbio), discernere, 68.
211, nota 1.

discessio (= discidium), 41.
de, 115; 159; 173 (con verbi asso. discordiae, 94.

luti). Verbi comp. con de, 60. discordiosus, 48.
decedere coll’abl. 146.

disgiuntiva (coordinazione), 222.

[ocr errors]

disiicere, 60.
dissensiones, 94.
disserere con un complem. accus. de-

terminalo, 133; costruito in varii
modi, 232.
dissimulare de, 174.
dissimulator, 102.
distribuere Capuam, 133.
diu, 75.
divorsius, 27.
divorsus in senso) originario, 53.
docere con un accus. nlr. come ogg.,

432.
doctus coll'infin., 201; costruito in

più modi a un lompo, 231.
dolere alci (= dolorem afferre), 68;

d. alqd. 129, 0).
dolus (= sollertia, abilità), 41; -

doli plur. astr. mezzi di frode),

94.
domare in buon senso, addenda a

.

pag. 68.

domi loc. unito con belli, con mili.

tiae, con foris e solo, 154 e 155.
dominatio (dominare) in callivo senso,

41; plur. astr., 94.
domui surma antica di locativo, 25.
domus, sua costruzione quando si tratta

di molo a luogo, 133.
dubitare (= esitare) coll'infin. in prop.

affermativa, 201.
dubius consili, 137.
ductare, 57.
dum coll’indic. pres. in una prop. se.

condaria del discorso indiretto, 192,
nola (1) (178 e 188, 3); dum (=
mentre) col cong., 197, 19); dum
per esprimere un rapporto di causa
ad effello, 226; dum (= dum-

modo), 227,
duum (p. duorum) milium, 28.

>

effundere coll’abl., 146.
egere col genit., 138.
egestas col genit., 134.
egredi coll'accus., 126; coll’abl., 146;
col supino, 214. E.

a salire »,

68.
egregius militiae, 137.
egressus astr. plur., 94.
cicere coll’abl., 147.
-ela (sost. in), 35.
Elementi della proposizione, 77 e segg.
Ellissi di ut o ne col cong. 195 ;

e. di templum, castra, 238 ; e. dei
pron. rifless. sogg. coll’infin., 238;
e. del v. esse nell' iufinito coi v. pu-
tare, credere, 238; e. di fuisse, di
fore, dell'indicat., del cong., 239;
e. di un verbum dicendi implicito
in un nome o verbo precedente, 239;
e. di altri verbi, 240, 241; e. del-
l'allributo, 241; e. d'una proposi-
zione innanzi a nam, a nisi, à ne,

242 ; e. di magis, 243.
emergere coll' abl., 146.
emittere coll’abl., 148.
-en (accus. greci in...), 27.
Endiadi di sostantivi, 250 ; di aggettivi

e di verbi, 251.
-endus accanto a - undus, 30.
enim omessa, 244.
enisus con significato passivo, 177.
enitescere, 58.
eniti coll' infin., 201.
eo in luogo di un pronome preceduto

da prep., 169; eo ideo 224.
equitatus concr. plur., 91.
-ere più frequente di -erunt nella 3a

plur. dell'indic. pl. allivo, 29.
ereptum ire, 213.
eripere col dat., 142,
erumpere coll' abl., 147.
escendere coll'accus., 127.
esse per inesse, 64; con avverbi pre-

dicativi, 78; col genit. del ger., 139.

Omissione di esse, v. Ellissi.
est mihi volenti alqd., 144.
et fra due nomi di consoli, 214; et

con un altro agg. dopo multi, pauci,
plurimi, 215; et omesso fra infe-
riores e inimicus, ibid. ; et espli.
calivo, ibid. ; et et quidem, 216;
et praeterea, ibid.; et adoperato a
congiungere un pensiero negativo ad
uno positivo, ibid. ; et (in luogo di
ac, atque) con par, pariter, idem,
ibid. ; simul... et, ibid.; et = etiam,
ibid. ; et espresso od omesso con
alii, ceteri, reliqui, omnes, multi,
217; et nella coordinazione polimem-

[blocks in formation]

exercere =

[ocr errors]

bre, 219-221; et omessa fra due
partic. assoluti, 244; et alternato con

atque, que per varietà, 234.
Eumenen, Euphraten, accus. greci, 27.
-eus (agg. in), 49.
evadere collabl., 147.
eventus plur. astr., 94.
evorsum proficisci, 214.
ex (verbi comp. con), 60.
exaequare, 60.
exaedificare, 62.
eragitare, 62.
exaudiri, 62.
excidium, 32.
excire coll’abl., 148.
excitare coll’abl., 148.
excruciare, 62.
excubitum supino, 214.

« abusare », 68.
exercitu per exercitui, 25.
exitium exitus, 41: exitia plur.

astr., 94.
exitus col dat., 140.
exoptare, 62.
exordiri coll'accus.,

122.
exornare, 62; usato assolutam., 173.
expeditiones, 97 nota.
exper's col gen. e coll’abl., 148; 230, B).
explere collabl., 152.
exploratum supino, 214.
expurgare se, 60.
exsilium a luogo d'esilio », 99;

247.
exspectare pregnante, 68 ; 246.
exspirare, 60.
exsuperare, 62.
exterritus animi, 137.
extorris con l’abl., 149.
extra con verbi di moto, rispondente

a quo!, 160.
extremus, collocazione, 105.
extruere mare, 246.
exuere coll’abl., 148.

facinus facere, 132, 253.
facta partic. sotantiv., 111 nota.
facundia, 36.
fallacie plur. astr., 94.
falsus col significato attivo di fallax, 54.
famae plur. astr., 94.
familiaritates plur. astr., 94.
familiarum (filii, matres) per fami-

lias, 22.
fatigare, 68.
faucibus abl. loc., 155.
favere usato assolutamente, 173.
favor, 35.
ferire hostem, 73.
ferine, 74.
ferre = proferre, 64.
ferro et flamma, f. an fame, f. aut

fuga etc. (alliterazione), 253.
fertilis col geoit., 137.
festinare coll

' accus., 130.
-ficare (verbi comp. con), 63.
Figura elimologica, 131; 252.
tinale (Dalivo), 144.
finale (subordinazione), 225.
fine col genit., 75.
firmatus animi, 137.
fit (eo fit ut..., perifrasi pleonastica), 249.
flagilia et facinora, personificaz., 101.
flamma sgl. collelt., 89.
Flessione nominale, 22; pronominale,

28 verbale, 29.
foedare, 64.
Fonologia sallusliana, 21-22.
fore per futurum esse, 187 nota.
forem (Uso di), 186.
foris locat., 155.
Forme di coniugazione, 30.
forsitan, 166.
fortunae, 94 e 99.
fortunatus coll' abl., 152.
forus maschile, 88.
Fraseologia sallustiana, 72.
frater col dal., add. a pag. 140.
fraus (sine fraude), 41.
frequentativi (verbi), 55 e segg.
frumenta, 90.
frumentatum supino, 214.
fruor coll'accus., 129.
frustra esse, 79.
frustratus con significato passivo, 177.
fueram per eram nel ppl. passivo,

181.
fugam facere, 73.
furta belli (= agguati, insidie), 94.
Fusione di proposizioni, 241.
Futuro con valore condizionale, 183;

partic. futuro usato liberamente senza
« esse », 207.

-

>

fac col cong , perifrasi dell'imper., 249.
facere a agire », 173; f. fugam,

pugnam (= fugere, pugnare), f.
gratiam alcis rei = ignoscere),
73 ; nihil reliqui facere, 135; fa-

cere col dat. di persona, 145.
-facere (verbi comp. con), 63.
facilis col sup. in -U, 214.
facilius esse, 79.
facinora plur. astr., 97 nola.

[blocks in formation]

ganeo, 32.

habere, 68-70.
habui col participio pf., 179, e).
harenosus, 48.
hic brachilogico (=haec cum ita sint),

169.
honores, 97 nota.
hortamentum, 33.
hortari coll'accus. della cosa, 132 ;

col cong. senza ut, 195; coll’ingu.,

200; col supino, 213.
hostem ferire, 73.
hostilis hostium, 53.
hostis collellivo, 90; col dat. 140.
huc, 109.
humi locat., 154.
humi arido atque arenoso, 134 e

112, d).

un

I

gaudium, 42; gaudia plur. astr., 94.
Genere dei sostantivi, 88; g. del pre-

dicato con più soggelli femminili, 82
(v. Concordanza); generi del verbo,

169-178.
Genitivo: g. della fa decl. (fami-

liarum per familias), 22 ; della 2a
(%. in -ûm, .on, .orum), 23; della
3a (g. in -ium), 25; della 4a (senati
per senatus), 25; de!la 5a (g. in -e), 28;
il genil. duum, 28 ; nullius o nulli?,
29. Genilivo oggettivo dei pron.
person., 123; id. per il pron. posses-
sivo, ibid. ; id. con egestas, 133;
g. soggellivo per indicare la causa,
l'origine, 134; g. di qualità, ibid .;
g. partit. e non partit. còn
agg. O pron. ntr. sostant. (nihil
reliqui facere, nihil o nec quic-
quam pensi habere), ibid.; colloca-
zione del genitivo, 136; g. partit. con
aggettivi positivi, ibid. ; g. oggetto
con gli aggettivi relativi, ibid. ; g. li-
bero con a gellivi aventi senso asso-
luto, 137; g. coi verbi esprimenti
abbondanza o difelto, 138; g. con
potior, ibid. ; g. del gerundio o ge-
rundivo, per esprimere lo scopo, 139;

id. con avidus, ibid.
Gerundio e gerundivo: la forma in

-undus, 30; ger.jo e ger.vo ablat. col
valore di un partic. pres., 210; ge-
rundio in luogo di una prop. completa
con un nuovo soggetto, 211; gerundio
abl. o genit. con un complem. ogg.
preferito al gerundivo, ibid; gerundivo
genitivo con un pron. person., ibid.;
ablat. del gerundio con preposizioni,
ibid. ; il gerundio coi verbi di vo-

lontà, 213.
gignentia (= le piante), 171.
glans collettivo, 89.
gliscere, 58.
gloriae plur. astr., 94.

,

.
glutinum, 23.
gnaritas, 36.
gnarus coll'accus. e l'infin., 203.
grassari, 58.
gratiam facere, 73.
gratus, 53.
Grecismi e imitazione greca, 76, 102

-i per ·us desin. genit. sing., 25.
-ia (sost. in -ia), 36.
ibi in luogo di pron. dimostr. accom-

pagnalo da prep., 169.
-icius (agg. in -icius), 49.
ictus astr. plur., 97, nola.
idoneus, add. a pag. 54.
igitur collocazione di), 255.
ignarus con senso passivo (= igno-

tus), 54.
ignes, 91.
ignorantia per ignoratio, 42.
ille nel discorso indiretto in luogo di

hic, 122; preferito da S. ad is per
sostituira il pron. di 2a persona, 122;

ille in luogo del riflessivo, 125.
illim (= ex illo tempore), 74.
illuc, 169.
immane quantum accus. avverb., 131.
immensum accus. avverb, 131.
imperare col cong. senza ut, 195;

coll'infinito, 201.
imperator (= sovrano), 42; col dat.,

nota, 199, 231 nota, e passim; falso
grecismo, 131.

add. a pag 140.
Imperfetto di conato, 180 ; dopo ubi e

postquam, ibid. ; impf. del cong. per
il ppr. nella protasi di un 3o periodo
ipotetico, 181; impf. per il pres. nello
stile epistolare, 184; impr. riassun-
tivo posposto od anteposto ad una
serie d'infiniti storici, 185; impf.

cong. condizionale passato il., 194.
imperitare, 56.

[ocr errors]
« IndietroContinua »